5 film d’animazione da vedere se ti sono piaciuti

In Garfield (2024), l’illustre gatto arancione dei cartoni animati, prende nuova vita. Non solo, perché il lungometraggio esplora – per la prima volta sul grande schermo – le sue origini. Anche perché riesce a trasformare la nota storia del felino lunatico, con l’amore per le lasagne e l’avversione per il lunedì, in una storia di crescita. Con la voce di Chris Pratt, il personaggio diventa molto più unico e complesso di quanto si possa pensare. Uno, che vive anche un’avventura che può far ridere e piangere quasi nella stessa sequenza. Una sorpresa – e una delizia – per gli amanti dei film d’animazione.

Il film è l’ultima aggiunta alla crescente raccolta di buone trame che utilizzano l’animazione come veicolo di sperimentazione. In particolare, approfondiscono la capacità del formato di consentire una libertà creativa raramente riscontrabile in altri. Ma oggi, va aggiunta, la capacità che ha il genere di abbracciare sia trame adulte che altre più innocenti. Il tutto, nel mezzo di un umorismo stravagante che utilizza disegno, colore e musica, per esplorare il nobile e ingenuo della natura umana.

Iscriversi per Stella+ e avrai accesso a le migliori serie e film esclusivi COME Alieno, I simpson, X Uomini E Morti che camminano. Include Originali di stelle E tutti gli sport da espncome LaLiga, Champions League e F1.

Combinato+ è lui pacchetto definitivo che ti permetterà di risparmiare divertendoti tutti i contenuti di Disney+, Star+ e tutti gli sport ESPN, compreso il calcio dei migliori campionati del mondo. Il miglior pacchetto al miglior prezzo

Vi lasciamo cinque film che potrete vedere se vi sono piaciuti Garfield. Da un classico istantaneo con una firma spagnola, alla celebrazione del centenario Disney. La selezione copre i più interessanti film d’animazione contemporanei e anche, le sue infinite ed entusiasmanti possibilità. Il meglio che può offrire al mondo del cinema.

Sogni robotici

L’amicizia unica tra un robot e un cane è al centro di questa premessa malinconica che lo sceneggiatore Pedro Berger ha portato nella dimensione di una fiaba moderna. Uno che ci commuove fino alle lacrime, grazie al suo modo di approfondire l’amicizia, l’amore e il dolore della perdita. Ma, soprattutto, metafora della ricerca dello scopo e della trascendenza.

Con tutto il ritmo di un film muto, il film candidato all’Oscar Robot Dreams, utilizza un’animazione semplice per rendere la trama più accattivante. Soprattutto quando diventa un viaggio commovente che trova i suoi momenti più teneri nei momenti più simbolici.

Da New York, che Berger immagina meccanizzata e lucente, alla riva del mare, con le sue tinte crepuscolari. Il film attraversa paesaggi diversi, in un modo per esprimere il passaggio del tempo, l’apprendimento e la redenzione. Per il suo finale emozionante, Sogno roboticos, crea un mondo su misura per te che diventa teUna visione onirica sullo scorrere del tempo e sui legami che sopravvivono all’oblio.

Saga di Kung Fu Panda

Il panda gigante, doppiato da Jack Black, ha fatto molta strada dalla sua prima avventura nel 2008. Prima alla ricerca della sua identità di eroe e poi, diventandolo, affrontando ogni tipo di pericoloso nemico.

La verità è che il personaggio è diventato una delle figure più accattivanti del mondo dell’animazione contemporanea. Soprattutto per il modo in cui la saga unisce il buon cuore alle migliori scene d’azione. Con la sua esplorazione del genere wuxia Cinese, al quale rende affettuoso omaggio in molte delle sue sequenze più riuscite, Le avventure di Po dimostrano la capacità dell’azione di mescolare vari elementi cinematografici.

Ma è stato l’evento di Kung Fu Panda 4, il che dimostra che, nonostante sia passato più di un decennio dal suo arrivo al cinema, il franchise non cresce più. Molto di più, approfondendo il suo universo e i suoi personaggi, fino a creare addirittura una nuova generazione di eroi. Se le vostre sono trame che fanno ridere a crepapelle, ma sanno anche commuovere, Le avventure del Guerriero Dragone sono per te.

Ruby: Avventure di un Kraken adolescente

Ruby (Lana Condor), è un’adolescente che, come tutte le altre, sta cercando di ottenere il permesso di andare al ballo di fine anno. Solo che c’è un problema. Non è proprio una ragazza. In realtà, lei e la sua famiglia sono creature marine che si fingono umane. E non chiunque: fanno tutti parte dell’eccellente razza dei Kraken, destinati a proteggere il mare e il mondo intero dai pericoli che in esso si annidano.

Ma Rubi non sa – o non vuole – saperne nulla, mentre cerca di integrarsi alla Oceanside High, la scuola superiore che frequenta. A maggior ragione, quando la sua unica amica è Chelsea (Annie Murphy), una sirena in incognito della terraferma e figlia del nemico mortale del regno Kraken, lei diventa il centro dell’attenzione. Tutto peggiorerà quando entrambe le ragazze decideranno di scontrarsi con i disegni di entrambi i regni marini e unire le forze per sfuggire al destino che hanno ereditato dalle rispettive madri. E nel caso di Rubi, nonna maestosa.

Naturalmente, niente è così semplice e presto Rubi scoprirà che la sua natura formidabile la chiama a compiere il suo destino. Che non è altro che proteggere chi ne ha bisogno dallo stalking di creature malvagie. E nel suo caso, uno che è stato più vicino di quanto pensasse. Con una storia più complessa di quanto sembri e un cast vocale che comprende Jane Fonda e Toni Collette, Ruby: Avventure di un Kraken adolescenteaffascina. Anche, È un’adorabile sorpresa per gli amanti dell’animazione.

Orione e l’oscurità

Lo sceneggiatore Charlie Kaufman ha preso la paura del buio di molti bambini e l’ha trasformata in una storia accattivante su come affrontare le paure e lasciarsi alle spalle il dolore. Ma molto di più, in una storia che si avvicina agli elementi delle fiabe, senza pretendere di esserlo. Quindi c’è molto senso dell’umorismo contorto e anche una corrente sotterranea filosofica molto sottile e intelligente.

Tutto quanto sopra viene convertito in Orione e l’oscurità, disponibile su Netflix, in uno strano mix tra le esperienze di un bambino in un classico in arrivo e, allo stesso tempo, in una riflessione sulla maturità. Che, tra dozzine di battute che solo gli adulti – e i lettori appassionati – coglieranno, senza che ciò renda la sua argomentazione meno innocente e infantile.

Per il suo finale sorprendente ed emozionante, che delizierà gli amanti dei film classici, il film ha chiarito qualcosa. È una gioia tanto per coloro che desiderano la loro infanzia quanto lo è per i più piccoli di casa. Un connubio insolito che il film riesce a realizzare con maestria.

Desiderio: il potere dei desideri

La celebrazione del centenario dello studio Disney è meno sontuosa del previsto e potrebbe sembrare l’ennesima storia di una giovane donna alla ricerca del proprio destino. Ma in realtà, l’avventura di Asha (Ariana DeBose) alla ricerca del potere che possiede realizza i desideri del cuore, riassume la lunga storia dell’azienda nel mondo del cinema.

Data di in alto su Disney Plus ora e risparmia grazie all’abbonamento annualecon il quale puoi goderti il ​​suo intero catalogo di serie e film. Accesso alle ultime versionial catalogo di stella e ai migliori documentari del National Geographic.

Allo stesso tempo, esplora l’ampio repertorio di storie animate in Mickey Mouse Clubhouse. Il risultato è un tributo sincero e, se vuoi, umile a una traiettoria che ha cambiato l’industria di Hollywood. Allo stesso tempo, un riconoscimento a tutti i personaggi che, prima o poi, hanno reso Disney accattivante. E anche se il film non sempre mantiene tutto ciò che promette, finisce per essere davvero affascinante e… commovente come una bella fiaba. Che alla fine è quello che è.

Ricevi la nostra newsletter ogni mattina. Una guida per comprendere ciò che conta in relazione alla tecnologia, alla scienza e alla cultura digitale.

In lavorazione…

Pronto! Sei già iscritto

Si è verificato un errore, aggiorna la pagina e riprova

Anche in ipertestuale:

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Star Wars Day: la sua origine e perché si celebra il 4 maggio
NEXT 5 anteprime essenziali da vedere questo fine settimana