“Sto male, sono un ragazzo felice e sto andando avanti”

“Sto male, sono un ragazzo felice e sto andando avanti”
“Sto male, sono un ragazzo felice e sto andando avanti”

Uno dei grandi applausi della premiazione Martín Fierro di Radioche sono state consegnate a La Rural, sono state scattate dal giornalista Emiliano Pinson (52), salito sul palco per ringraziarlo del premio vinto come “miglior commentatore sportivo”.

Dopo aver vinto la rosa dei candidati su Fernando Pacini (Mitre), Martín Liberman (Late) e Sofía Martínez (Urbana Play), il giornalista che lavora a DSPORTS Radio ha tenuto un discorso emozionante in cui ha menzionato la sua vita con il Parkinson.

“Puoi immaginare che sia una notte molto speciale per me. Dovrei ringraziare tante persone, tantissime che sono qui. Innanzitutto… ai miei figli Joaquín, Valentín e Victoria, che sono il motore della mia vita. Paula, hai capito tutto, nonostante la distanza, sappiamo cos’è la famiglia e l’abbiamo messa insieme molto bene”, ha esordito Pinsón, all’attenzione di tutti i presenti.

E, commosso, continua: “Tre anni e mezzo fa mi hanno diagnosticato il Parkinson. Eppure c’erano tante persone che si fidavano di me. Non osavo dirlo, mi vergognavo, eppure c’erano persone di DSPORTS Radio che mi ha detto ‘Emiliano, ti vogliamo per un programma domattina con Gastón Recondo’. Ho detto loro ‘Ho il Parkinson’. ‘E?’, mi hanno risposto. Quelli di noi che hanno un problema neurologico o una malattia hanno ancora qualcosa da dare.

Emiliano Pinsón ha vinto il premio Martin Fierro de Radio nella rosa dei commentatori sportivi. Cattura la TV.

“Non dobbiamo cancellarci. Abbiamo bisogno di aiuto e dobbiamo lasciarci aiutare anche noi”ha detto Pinsón, portando in mano il premio conferito dall’Associazione dei Giornalisti Televisivi e Radiofonici dell’Argentina (APTRA).

E ha continuato: “Non è facile lasciarsi allacciare le scarpe o farsi tagliare il cibo… i miei amici, quelli di Castelar, lo fanno e all’inizio ero imbarazzato ma poi ho capito che la mia vita doveva essere così” A proposito del Parkinson E da molte altre malattie non si esce da soli, Ne esce con le persone, con gli amici, con gli ascoltatori, con i telespettatori, con la forza che loro mi danno…”.

Emiliano Pinsón ha commosso i presenti con le sue parole. Cattura la TV.

“Vado avanti, non avevo altra scelta. Molti mi dicono “sei coraggioso”. No, non sono coraggioso, voglio vivere. Ecco perché vado avanti. Non posso restare nel passato. Il futuro non dipende da me, il presente dipende da me. E ora è essere un ragazzo felice. “Sono malato, sono un ragazzo felice e sto andando avanti.”ha affermato anche il giornalista di ESPN.

“Ed è quello che chiedo a tutti voi, di pensare a oggi, non tanto a quello che è successo. E dire “ti amo”, perché il maestro guarisce, e lo dico sul serio. Grazie!”ha chiuso Pinsón, che ha ricevuto grandi applausi.

Emiliano Pinsón, con il suo Martin Fierro de Radio. Foto Marcelo Carroll.

Emiliano Pinsón e il suo lavoro in radio

Nel mese di aprile Pinsón annunciò la sua decisione di abbandonare il ciclo Su, dannazione, condotto da Gastón Recondo su DSPORTS Radio, ciclo per il quale ora ha vinto il Martín Fierro, per concentrarsi sulla sua salute.

“Mi resta poco tempo, non è uno scherzo. Cerchiamo di non farlo, le statistiche sono sempre fatte per essere infrante. In generale, chi ha la mia malattia finisce sulla sedia a rotelle, quasi senza parole o con problemi di linguaggio. Non so se questa sarà la mia fine, spero di no. Cercherò di non farlo. “Farò tutto il possibile per assicurarmi che non succeda così, ma può succedere.”osservò quel giorno davanti al microfono.

Da allora il giornalista ha portato avanti il ​​suo programma alla radio Stanno dicendo, Domenica dalle 11:00 alle 14:00

E ha anche partecipazioni speciali nel programma Più di una Coppa, che si svolge dal lunedì al venerdì, condotto da Daniel Retamozo, dalle 14:00 alle 17:00.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT I fan adorano il waifu di 2.5 Dimensional Seduction – Kudasai