A 80 anni e più attuale che mai: ecco come si presenta oggi Johnny Tedesco, il re del maglione

La prima cosa che leggi quando entri nel profilo Instagram di Johnny Tedesco è che, nella sua biografia sul social network, ha scritto “Making Rock and Roll since 1961” e potremmo dire che non è stato all’altezza.

Ci sono stati più di sessant’anni in cui il musicista ha segnato una svolta nella storia della nostra musica. In tempi in cui le nuove generazioni di artisti nazionali del genere urbano stanno creando una scuola nel mondo, Johnny Tedesco È riconosciuto dalla Legislatura di Buenos Aires per la sua carriera e perché, qualche tempo fa, si è anche inserito tra le figure che hanno scosso la scena con le sue canzoni.

Il suo vero nome è Alberto Felipe Soria Tedesco.

Nel 1961, Johnny Tedesco ha pubblicato il suo primo album. “Vuelve Primavera” era sul lato A e “El Rock del Tom Tom”, una sua composizione, sul lato B. “El Rock del Tom Tom” è stata la prima canzone rock composta da un argentino in spagnolo ed è anche considerata il primo pezzo rockabilly. registrato fuori dagli Stati Uniti.

“L’ho registrata quando avevo 16 anni. È una melodia che mi svegliava la notte. Negli Stati Uniti e in Europa è considerato il primo rockabilly sudamericano”, ha detto l’artista in un’intervista a Clarín.

Fonte: (YouTube Johny Tedesco – Tema)

Nel giro di poche settimane furono vendute più di mezzo milione di copie e la sua fama fu catapultata, portandolo a diventare una star della musica e dei media. “Il re dei maglioni”, come era conosciuto per il vestito che indossava sempre, fu il primo artista ad avere un fan club.

Un anno dopo essersi dedicato alla musica, fa parte del gruppo “El Club del Clan”, una serie televisiva su Canale 13 dove condivide il cast con Palito Ortega, Violeta Rivas, Nicky Jones, Chico Novarro, Jolly Land, Lalo Fransen e Raúl Lavié, tra gli altri. Il programma ha raggiunto più di 50 punti di ascolto.

Johnny Tedesco con Violeta Rivas e Palito Ortega.

“Il significato che quel programma ti ha dato è stato enorme. Le prime ragazze a guardia della porta di una casa sono state la porta di casa mia. Successo, fama, denaro. Il gruppo che componeva il programma televisivo non poteva essere sostenuto perché eravamo tutti famosi. Durò tre anni. I miei fine settimana erano quattro spettacoli in una notte”, ha ricordato in una nota a Clarin.

Oltre alla televisione, è arrivato al cinema con titoli come “Non essere crudele” (1996), “Una finestra sul successo” (1966), “Escala musical” (1966) e “Cleopatra era Cándida” ( 1964). “Sono grato per la vita. Dio è sempre stato molto presente in me, mi ha accompagnato nei momenti più felici e in quelli più difficili”, ha dichiarato durante il suo recente mandato nella Legislatura, dove ha ricevuto il riconoscimento di eccezionale personalità della cultura. .

Johnny è stato menzionato come personalità di spicco nella Cultura all’inizio del mese.

Il presente

molto tempo fa, Johnny Tedesco Ha dichiarato in un’intervista: “Finché avrò la voce, continuerò a registrare e suonare. Ho bisogno di un canale di espressione. Se mi chiedi cosa mi piacerebbe fare in futuro, ti dico di non smettere di farlo”. quello che ho sempre fatto”, e così via. Continua recitando e dedicandosi al suo talento.

Johnny Tedesco oggi.

Al di là dell’amore e del rispetto incommensurabili che ha da parte dei suoi fan, la sua famiglia lo sostiene e lo fa avanzare nella sua spettacolare carriera.

Johnny nella legislatura.

“Voglio ringraziare soprattutto la mia famiglia, con in testa il capitano. Nilda Vega, mia moglie. I miei figli, i miei nipoti e Catalina che deve ancora venire. Sì, diventerò di nuovo nonno”, ha detto con gioia in Legislatura.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT I fan adorano il waifu di 2.5 Dimensional Seduction – Kudasai