Oliver Platt condivide il suo segreto per recitare contemporaneamente in “The Bear” e “Chicago Med”.

Oliver Platt condivide il suo segreto per recitare contemporaneamente in “The Bear” e “Chicago Med”.
Oliver Platt condivide il suo segreto per recitare contemporaneamente in “The Bear” e “Chicago Med”.

LONDRA (AP) – Il tempismo è tutto.

Dopo nove anni nel ruolo del Dr. Daniel Charles in “Chicago Med” della NBC, Oliver Platt ha deciso di mostrare i suoi muscoli nella recitazione e ha chiesto al suo agente se c’era qualcun altro che potesse interpretare per un po’.

La prima offerta arrivata? Zio Jimmy in “L’Orso”.

Questo accadeva prima che il melodramma del ristorante di FX andasse in onda e nessuno sapeva che lo spettacolo di Christopher Storer sarebbe diventato un grande successo pluripremiato.

“Mi sono sentito come un ospite per cinque minuti in ‘The Bear'”, dice Platt. “Forse questo mi rende semplicemente fortunato o semplicemente mi rende bravo a insinuarmi in una situazione, non lo so.”

E se c’è qualcuno che sa come essere una guest star capace di rubare la scena, quello è Platt.

È stato in corsa per un Emmy Award tre volte dopo essere apparso come ospite in una serie televisiva, in particolare “The West Wing” e “Nip/Tuck”.

La nomination più recente di Platt come guest star è stata per aver interpretato il misterioso zio in “The Bear”, ed è tornato per la seconda e terza stagione come fan.

“Non ho potuto lavorare in cucina nella prima stagione, ero così entusiasta di incontrare tutti”, dice, sottolineando che nel 2022 le sue uniche scene sono state con Jeremy White e Eban Moss-Bachrach (rispettivamente Carmy e Cousin) .

“Il mio primo giorno sul set nella seconda stagione è stato in realtà al ristorante, in cucina. E sono rimasto letteralmente senza parole. “È un ambiente meraviglioso.”

Lo zio Jimmy ritorna ancora una volta, il 27 giugno, per la terza stagione di “The Bear”.

Sul set Platt si chiama “Unc” (zio) e a New York, dove vive, l’attore quando cammina viene chiamato “Yes chef”.

Dice che passare più tempo con l’uomo dei soldi, noto anche come Cicerone, nei nuovi episodi potrebbe rivelare qualcosa in più su chi è.

“Il personaggio è molto divertente così come è scritto. “È come se non sapessi mai cosa otterrai, la figura paterna gentile ma un po’ contorta o il dannato ragazzo del vicinato che vuole indietro i suoi soldi”, ha detto. “Quello che vedi non è necessariamente quello che ottieni.”

Sia “The Bear” che “Chicago Med” sono ambientati e girati a Chicago, quindi Platt ha potuto lavorarci lo stesso giorno, percorrendo i 200 metri (180 metri) tra i suoi due trailer cinematografici.

“È molto divertente”, dice del doppio lavoro. “Aggiunge sapore alla giornata” e nella sua vita chiamava entrambi i programmi “regali”.

C’è stato solo un errore quando Platt stava provando il dialogo nei panni del Dr. Charles, ma ha accidentalmente incanalato l’accento tormentato di Chicago di zio Jimmy.

“Il regista mi ha detto: ‘Oliver, che cos’è? ‘Cos’è questo accento?'”

“È stato molto facile per me diventare il dottor Charles. “Lo faccio da otto anni, ma lo zio Jimmy è relativamente nuovo e penso che inconsciamente mi stesse preparando per il pomeriggio.”

Un’altra apparizione come ospite per Platt che ha ricevuto una nomination è stata nel ruolo del consigliere della Casa Bianca Oliver Babish in “The West Wing”, dove il suo personaggio fornisce consulenza legale durante le stagioni due, tre e sette.

Parlando con lo scrittore e produttore esecutivo Aaron Sorkin prima di arrivare sul set, gli è stato detto di fare suo il ruolo e lo ha preso come un permesso per essere un po’ sciolto e spontaneo con la sceneggiatura, solo per scoprire rapidamente che non era così. .

“Non sono sempre così buono parola per parola, anche quando queste sono le regole. Quindi… c’era un po’ di nonnismo su “The West Wing”. Conoscevo molti membri del cast e loro venivano da me e mi prendevano in giro dicendo: ‘Non preoccuparti, amico, siamo stati tutti lì.'”

Platt è entusiasta di iniziare nuovamente le riprese della decima stagione di “Chicago Med” a luglio nei panni dello psichiatra preferito dai fan, il dottor Daniel Charles, che dice di “amare” interpretare.

Sua madre era un’infermiera psichiatrica e ricorda di aver detto di svegliarla se alcuni pazienti avessero chiamato fuori orario.

“Molti problemi di salute mentale sono curabili. La cosa principale è convincere le persone a chiedere aiuto”, afferma Platt.

“Adoro il fatto che raccontiamo storie che allontanano lo stigma dai problemi di salute mentale e che, in una buona settimana, 10 milioni di persone vedranno quelle storie, quindi è una cosa grandiosa.”

Recitare in un dramma medico significa lavorare con molti attori ospiti ed è meno probabile che abbiano ruoli ricorrenti.

“Il piccolo sporco segreto di una serie di lunga durata, giusto?, è che sono le guest star che arrivano e provano, tipo, le grandi emozioni”, dice.

“Sappiamo che o se ne andranno prima con i piedi oppure se ne andranno da lì. Cosa succederà?”

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT I fan adorano il waifu di 2.5 Dimensional Seduction – Kudasai