Fu compagno di scuola di Nahir Galarza e per caso finì per recitare nel suo film: “A 14 anni finse il suo rapimento”.

Fu compagno di scuola di Nahir Galarza e per caso finì per recitare nel suo film: “A 14 anni finse il suo rapimento”.
Fu compagno di scuola di Nahir Galarza e per caso finì per recitare nel suo film: “A 14 anni finse il suo rapimento”.

Un ex compagno di scuola di Nahir Galarza ha rivelato che la giovane era omofobica (Video América)

Dopo molte speculazioni e teorie sul caso, questo 22 maggio è stato rilasciato nahiril film che racconta l’omicidio commesso da Nahir Galarza. Dalle testimonianze su cui si basava ai fatti non mostrati, il film ha ricevuto critiche di ogni genere. Ma oltre a ciò, durante la registrazione del film si è verificato un evento sorprendente. E uno dei comprimari ha rivelato che hEra stata compagna di scuola della ragazza di Entre Ríos.

Quella che sembrava essere la ripresa di un altro film si è trasformata in un evento senza precedenti Santiago Jaimovich. Il ragazzo aveva ottenuto un ruolo come comparsa in un film, ma fino all’inizio delle riprese non aveva raccontato a nessuno della sua relazione con la giovane donna da cui era basata la storia. Una volta che i costumisti hanno saputo della situazione, gli hanno fatto incontrare il regista, che lo ha portato da Valentina Zenere, l’attrice protagonista del film e colei che ha interpretato Nahir. Da quel momento in poi, l’attrice ha ‘bombardato’ il giovane con centinaia di domande per perfezionare la rappresentazione dei fatti.

Così, questo venerdì, Jaimovich è stato invitato LORO (America) per parlare della sua esperienza e raccontare diversi aspetti di Galarza. Così Ángel de Brito ha affrontato l’argomento: “Sono passati tanti anni, vero? Secondario e parte del primario. Aveva scatti violenti o era una ragazza tranquilla?” Dopo aver riflettuto qualche secondo, l’attore ha risposto: “No, non che io ricordi la violenza. Sì, è successo che inventavo delle cose, per esempio ha inventato il suo rapimento. Nahir intorno al 2014, avremmo avuto 15 anni, ha detto di essere stata rapita. Sul giornale dicono che era in macchina, ma ricordo che lei aveva detto che era un furgone bianco, che era stata rapita, che le avevano bendato gli occhi, che si sentiva come se fosse stata drogata. “Nahir ha detto che non riusciva a capire molto, ma aveva capito che erano paraguaiani”.

Un ex compagno di scuola di Nahir Galarza ha raccontato che nella sua adolescenza la giovane si era inventata il suo rapimento (Video América)

Poi, il giovane ha continuato rivelando un fatto fondamentale che ha rivelato la personalità di Galarza: “È scomparsa tutto il giorno, nessuno sapeva niente. Più tardi quella notte è apparsa da sola. Ha detto che l’avevano abbandonata in un campo, che l’avevano violentata. Successivamente hanno fatto studi medici e Gli specialisti hanno detto che non avevano fatto nulla”.

Dopo aver consultato gli angioletti, Jaimovich ha evidenziato perché credeva che Nahir avesse inventato il suo rapimento: “Voleva attenzione. Tutta la città ha parlato di questo argomento, ma no, lei non è mai uscita per dire niente, non lo ha mai chiarito. La città fu molto preoccupata per molti giorni. La gente sapeva solo che era stata rapita durante l’ora della siesta.

Un altro dettaglio del film è la rappresentazione che ne viene fatta Fernando Gabriele Pastorizzo, che ha atteggiamenti violenti. A questo proposito l’attore ha commentato: “Cosa In città si dice che fosse un ragazzo molto tranquillo., che è sempre stato così, penso che nel film mostrino qualche audio in cui litigano. “Ho parlato con una parte della famiglia, a seguito della questione in rete, e sono litigi che si fanno da bambini”.

Qualche tempo dopo, il giovane ha continuato a raccontare l’inizio della sua relazione con Nahir e come ha vissuto con lei gli anni scolastici: “Nahir ha iniziato con noi in terza elementare. Si sedette in fondo alla classe. Era silenziosa, ma non era timida. Parlava poco ma quando doveva dirti qualcosa te lo diceva concisamente e te lo faceva capire. Non ha mostrato molto della sua personalità. Solo quando ti sei fidato di lei. Non avevo fiducia perché non gli piacevo. “Era piuttosto omofobica, non so se adesso abbia aperto di più la mente.”

Dopo aver rivelato questa informazione, l’attore ha continuato il suo racconto ricordando una situazione a cui aveva assistito durante il suo viaggio di laurea: “C’era una situazione speciale a Bariloche, alla festa bizzarra che si tiene normalmente, dove le donne si vestivano con qualcosa di divertente e il uomini Gli uomini rientrano nelle basi del vestirsi da donne. Vado in bagno e vedo tutti gli amici riuniti fuori, come preoccupati, e Nahir piangeva dentro, praticamente aveva un attacco di panico perché era molto omofobica e non riusciva a vedere uomini vestiti da donne.

Infine, dopo aver esaminato il caso di Galarza ed evidenziato il dolore che ha sofferto la famiglia di Fernando Gabriel Pastorizzo, Santiago Jaimovich ha dichiarato: “Spero che un assassino smetta di essere idealizzato e si dia più importanza alla vittima, che era Fernando.”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Classifica Hulu negli Stati Uniti: questi i film più visti del momento
NEXT Celebrità a cui non verranno fatti gli auguri questa festa del papà: da Christian Nodal ad Alfredo Adame