Morte di Omar Geles: una moltitudine di fan ha salutato l’artista nella clinica che ne ha confermato la morte

Morte di Omar Geles: una moltitudine di fan ha salutato l’artista nella clinica che ne ha confermato la morte
Morte di Omar Geles: una moltitudine di fan ha salutato l’artista nella clinica che ne ha confermato la morte

Omar Geles. (Colprensa-Diego Pineda)

Una notte molto buia è stata quella vissuta nella capitale del Cesar martedì 21 maggio, dopo la triste notizia della morte di uno dei grandi esponenti del vallenato, Omar Antonio Geles, 57 anni, giunto alla Clinica Erasmo di Valledupar, dove la sua morte è stata confermata.

I dintorni del centro sanitario si sono riempiti di centinaia di follower che in quel momento non potevano credere alla partenza del cantautore e fisarmonicista. che ha lasciato temi iconici per i posteri come Le vie della vita, Tardi l’ho incontrato O Quattro rose.

Ora puoi seguirci sul nostro Canale WhatsApp

I tifosi si sono uniti alle lacrime dei parenti e degli amici più stretti di Geles, arrivati ​​al suddetto IPS senza segni vitali. (Istituzione erogatrice di servizi sanitari), come riportato in un comunicato al telegiornale Notizie Caracol.

Successivamente, Nella città di vallenata sorsero spontanee carovane con le quali resero omaggio all’autore di vallenatos eseguiti da grandi esponenti del genere. come Diomedes Díaz, Patricia Teherán, Jorge Oñate, Silvestre Dangond, Jorge Celedón, tra gli altri.

Secondo i media dedicati alle informazioni degli artisti del ritmo colombiano, il corpo senza vita dell’artista è stato rimosso dalla clinica intorno alle 22.30 di notte in un carro funebre seguito da un gran numero di ammiratori del prolifico cantautore. , che dopo la sua morte diventa una nuova leggenda del folklore colombiano.

“Omar, Omar, Omar, Omar”, I seguaci di Geles che sono venuti all’IPS hanno cantato in lacrime, mentre la bara veniva trasportata e in sottofondo si sentiva la sua canzone immortale. Le vie della vitacome testimonia un video pubblicato sull’account Facebook Portale Vallenato.

Nel frattempo sui media Impulso ha riferito che Silvestre Dangond, con il quale hanno avuto una presentazione indimenticabile allo stadio Nemesio Camacho el Campín, a Bogotá, È arrivato a tarda notte a Valledupar per coordinare il grande omaggio che si sta preparando per l’uomo “a cui doveva metà della sua carriera musicale”.

E gli omaggi a Geles non si sono fermati da quando si è saputo della sua morte, tra loro Memoria dei punti del Radiotelevisione nazionale della Colombia (RTVC)che salva e protegge l’archivio audiovisivo della Colombia, che ha avuto la grande cura di pubblicare il video quando l’artista si è affermato come Rey Vallenato.

“Señal Memoria piange la morte del compositore e idolo vallenato Omar Geles. Oggi ricordiamo la sua partecipazione al Festival Francisco el Hombre. Oltre a cantare e comporre, aveva un grande talento anche per la fisarmonica. Qual è la canzone che ricordi di più? (sic)”, trillavano insieme al video.

(Credito: @SenalMemoria / X)

Carlos Vives ha pubblicato anche un thread sul suo account ufficiale sul social network X con il quale ha reso un sentito omaggio al cantautore con il quale ha condiviso non solo palcoscenici e progetti musicali, ma anche una grande amicizia.

“Non è facile accettare che un artista come Omar Geles, con così tanto talento, con così tanta gioia, con così tante storie da raccontare, con così tanto amore per le persone, se ne sia andato improvvisamente. Potrei raccontarvi tante storie di un artista veramente fraterno, senza egoismi, amato da tutti. Mi mancherai caro Omar, riposa in pace. Continuiamo sui sentieri della vita finché non ci incontreremo di nuovo (sic)”, trillava.

Trilli di Carlos Vives sulla morte del cantautore Vallenato Omar Geles. (Credito: @carlosvives/ X)

La morte di Geles è stata resa nota dopo che è stato ricoverato al pronto soccorso martedì sera alle Clinica Erasmus. È stato trasferito d’urgenza a causa di a arresto cardiorespiratorio che ne ha causato la morte, come confermato dai suoi parenti.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Il film vincitore del BAFICI 2024 sarà presentato in anteprima a Buenos Aires