“Furiosa”: cosa dicono i critici del nuovo film di Mad Max con Anya Taylor-Joy

“Furiosa”: cosa dicono i critici del nuovo film di Mad Max con Anya Taylor-Joy
“Furiosa”: cosa dicono i critici del nuovo film di Mad Max con Anya Taylor-Joy

Fonte immagine, Warner Bros

Didascalia, Anya Taylor-Joy e Chris Hemsworth recitano nel prequel di “Mad Max: Fury Road”, il film di successo del 2015.
Informazioni sull’articolo
  • Autore, Helen Bushby
  • Ruolo, Reporter culturale, BBC News
  • 37 minuti

Le critiche di Furiosa: una saga di Mad Max (“Furiosa: dalla saga di Mad Max”), presentato in anteprima la settimana scorsa al Festival di Cannes e questo giovedì nelle sale, è stato vario. Ha ricevuto commenti che vanno da “scioccante” a “tutto spettacolo e nessuna visione”.

Il quinto film della serie Mad Max È un prequel, con protagonista Anya Taylor-Gioia E Chris Hemsworthche racconta le origini dell’Imperatrice Furiosa, il personaggio interpretato da Charlize Theron in Mad Max: Furia Strada (“Mad Max: Fury Road”), 2015.

La saga di film d’azione distopici creata da Giorgio Miller è ambientato nell’arido entroterra australiano ed esplora il collasso della società sulla scia di un’apocalisse.

L’indipendente ha valutato il nuovo film come “emotivo, spiritoso e pieno di ferocia intenzionale”Mentre Varietà Ha detto che è “ambizioso” ma “non è ‘Fury Road’.”

Anche David Rooney ha scritto, in Il giornalista di Hollywoodche il film è “un grande passo indietro rispetto a ‘Mad Max: Fury Road'”, con “poca tensione o fluidità in una narrazione la cui informe è accentuata dalla sua pretenziosa struttura in capitoli.

Fonte immagine, Immagini Getty

Didascalia, Hemsworth e Taylor-Joy alla premiere di “Furiosa” a Sydney, in Australia.

Ma Geoffrey Macnab ha scritto L’indipendente che “ha l’intensità concentrata di ‘Fury Road’ del 2015, ma si svolge su un quadro molto più ampio”.

“Il dialogo è ridotto al minimo”, ha scritto.

“Ma anche in un ruolo d’azione quasi del tutto privo di momenti più tranquilli, Taylor-Joy è in grado di trasmettere molte delle emozioni interiori crude di Furiosa“.

Il film, interpretato anche da Tom Burke e Alyla Browne, è ambientato circa 20 anni prima di “Fury Road” e vediamo Furiosa crescere dall’infanzia fino a diventare una guerriera.

È stato presentato in anteprima fuori concorso a Cannes e ha ricevuto una standing ovation di sei minuti. Miller, il regista, ha detto così Via della Furiaha finito per diventare “quasi un’opera femminista” per caso.

Una storia su un eroe maschio che libera le mogli schiave di un harem sarebbe stata “una storia diversa da quella di una donna guerriera”, ha detto.

“Non era ‘Oh, facciamo un film d’azione femminista’, era sempre basato sulla trama.”

Fonte immagine, Warner Bros

Didascalia, “Mad Max: Fury Road” ha portato a casa sei Oscar alla cerimonia del 2016.

“Una scossa da 1.000 watt per lo spirito”

Nikki Baughan, da Schermo quotidianoha definito il “thriller di vendetta ad alto numero di ottani” uno “scintillante ritorno”, ma ha aggiunto: “Mentre Via della Furia si svolge in soli tre giorni, il che gli conferisce un’energia frenetica incessante, ‘Furiosa’ abbraccia 15 anni, suddivisi in diversi capitoli, che si traducono in un ritmo più lento e talvolta irregolare“.

Robbie Collin, da Il quotidiano Telegraphha definito il film “il cinema nel suo stato più primitivo e scioccante”.

“È il tipo di film che ti fa sentire che l’ultimo secolo di Hollywood potrebbe essere stato una deviazione e che ora la macchina sia stata riportata sulla rotta”, ha aggiunto.

Ma in tempoStephanie Zacharek lo ha descritto così “spettacolo puro e nessuna visione”.

“Nonostante le tantissime sequenze d’azione e una cacofonia sinfonica di motociclette che sfrecciano sulla sabbia, il film, diviso in capitoli dai titoli noiosi come ‘Lezioni dal deserto’, diventa una pesantezza che fatica a convincerci che siamo ci stiamo divertendo, anche se non ce ne stiamo davvero divertendo,” ha detto.

Fonte immagine, Immagini Getty

Didascalia, I protagonisti con il regista George Miller al Festival di Cannes.

John Nugent della rivista imperoha dato al film cinque stelle e ha elogiato gli attori principali: “Taylor-Joy, in particolare, è fenomenale. I suoi occhi grandi e intensi risaltano sulla fronte macchiata di olio di motore e trasmettono sottigliezza in un ruolo con pochi dialoghi.”

“Dementus di Chris Hemsworth, nel frattempo, è un chiacchierone: un despota carismatico, spesso a torso nudo e progressivamente più caotico, che governa il suo esercito di motociclisti… da un carro romano alimentato a gas.”

Brian Viner, di La posta quotidianaha anche valutato il film con cinque stelle: “È uno spettacolo assoluto dall’inizio alla fine, un degno prequel del frenetico blockbuster del 2015. Mad Max: Furia Strada“.

“È assolutamente sorprendente da vedere, decisamente rumoroso per l’orecchio, e una scossa allo spirito da 1.000 watt: Mi è piaciuto”.

In CustodePeter Bradshaw ha dato al film quattro stelle, definendo Taylor-Joy “tremenda”, dicendo che “vende questo prequel”.

Ma Kevin Maher, dentro I tempiha scritto: “Dopo un’emozionante scena di inseguimento iniziale, ‘Furiosa’ affonda rapidamente una trama lenta e una recitazione debole“.

E ricorda che puoi ricevere notifiche nella nostra app. Scarica l’ultima versione e attivali.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Scandalo con Juan Di Natale: insulti tremendi al notaio della LAM e l’esonero di Karina Mazzocco per i suoi anni al CQC
NEXT Il film vincitore del BAFICI 2024 sarà presentato in anteprima a Buenos Aires