Jennifer López è la protagonista di “Atlas”, il film che esplora i dilemmi e i pericoli dell’intelligenza artificiale

Jennifer López è la protagonista di “Atlas”, il film che esplora i dilemmi e i pericoli dell’intelligenza artificiale
Jennifer López è la protagonista di “Atlas”, il film che esplora i dilemmi e i pericoli dell’intelligenza artificiale

In mezzo alla furia dell’intelligenza artificiale generativa e al rapido sviluppo di questo tipo di strumenti, è ragionevole pensare alle implicazioni etiche che potrebbe comportare per l’umanità e il suo futuro.

(Inoltre: Jennifer Lopez non vuole rispondere alle voci sul divorzio con Ben Affleck)

Atlas parla proprio di questo. Con un cast di prim’ordine, il film diretto da Brad Peyton tratta l’IA (intelligenza artificiale) in un contesto diverso. Sebbene nell’industria cinematografica si sia parlato molto del dominio delle macchine, ora la premessa si concentra su come gli esseri umani possono allearsi con la tecnologia per raggiungere obiettivi comuni.

Sia la trama che la narrazione sono impegnative. Attraverso la sceneggiatura e le interpretazioni di Simu Liu, Sterling K. Brown e Jennifer López, Cerca di mantenere una tensione costante mentre esplora le riflessioni introspettive sulla vita di Atlas Shepherd (interpretata da López), i conflitti che sorgono quando si ha fiducia in questa tecnologia e come è costretta a mettere la sua vita per salvare l’umanità.

“Per me, girare per sette settimane esclusivamente davanti a uno schermo verde è stata un’esperienza unica.”

Dal punto di vista produttivo, c’è anche uno sforzo nei dettagli dei robot, dell’ambiente del pianeta in cui si svolge la storia e delle tecnologie all’avanguardia che proiettano il futuro, come gli ologrammi in cui si può giocare con un Gioca una partita a scacchi o chiedigli di preparare il caffè perfetto. Macchine che, in fondo, non sono poi così lontane da quelle che utilizziamo oggi nella nostra vita quotidiana.

(Inoltre: Ben Affleck e Jennifer Lopez sono separati? Le foto dell’attore che soggiorna in un’altra casa alimentano le voci)

Simu Liu interpreta l’antagonista di questa storia, Harlan Shepherd. Incarna un robot umanoide che cerca di distruggere l’umanità prima che distrugga se stessa. Sterling K. Brown, dal canto suo, è il colonnello Banks, personaggio dal carattere grigio e inquietante. EL TIEMPO ha partecipato ad una conferenza stampa con il cast di Atlas.

Il film mostra il lato più intimo e umano del rapporto uomo-macchina. Qual è stato l’aspetto più impegnativo come attrice da interpretare con questa premessa?

Jennifer López (JL): Per me, girare per sette settimane esclusivamente davanti a uno schermo verde è stata un’esperienza unica. Ero solo in quella capsula, con un robot che mi parlava, ma senza muovermi sul palco; Ero semplicemente lì, immaginando che il mondo stesse finendo, che stessi cadendo attraverso un pianeta, o che mi fossi rotto una gamba, o addirittura litigando con le persone. Tutto ciò rendeva ogni giorno una vera lotta. Stavo tornando a casa. Letteralmente zoppicando per la stanchezza, perché mi stavo spingendo al limite. Non avevo mai lavorato prima ad un film che utilizzasse così tanto lo schermo verde.

Cosa ti è piaciuto di più di questa storia in particolare e dei suoi personaggi?

JL: Sono un fan di tutti i film. Non discrimino davvero. Adoro tutti i tipi di film, drammi, tutto. Penso che quello che mi è piaciuto di più di questo film sia stato il rapporto tra Atlas e Smith, il fatto che lui fosse proprio questo robot con cui lei non voleva avere niente a che fare e che a poco a poco gli toglie il cuore e l’anima per essere coerente amare, e penso che sia una metafora delle relazioni.

“Atlas” è ora disponibile su Netflix.

Foto:Netflix

C’è qualche film o serie che ti ha ispirato a lavorare su questo film?

Sterling K. Brown (SKB): Sì. Adoro il modo in cui riesci a parlare della società di oggi portando le cose un po’ fuori dal regno del qui e ora, ma poi puoi parlarne in modo più specifico. Come fece Matrix all’epoca, adoro quel film.

(Inoltre: Come fa Ben Affleck a salvare Jennifer Lopez sul cellulare? La crisi di coppia sarebbe stata chiarita)

Simu Liu (SL): Mi piacciono i videogiochi, quindi quando ho letto questa sceneggiatura e ho visto alcune immagini, ho pensato a Titanfall. Sono anche un grande fan di Gundam Wing, quindi ho amato tutte le diverse influenze visive che si sono viste e hanno reso questo film unico.

Cosa hai imparato lavorando nello stesso studio cinematografico?

JL: Penso che essere un atleta aiuti, ma non è una cosa normale anche se sei un attore. È naturale. Si dice che farò finta di questo, questo e questo, ma allo stesso modo ci vuole ancora l’emozione e l’intensità della scena.

Qual è il messaggio che risalta di più?

SKB: Per me tutto ruota attorno alla capacità di fidarsi. Non arrivi da nessuna parte nella vita da solo, questo richiede comunicazione, cooperazione, lavoro di squadra, perché se ti chiudi, ti chiudi a un sacco di cose brutte. Devi rischiare di essere ferito per rischiare di essere amato.

Laura Natalia Bohorquez Roncancio
Per il momento

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Il film vincitore del BAFICI 2024 sarà presentato in anteprima a Buenos Aires