Il backstage dei cinque spettacoli dei Simply Red in Cile

Per il produttore Francisco Goñi, con anni di esperienza nel settore dell’intrattenimento, il fenomeno che ha generato l’interesse esplosivo nel vedere Semplicemente rosso In Cile è stato sorprendente. Il gruppo ha registrato il tutto esaurito in quattro date alla Movistar Arena (5, 7, 8 e 9 marzo 2025), cosa che ha aperto la possibilità di un quinto spettacolo (previsto per il 4 marzo), che è stato messo in vendita il 23 marzo e ha ha avuto una risposta tale da assicurarne un’altra esaurito.

“Comunque sono rimasto sorpreso. -conta al telefono con Culto-E le vendite del quinto spettacolo sono state esplosive, la platea superiore e la tribuna sono già esaurite e ci sono diverse sezioni che stanno già per fare il tutto esaurito. Ma con tutta calma, questo venderà più lentamente degli altri”.

Francisco Goñi, CEO/direttore generale della società di produzione The Fan Lab responsabile di portare Simply Red in Cile

I Simply Red si sono esibiti cinque volte nel paese: nel 1993, a San Carlos de Apoquindo; nel 2000 al Teatro Monumentale; nel 2009, con un celebre spettacolo come numero anglo al Festival di Viña; L’anno successivo, come parte del loro tour d’addio Farewell – The Final Tour, suonarono due spettacoli alla Movistar Arena; e dopo la loro riunione, sono tornati nel 2016 dove hanno offerto altri due concerti molto seguiti nella stessa sede al Parque O’Higgins. In questo ritorno arrivano quelli di Manchester nell’ambito del tour che celebra l’anniversario dei 40 anni dalla fondazione del gruppo nel 1985.

Lo stesso Francisco Goñi, direttore della società di produzione Fan Lab, ha gestito la visita del 2010. Lì ha constatato personalmente l’impatto del gruppo. “Quella volta abbiamo messo in vendita il primo spettacolo e ha venduto molto rapidamente. Poi si è presentata l’opportunità di fare un secondo spettacolo e non eravamo abituati a fare un secondo spettacolo di un artista anglo nell’arena in Cile ed è andato tutto esaurito abbastanza rapidamente. Ma la cosa più interessante di tutte è stata che lì hanno fatto un’attivazione per registrare il concerto e la gente poteva comprarlo proprio lì all’Arena. “È stato qualcosa di davvero unico.”

Il frontman dei Simply Red, Mick Hucknall

Con quell’esperienza che risuona ancora nella sua memoria, tre anni fa il produttore ha avviato le trattative con il manager e agente (il cantante Mick Hucknall non è coinvolto in questo) per riportare in vita il gruppo, cosa che si è concretizzata l’anno scorso. Nel prendere la decisione si è tenuto conto anche di un fatto: Santiago è la città che ascolta di più i Simply Red al mondo, secondo i dati della piattaforma Spotify. “In primo luogo, quando abbiamo analizzato questo concerto, abbiamo visto quanto fossero popolari i Simply Red in Cile e quanto fosse potente la portata della band.”

Come nel 2010, il piano originale per il ritorno era quello di ripetere lo schema dei due concerti, qualcosa che è diventato più comune nel Paese, soprattutto dopo il ritorno dei concerti dopo la pandemia ed eventualmente, se tutto è andato bene, includerne un altro. “Abbiamo iniziato vendendone due, sempre con l’opzione di un terzo”, spiega Goñi.

I primi due concerti sono andati esauriti in poche ore, come previsto. Ciò ha aperto la possibilità di pubblicarne un terzo (annunciato il 20 marzo), anch’esso venduto molto rapidamente. Fu allora che venne l’idea di provare un quarto appuntamento. Ma a quel punto dovevamo coordinare l’agenda del gruppo e i piani per il tour.

“Abbiamo parlato con la band della possibilità di farne un quarto. Ci è voluto molto tempo perché dovevamo guardare il loro programma, perché prima di venire in Cile erano in Messico e poi hanno giocato in Brasile. Nel mezzo ci sono stati alcuni giorni in cui avrebbero visitato altre città della regione. Quando hanno visto la possibilità di fare quel quarto spettacolo, il 5, hanno deciso che invece di andare in un altro paese sarebbero venuti in Cile direttamente dal Messico”.

3c328ec57a.jpg
Movistar Arena

E quando il quarto spettacolo fu messo in vendita, anch’esso iniziò a vendere molto rapidamente. Fu allora che il produttore notò un dettaglio. “Abbiamo visto che molte persone sui social network hanno affermato di essere rimaste senza biglietto, quindi abbiamo controllato quante persone sono rimaste senza biglietto, quella che viene chiamata auto abbandonata, Cioè gente che entrava in biglietteria per comprare e non poteva. Quindi abbiamo pensato: perché non facciamo un concerto più imponente? cioè senza posti in campo in modo che i biglietti fossero più economici. Lì abbiamo iniziato a parlare con la band”. È così che ha cominciato a prendere forma il quinto concerto.

Ma realizzare quel quinto spettacolo ha comportato una sfida significativa. “La prima cosa è che l’Arena non era disponibile. L’altra cosa è che sono finiti il ​​1 marzo in Messico e hanno dovuto portare il carico con l’attrezzatura nel più breve tempo possibile.. Normalmente, dal Messico possono volerci in media 36 ore, tra la dogana e l’intero processo. Con grande sforzo ora lo stiamo abbreviando in modo che arrivi in ​​24 ore. Non sempre è così perché il processo è più lungo; Il concerto finisce, devi imballare tutto il carico, spedirlo con i camion all’aeroporto e poi caricarlo su un aereo cargo. “Quella nave mercantile dal Messico non arriva direttamente in Cile, di solito passa per Miami e poi va qui”.

b554bde49f.jpg
Semplicemente rosso

Per questo motivo, l’annuncio del quinto e ultimo spettacolo è durato più a lungo e si è concluso solo mercoledì 22 maggio. Lì confluirono una serie di dettagli. “Si è verificata la situazione in cui l’Arena era disponibile alla data del 4 marzo e Simply Red ha trovato un modo per gestire tutta quella logistica più velocemente. Hanno visto un charter privato per spedire il carico e anche un aereo privato per la squadra e l’artista, che permette loro di non arrivare così stanchi. La settimana scorsa ci hanno confermato che si poteva realizzare e poi abbiamo iniziato a lavorare per annunciare questo quinto”, dice Goñi.

Il produttore aggiunge che il management di Simply Red era attento a ciò che stava accadendo nel paese con la domanda per i suoi spettacoli. “All’inizio erano scioccati, ma ti direi che sono estremamente felici, con un’impressione molto piacevole”.

I cinque concerti avranno esperienze diverse. “I primi due sono con il campo in piedi, poi gli altri due, gli originali, sono con i posti in campo, e anche l’ultimo che abbiamo appena lasciato è in piedi“Più che altro perché abbiamo visto che c’era tanta gente che voleva andare e se lo facessimo seduti perderemmo 4.000 spettatori in più”, spiega il produttore. Inoltre, per gli spettacoli con posti a sedere è inclusa la cosiddetta Red Carpet experience. “Le persone nella prima sezione dei posti a sedere avranno una lounge, dove avremo un bar collettivo esclusivo, un parcheggio, un’esperienza più unica per quei clienti che hanno già acquistato.”

Per Francisco Goñi, tutto quello che è successo con gli spettacoli è stato parte di una risposta che si è aggiunta al pubblico. “Soprattutto dopo il quarto spettacolo, c’è stata quella che io chiamo Simply Red mania. Sapevamo che sarebbe passato rapidamente, ma non che sarebbe passato in 6 giorni. In Cile hanno già una base di fan, hanno molti successi e sono una grande band, ma ti direi che da allora è diventato qualcosa che andava oltre il semplice fan. La gente cominciò a dire: “Andranno tutti a quel concerto, quindi non posso perdermelo”.

a131ca271e.jpg
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il prezioso ruolo di Zara e Mike Tindall nella famiglia reale (al di là dei loro titoli ufficiali)
NEXT concerto solista a La Macarena