La frase di Bernard Hill ne “Il Signore degli Anelli” secondo cui tutti si stanno riprendendo per salutare l’attore dopo la sua morte


La morte di Bernard Hilll’indimenticabile interprete di ‘Il Signore degli Anelli’ E ‘Titanico’ Ci ha lasciato congelati. L’attore veterano ha dato vita a Capitano Edward Smith nel film premio Oscar di James Cameron e re Theoden, uno dei personaggi più mitici dell’universo di JRR Tolkien, in “Il Signore degli Anelli: Le Due Torri” e dentro “Il Signore degli Anelli: Il ritorno del re”, l’ultimo capitolo della trilogia cinematografica di Peter Jackson che, tra l’altro, è disponibile su Prime Video e HBO Max.

Dave Etheridge-Barnes

Nonostante altri ruoli importanti nella sua vasta carriera professionale di oltre 40 anni, ecco la sua presenza “Esecuzione imminente” sotto la direzione di Clint Eastwood, nel “Valchiria”uno dei migliori film di Tom Cruise, o anche quello premiato con l’Oscar ‘Gandhi’ del regista Richard Attenboroughl’attore sarà sempre legato a questi due personaggi.

Proprio al momento dei saluti, i fan stanno recuperando su RRSS la frase che Bernard Hill ha pronunciato ne ‘Il Signore degli Anelli’ in bocca al suo personaggio, Re Théoden. Perché, infatti, c’è vita al di là di citazioni già consacrate come “Il mio tesoro”, “Non puoi passare!” o quello che Galadriel dedicò a Frodo Baggins: “Anche la persona più piccola può cambiare il corso del futuro”.

Cinema Nuova Linea

Forse non è tra le frasi più famose e iconiche della storia del cinema, tra le quali troviamo il celebre “Ti faccio un’offerta che non potrai rifiutare” de ‘Il Padrino’, il film galattico “Io sono tuo padre” da “L’Impero colpisce ancora”, il secondo capitolo di “Star Wars” e una delle migliori saghe cinematografiche della storia del cinema o quella pronunciata da Humphrey Bogart a Claude Rains in “Casablanca”, l’indimenticabile “Louis, ho la sensazione che questo sia l’inizio di una bellissima amicizia.” Ma è, forse, più significativo di tutti questi perché Queste ultime parole rappresentano un amaro addio.

Come molti ricorderanno, Re Théoden ha debuttato nel secondo capitolo della trilogia di Peter Jackson, apparendo anche in “Il Signore degli Anelli: Il Ritorno del Re”, in cui avrebbe perso la vita per mano del Re Stregone di Angmar , noto anche come Il Signore dei Nazgûl, ma non prima di aver pronunciato la sua frase più ricordata tra le braccia di sua nipote Éowyn (interpretata da Miranda Otto):

“Torno dai miei genitori, della cui potente compagnia non mi vergognerò”

In questo modo, “X” è diventata la piattaforma sulla quale i fan di JRR Tolkien possono dire addio all’interprete. ricordando quest’ultimo respiro del suo carattere e rivendicando una delle frasi più belle della storia del cinema.

Foto di Jorge Fernández Mencías

Jorge è un esperto di film, serie e fumetti. I suoi generi preferiti sono l’horror e la fantascienza, perfetto equilibrio tra l’urlo tonante dello slasher e il silenzio inquietante dello spazio e, nonostante flirti con il cinema d’autore alla ricerca di quella perla nascosta e lontana dal mainstream, non nasconde, i suoi si tratta del cinema commerciale di Marvel, Star Wars, DC e Pixar.

Questo inquieto giornalista ha scoperto il misticismo di ‘Twin Peaks’ qualche anno fa e, da allora, è stato solo un altro concetto intrappolato nella testa di David Lynch. Quando riesce a fuggire dalla Loggia Nera, rivisita la filmografia del maestro Carpenter, si perde di nuovo tra le pagine di “Watchmen” di Moore e Gibbons o si mette alla ricerca di nuove emozioni in formato miniserie.

Dopo la sua breve esperienza in media come TVE, RNE e la sezione TV e comunicazione di La Razón, Jorge ha trascorso più di un decennio nel delirante mondo delle agenzie pubblicitarie, dove ha avuto l’opportunità di far parte di vari team di comunicazione. che gli hanno permesso di partecipare a serate, eventi, ricevimenti e iniziative varie con artisti del calibro di Antonio de la Torre, Jared Harris, Kim Dickens, Colman Domingo e Christina Hendricks. È arrivato a FOTOGRAMAS nel 2022, dove è riuscito a ritagliarsi uno spazio come montatore per scrivere delle serie più amate, dei migliori film di Alfred Hitchcock o di tutto ciò che riguarda franchise, reboot, prequel, seguiti, seguiti e sciocchezze varie del momento , di ritorno da questa forma la sua passione per il giornalismo e il cinema.

Jorge è laureato in giornalismo presso l’Università Complutense di Madrid, oltre ad essere regista presso l’Istituto RTVE, dove ha acquisito nozioni di pre-produzione, produzione e post-produzione di audiovisivi.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Netflix: la nuova commedia da 90 minuti che vi farà scoppiare a ridere
NEXT Robin Hood torna al cinema e porta con sé Hugh Jackman