Trailer di ‘Bitelchús Bitelchús’: Jenna Ortega scatena nuovamente il caos invocando l’iconico personaggio di Michael Keaton

Trailer di ‘Bitelchús Bitelchús’: Jenna Ortega scatena nuovamente il caos invocando l’iconico personaggio di Michael Keaton
Trailer di ‘Bitelchús Bitelchús’: Jenna Ortega scatena nuovamente il caos invocando l’iconico personaggio di Michael Keaton

Dallo scorso 30 novembre, quando sono terminate le riprese di ‘Bitelchús Bitelchús’, il sequel del film del 1988 diretto da Tim Burton, le aspettative di vedere Michael Keaton, Winona Ryder e Catherine O’Hara riprendere i loro ruoli dal primo capitolo sono aumentate. Ora, grazie a Warner Bros. finalmente abbiamo il primo trailer dal seguito della storia creata da Alfred Gough, Miles Millar e Seth Grahame-Smith.

Il 6 settembre, il seguito del commedia horror ispirata all'”esorcista dei vivi”. Insieme a Keaton vedremo anche Jenna Ortega nei panni di Astrid, la figlia del personaggio di Ryder, Lydia Deetz, Justin Theroux nei panni di Rory, Monica Bellucci nei panni della moglie di Bitelchús, Willem Dafoe nei panni di un detective fantasma, Arthur Conti e Filipe Cates in ruoli non rivelati e Burn Gorman. nei panni del reverendo in Winter River, la città in cui si trova la casa della famiglia Deetzche ti farà ricordare vecchi ricordi.

Tre generazioni dopo gli eventi accaduti in “Bitelco”, Lydia continua a vivere nella fattoria del Connecticut con la figlia adolescente e la matrigna, ancora tormentata dal demone dispettoso, che aspetta con impazienza da 36 anni il suo biglietto per entrare nel mondo mortale. Tutto sembra essere andato per il verso giusto finché un giorno, all’improvviso, Astrid scopre in soffitta un plastico della città e apre accidentalmente il portale per l’Aldilà.

“Il morto è in libertà” ed è solo questione di tempo prima che scateni il caos. Fino ad allora, Lydia dovrà affrontare ancora una volta la follia che circonda il suo ex fidanzato e assicurarsi che sua figlia non debba rivivere la sua storia dopo che è accaduta. pronunciato tre volte di seguito il nome caratteristico del fantasma rude e sgradevole.

“Ti renderò così felice”dice il personaggio di Keaton, guardando Lydia direttamente negli occhi prima di scomparire, suscitando grande preoccupazione tra tutti coloro che lo conoscono, che continuano a chiedersi “Dov’è Bitelchús?” Nel frattempo, la famiglia Deetz deve affrontare un nuovo mistero che continua a tormentare le loro menti: “I vivi e i morti possono coesistere? Questo è quello che scopriremo.”.

Burton è tornato dietro le telecamere per realizzare il sequel di uno dei suoi più grandi successi, ovvero è riuscito a raccogliere 84,6 milioni di dollari mondiale, partendo da un budget di 15 milioni. Inoltre, il film originale raggiunto Premio Oscar per il miglior trucco e acconciatura e due nomination ai BAFTA Award, per i migliori effetti speciali visivi e il miglior trucco.

Passo dopo passo

Warner Bros. Aveva già annunciato il primo poster a gennaio da ‘Bitelchús Bitelchús’. Nell’immagine abbiamo visto le mani del protagonista che reggono un nastro di numeri in attesa (un cenno all’originale), evidenziando le sue arrivo giusto in tempo per iniziare il mese di Halloween.

Due mesi dopo, l’azienda Ci ha dato anche una breve anticipazione di poco più di un minuto dall’inizio della prima apparizione ufficiale di Keaton nei panni del non morto. Nonostante gli scioperi di scrittori e attori, il film sta cercando di arrivare in tempo per la data di uscita nelle sale precedentemente annunciata. Se tutto continua per il verso giusto, Tra poco avremo finalmente il nostro secondo appuntamento con Bitelchús.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Warner e DC confermano il sequel di Batman Ninja, il film anime diretto dal creatore di Afro Samurai