‘Challengers’: Zendaya sfida i pregiudizi in un dramma sportivo che arriva nei cinema

‘Challengers’: Zendaya sfida i pregiudizi in un dramma sportivo che arriva nei cinema
‘Challengers’: Zendaya sfida i pregiudizi in un dramma sportivo che arriva nei cinema

Oltre a recitare, Zendaya è anche la produttrice di “Challengers”. Foto: per gentile concessione di ROLA (Immagini della metropolitana Goldwyn Mayer)

Essere una promessa mondiale e reinventarsi dopo un duro colpo nella vita, è la sfida della vita che Zendaya incarna nel film Sfidantiche uscirà nelle sale il 25 aprile.

Il film, diretto da Luca Guadagnino, racconta la storia di Tashi Duncan (Zendaya), una giovane tennista che, essendo una stella nascente, vede la sua carriera interrotta da un infortunio che la costringe al ritiro.

Prima del momento fatidico, due inseparabili amici e tennisti in allenamento, Patrick Zweig – interpretato da Josh O’Connor – e Art Donaldson – interpretato da Mike Faist -, si innamorano di Duncan e sviluppano una rivalità per catturare l’attenzione dell’atleta.

Sfidanti ha suscitato grandi aspettative e polemiche allo stesso tempo, a causa delle anticipazioni che ritraggono il triangolo amoroso tra i personaggi. La narrazione non lineare intervalla momenti del passato e del presente per raccontare la storia d’amore che nasce tra gli atleti fin da quando erano giovani.

PER SAPERNE DI PIÙ: ‘Dune 2’ lo impone: vi spieghiamo perché dovete vederlo sullo schermo cinematografico più grande che riuscite a trovare

Col passare del tempo, Tashi Duncan sposa Donaldson e diventa il suo allenatore, portandolo ai più grandi successi sportivi.

Tuttavia, il dramma ritorna nelle loro vite quando, nel mezzo di una strategia per far uscire il marito da una serie negativa, gli schemi del tennis decidono di mettere Zweig come rivale, riaccendendo la loro storia intricata.

‘Challengers’ ha un ottimo lavoro di ambientazione per ricreare gli scenari e le situazioni che circondano il mondo del tennis. Foto: per gentile concessione di ROLA
(Niko Tavernise/Niko Tavernise)

Per quanto riguarda il suo personaggio, Zendaya ha dichiarato di identificarsi con quello di Duncan, per lo stretto legame che entrambi sviluppano tra la loro personalità e la loro passione per il lavoro.

“Sta facendo tutto il possibile per controllare tutto e avere il controllo delle sue emozioni, per ottenere ciò che vuole e di cui ha bisogno dalla vita, ma non sono sicuro che sappia dove tutto questo la porterà. “Penso che molte donne si rivederanno in Tashi”, ha detto l’attrice. Euforia.

Sfidanti Secondo Zendaya, lo sport è una metafora per parlare di questioni più profonde, come si riflette nel film “Challengers”. Foto: per gentile concessione di ROLA (Niko Tavernise/Niko Tavernise)

Da parte sua, il regista del film ha sottolineato la sfida di realizzare un film ambientato in uno spazio sportivo e la sorprendente sinergia che questo tema possiede per presentare i conflitti nelle relazioni con il pubblico.

“Non sapevo nulla di tennis, ma il mio lavoro come regista è studiare e scoprire cose che prima non sapevo. È stata una grande opportunità per me capire come le dinamiche del desiderio e le dinamiche del controllo e dell’autocontrollo si riflettono nella bellezza e nell’abilità del gioco del tennis”, ha affermato Guadagnino.

Al via giovedì 25 aprile il film Sfidanti Sarà disponibile in tutte le sale cinematografiche del paese.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Novità: MUBI aggiunge speciali a maggio su Radu Jude, Isabella Rossellini e il Festival di Cannes