Il commosso addio di Carlos Vives a Omar Geles

Il commosso addio di Carlos Vives a Omar Geles
Il commosso addio di Carlos Vives a Omar Geles

Carlos Vives ha dato un sentito addio al cantautore vallenato Omar Geles. (Credito: EFE / Colprensa)

Nella notte di martedì 21 maggio è stata annunciata la triste notizia della morte del cantautore Vallenato Omar Geles, autore dell’immortale ed emozionante canzone. Le vie della vita e altri grandi successi di questo ritmo nativo colombiano, per questo non sono mancati una serie di omaggi al poliedrico artista da parte degli esponenti di quel genere, dove ovviamente si trovava Carlos Vives, che non solo ha condiviso il palco con Gelves, ma ha anche stabilito una stretta amicizia.

“Non è facile accettare che un artista come Omar Geles, con così tanto talento, con tanta gioia, con tante storie da raccontare, con tanto amore per le persone che all’improvviso se ne sono andate (sic)”, ha espresso l’artista samarense sul suo account ufficiale sul social network X.

Ora puoi seguirci sul nostro Canale WhatsApp

Vives ha sottolineato che queste non erano solo collaborazioni nell’ambito della sua riconosciuta carriera musicale, ma che ha scoperto in lui un grande essere umano.

Trilli di Carlos Vives sulla morte del cantautore Vallenato Omar Geles. (Credito: @carlosvives/ X)

“Potrei raccontarvi tante storie di un artista veramente fraterno, senza egoismi, e amato da tutti (sic)” Ha aggiunto.

Trilli di Carlos Vives sulla morte del cantautore Vallenato Omar Geles. (Credito: @carlosvives/ X)

Con alcune fotografie ha ricordato il suo periodo nella famosa serie Escalona, ​​dove Samario interpretava la leggenda di Vallenata e Geles interpretava il famoso fisarmonicista Simón Salas, che in uno degli episodi sconfisse Satana in un duello di menestrelli Vallenato.

(Credito: @carlosvives/ X)

“Era Rey Vallenato nel 1989 ed era un attore di talento”, ha trillato nel filo con i ricordi vissuti con il vallenatero di Mahates, comune settentrionale del dipartimento di Bolívar, nella regione dei Caraibi.

Trilli di Carlos Vives sulla morte del cantautore Vallenato Omar Geles. (Credito: @carlosvives/ X)

Un altro dei ricordi che Vives ha del fisarmonicista è la sua partecipazione alla sua commedia La Iliada Vallenata in cui impersonava il leggendario Alejo Durán, dove ha mostrato ancora una volta il suo grande talento nella recitazione.

(Credito: @carlosvives/ X)

Infine ha sottolineato la grande amicizia nata tra loro durante tutto il tempo trascorso con vallenato.

(Credito: @carlosvives/ X)

“Un’amicizia per sempre @ClaudiaElenaV (…) Ha sempre amato il mio lavoro e lo ha condiviso con la sua famiglia (sic)”, ha aggiunto.

(Credito: @carlosvives/ X)

La morte del cantautore e fisarmonicista, 57 anni, è stata resa nota dopo che era stato ricoverato d’urgenza martedì notte alla clinica Erasmo di Valledupar. dove è stato trasferito d’urgenza a causa dell’arresto cardiorespiratorio che ha subito e che ne ha provocato la morte, come confermato dalla famiglia dell’artista.

Il compositore Omar Geles è morto in una clinica a Valledupar – credit Johan Largo/Infobae

Quelli vicini all’icona di Vallenato hanno sottolineato che il mese scorso è stato ricoverato in un ospedale di Miami (Stati Uniti) dopo essere svenuto sul palco durante una presentazione il 27 aprile, iniziata con un forte dolore alle braccia e al petto gli causò una grande fatica.

Il compositore ha fatto la sua ultima apparizione sul palco la sera del Sabato 18 maggio 2024quando accompagnava il suo grande amico Silvestro Dangond allo stadio El Campín di Bogotà.

Quella notte, prima di più 10.000 personela presenza del compositore fu una sorpresa per l’urumitero, che si preparava ad eseguire “A Blanco y negro”, una composizione di Geles, quando inaspettatamente si ritrovò circondato dai cantanti della nuova ondata di vallenato: Diego Daza, Anziano Dayán, Karen Lizarazo, Rafa Pérez, Churo Díaz e Gusi.

Vestiti di bianco, hanno trasformato il palco in una festa, ringraziando tutti Silvestre Dangond per il suo aiuto con la musica, ma uno dei momenti più emozionanti è arrivato quando il premiato ha confessato di dover “metà della sua carriera” a Omar Geles.

“Per te, per le tue canzoni, metà della mia carriera è nelle tue mani nere, ti adoro mia nera, ti amo” ha detto nella memorabile presentazione di Dangond a El Campín.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV consigliato dal Festival del Tango
NEXT Fury del Grande Fratello 2023 ha ricevuto un’insolita visita in hotel e la foto è diventata virale