La sorpresa di Juana Viale quando ha indossato un abito Gino Bogani davvero speciale

La sorpresa di Juana Viale quando ha indossato un abito Gino Bogani davvero speciale
La sorpresa di Juana Viale quando ha indossato un abito Gino Bogani davvero speciale

Juana Viale e Gino Bogani a pranzo con Juana (Foto: El Trece)

Giovanna Viale Oggi ha aperto il suo programma con un abito dorato disegnato da Gino Bogani, un designer che l’accompagna dall’inizio dei suoi programmi. La conduttrice ha raccontato ogni dettaglio e ha raccontato la storia degli abiti che indossava.

“Che bel vestito, creazione del signor Bogani. L’ho usato due anni fa per la famiglia Martín Fierro. Non vediamo l’ora di rivivere un po’ tutto ciò che ha creato Gino. Si tratta di un abito realizzato in micro palette, color oro, tutto in sbieco con a corpetto irregolare”, ha detto, continuando a raccontare del suo vestito. “Che bella la schiena, con lo scollo che si chiude al collo, come puoi vedere, sempre più chiuso. Molto carina. Potete vedere le mie piccole cose qui, ma il signor Bogani mi ha mandato dei lavori molto carini”, ha detto, per menzionare il riconoscimento ricevuto.

Juana Viale ha indossato l’abito creato da Gino Bogani (Foto: El Trece)

“Ci congratuleremo con lui perché è stato nominato un contributo alla cultura della Città di Buenos Aires”, ha detto, mentre la telecamera inquadrava la figura di Viale, chiedendo alla produzione fuori campo: “Quanti anni ? 53 anni di contributo alla cultura. Un po’ di più, beh, ma la verità è che ha tutta la magia, tutta la creazione e tutto l’artista che è il signor Gino”, ha detto.

“Quindi più che meritato. È un genio. La verità è che Lui è un artista, non è una persona che realizza abiti, crea stimoli, dà un senso.. Guarda com’è carino, eh? Molto bello, un riconoscimento molto meritato”, ha continuato, a quel punto ha chiesto al grande stilista di presentarsi sul pavimento per salutarlo, cosa che non ha voluto perché, ha dichiarato, non era vestito per apparire davanti alla telecamera. Alla fine, la cheerleader poteva fare di più e finirono per sciogliersi in un abbraccio.

Ricordiamo che questa settimana è stata gratificante per Bogani per aver ricevuto l’onorificenza da parte dell’organo legislativo che gli ha riconosciuto la sua lunga e prolifica carriera. Gino era accompagnato da cari amici come “sua sorella della vita” Graciela Borges, e da grandi modelle che hanno sfilato per lui, come Mora Furtado, Mariana Arias, Andrea Frigerio e persino la stessa ospite del pranzo, Juana Viale.

Gino Bogani riceve i saluti dei suoi amici nella Legislatura di Buenos Aires, dove è stato riconosciuto per essere parte della cultura del nostro Paese (Foto: Nicolas Stulberg)

Juana Viale accompagna Gino Bogani nella legislatura di Buenos Aires (Foto: Nicolas Stulberg)

Ma bisogna anche ricordare che il creatore di haute couture ha subito una rapina da un milione di dollari nella sua casa e laboratorio situato nel quartiere Recoleta di Buenos Aires, dove tre criminali armati lo hanno sorpreso nelle prime ore del mattino. Ciò è avvenuto il 6 maggio, ma si è saputo solo martedì della settimana scorsa.

Secondo fonti della polizia, i ladri sono entrati nell’abitazione sita al 1000 Rodríguez Peña vestiti di nero, con il volto coperto e i guanti. Entrarono in casa e anche nel laboratorio e presero orologi di fascia alta (Bulgari, Rolex e Cartier), gioielli, 5.000 euro, 8.000 dollari e 400.000 dollari.

Appena i ladri si sono dati alla fuga, Gino Bogani ha chiamato la Questura per sporgere denuncia al Commissariato di Quartiere 2B. “Uno dei dipendenti ha chiamato i servizi di emergenza sanitaria. Dalle indagini è emerso che sono entrati con la chiave dell’officina e da lì sono andati a casa”, hanno detto gli specialisti che stanno svolgendo le indagini sulla rapina.

Il couturier si è rifiutato di rilasciare dichiarazioni alla stampa, nessun media ha potuto ottenere la parola di Bogani, tranne quando è stato interrogato da un giornalista che gli ha detto non appena ha accettato di fargli una domanda, la notte in cui è stato riconosciuto culturalmente: “Erano due ore terribili”, ha chiesto il notaio e in quel momento Bogani non è riuscito a trattenere la rabbia: “No, erano divertenti, cosa mi chiedi?” Ha risposto ironicamente. “So che lo fai con buone intenzioni, ma lasciami in pace, per favore. Stai facendo il tuo lavoro e lo capisco, ma è così”, ha detto.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Milett Figueroa disapprova il nuovo look di Marcelo Tinelli, secondo un giornalista argentino: “Non gli è piaciuto”
NEXT Il film vincitore del BAFICI 2024 sarà presentato in anteprima a Buenos Aires