Céline Dion è scoppiata in lacrime alla presentazione del suo documentario

Céline Dion è scoppiata in lacrime alla presentazione del suo documentario
Céline Dion è scoppiata in lacrime alla presentazione del suo documentario

Celine Dion ha condiviso il suo desiderio di tornare sul palco tra le lacrime Crediti: X/Variety

Céline Dion si è commossa fino alle lacrime durante la presentazione del suo documentario Sono Céline Dion (Io sono: Céline Dion)che descrive in dettaglio la sua lotta contro sindrome della persona rigidaun disturbo neurologico che gli ha impedito di esibirsi sul palco negli ultimi tempi.

Questa storia straziante è stata presentata all’Alice Tully Hall di New York, dove l’artista è stato accolto con una standing ovation da un pubblico entusiasta.

In un discorso emozionante, Dion ha sottolineato il sostegno fondamentale dei suoi figli, René-Charles, Nelson e Eddy, che erano presenti all’evento. “Non sarei qui senza l’amore e il sostegno quotidiano dei miei meravigliosi figli.”, ha dichiarato il cantante, visibilmente commosso e con la voce rotta.

Celine Dion riflette sulla sua lotta contro la sindrome della persona rigida in un nuovo documentario su Amazon Prime. Crediti: Amazon Prime.

Durante la presentazione, Dion ha espresso la sua gratitudine al regista del documentario, Irene Taylorriconoscendo il suo “talento incredibile” per aver rappresentato la sua storia “con così tanto sentimento e tenerezza”.

Allo stesso modo, Dion ha elogiato la sua neurologa, Amanda Piqué, che ha avuto un ruolo cruciale nella sua diagnosi: “Grazie, Amanda, per aver risolto il mistero sulla mia salute”.

Dettagli del documentario La battaglia di Céline Dion contro la sindrome della persona rigida che ha influito sulla sua capacità di agire negli ultimi anni (Prime Video)

Il documentario, che sarà presentato in anteprima nel Primo Video il 25 giugno, offre un ritratto non filtrato delle esperienze di Dion di fronte a questa malattia rara. All’evento, Dion ha commentato che “questo è, di gran lunga, il pubblico più numeroso che abbia avuto negli ultimi anni”, accolto con calorosa accoglienza dal pubblico.

Inoltre, nella stessa notte, Celine Dion ha annunciato un generoso donazione di 2 milioni di dollari alla Cattedra di Neurologia Autoimmune della Fondazione Céline Dion presso l’Università del Colorado, che sarà presieduta dalla sua neurologa Amanda Piqué.

L’artista ha sottolineato il sostegno fondamentale dei suoi figli René-Charles, Nelson e Eddy, presenti all’evento (Prime Video)

Durante il suo discorso, ha sottolineato l’importanza di questo contributo per far avanzare la ricerca sulle malattie autoimmuni.

Mentre l’emozione dominava l’atmosfera, René-Charlesil figlio maggiore di Dione, Egli venne in suo aiuto donandole un fazzoletto per asciugarle le lacrime..

Visibilmente commossa, la Dion ha rivolto alcune parole ai suoi fan: “Grazie a tutti, dal profondo del mio cuore, per aver preso parte al mio viaggio. Questo film è la mia lettera d’amore per ognuno di voi“, ha espresso.

La performer ha descritto il documentario come la sua lettera d’amore ai fan, che sono stati un pilastro della sua carriera (Prime Video)

L’impatto del documentario va oltre il semplice racconto di una storia di malattia e guarigione; Mette in risalto anche la carriera impegnativa ma incrollabile di un artista che è stato una figura rilevante nella musica per decenni.

La tua presenza nel mio viaggio è stata un dono inestimabile.. Il vostro infinito amore e sostegno in tutti questi anni mi ha portato a questo momento”, ha detto Dion con gratitudine al suo pubblico.

Infine, il documentario è atteso con grande attesa. Sono Céline Dion Non rappresenta solo un pezzo cinematografico sulla vita di una star, ma anche una testimonianza di resilienza e forza di fronte alle avversità, che ha impressionato sia i critici che i suoi seguaci in tutto il mondo.

Dion ha sottolineato l’importanza del suo contributo alla ricerca sulle malattie autoimmuni presso l’Università del Colorado (REUTERS/Mike Blake)

Celine Dion ha rivelato di assumere fino a 90 milligrammi di Valium al giorno per controllare i sintomi della sindrome della persona rigida (SPS), una dose che potrebbe essere letale. Al cantante è stato diagnosticato questo disturbo neurologico nell’agosto 2022.

In un’intervista con NBC News, ha detto di aver iniziato con 20 milligrammi di Valium, ma di aver progressivamente aumentato la dose fino a 90 milligrammi per rilassare il corpo a causa dei forti spasmi muscolari.

A causa delle sue condizioni, Celine Dion consumava 90 milligrammi di Valium al giorno. Una dose che avrebbe potuto essere fatale REUTERS/Andrew Kelly IMMAGINI TPX DEL GIORNO

“Novanta milligrammi possono ucciderti. Puoi smettere di respirare. Ma in un attimo il mio corpo si è abituato“, ha detto il vincitore di cinque Grammy Awards.

Dopo aver interrotto l’attività a causa della pandemia di COVID-19 nel 2020, Dion ha deciso di ridurre il consumo di farmaci con l’aiuto medico per evitare rischi. Tuttavia, quando ha smesso di prendere i farmaci, i suoi sintomi sono peggiorati, rendendogli difficile cantare.

La vincitrice del Grammy ha espresso l’impatto emotivo della malattia: “Non sapevo più chi ero perché non sono più la persona che ero.”

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT I fan adorano il waifu di 2.5 Dimensional Seduction – Kudasai