James Cameron licenziò una delle star di ‘Aliens’ nel bel mezzo delle riprese: parlavano di “differenze creative” ma il problema era la droga – Notizie dal cinema

James Cameron licenziò una delle star di ‘Aliens’ nel bel mezzo delle riprese: parlavano di “differenze creative” ma il problema era la droga – Notizie dal cinema
James Cameron licenziò una delle star di ‘Aliens’ nel bel mezzo delle riprese: parlavano di “differenze creative” ma il problema era la droga – Notizie dal cinema

È stato uno dei film di maggior incasso del 1986 ed è uno dei migliori film di fantascienza della storia, ma ha dovuto affrontare alcuni problemi durante la produzione

Sequel di uno dei migliori film horror e di fantascienza di tutti i tempi e spesso considerato addirittura migliore dell’originale, Alieni, il ritorno è uno dei grandi titoli del genere degli anni ’80 Uscito nel 1986, il film fu uno dei maggiori incassi di quell’anno e ricevette riconoscimenti da pubblico e critica, e, inoltre, servì a consolidare la carriera di James Cameron come regista. . Il regista aveva già sfondato Terminator, ma ha preso il posto di Ridley Scott dirigendo il sequel Alien, l’ottavo passeggero Era la sua prima occasione per avere un buon budget.

Le riprese di Alieni Si è svolto per due mesi e mezzo nel Regno Unito e, nonostante sia stato completato nei tempi e nel budget -18 milioni di dollari-, non è stato esente da problemi. Il team dei Pinewood Studios non aveva un’immagine molto buona di Cameron, che consideravano troppo inesperto per occuparsi del film, e c’erano anche alcune differenze culturali.

Oltretutto, Diverse settimane dopo l’inizio delle riprese, Cameron ha dovuto licenziare uno dei suoi protagonisti: Giacomo Remarche era stato ingaggiato per interpretare Dwayne Hicks ma finì per essere sostituito da Michael Biehn.

La firma della Remar era avvenuta su consiglio di Walter Hill, uno degli sceneggiatori insieme a Cameron, poiché erano amici intimi. Tuttavia, i problemi di droga dell’attore mettono fine alla sua breve esperienza nel film, che sarebbe stato senza dubbio uno dei grandi capolavori della sua carriera.

Sebbene In un primo momento il licenziamento venne argomentato come “differenze creative” e l’attore parlò di “motivi personali”, la realtà sarebbe venuta alla luce in seguito, quando lo stesso Remar ha ammesso di essere stato arrestato per possesso di droga e questo ha portato al suo licenziamento nel bel mezzo delle riprese. È stato necessario girare nuovamente le scene già registrate e sono state apportate modifiche anche al montaggio per correggere l’imprevisto.

Ho avuto un terribile problema con la droga, ma l’ho superato. Ho avuto una carriera e una vita personale fantastiche, e le ho rovinate con una terribile dipendenza dalla droga

“Inizialmente mi venne assegnato il ruolo del Caporale Hicks, e Sono stato licenziato dopo un paio di settimane di riprese perché arrestato per possesso di droga. e Michael Biehn mi ha sostituito”, ha ammesso nell’episodio della serie I film che ci hanno fatto dedicato a Alieni.

Il personaggio di Dwayne Hicks è stato, dopo Ripley, il più importante nel secondo capitolo della saga di Aliens e Michael Biehn è stato molto elogiato per il lavoro svolto in esso. Da parte sua, Remar avrebbe finito per superare la sua dipendenza ed è stato in grado di mantenere la sua carriera.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La classifica dei film di Max che quasi tutti guardano
NEXT James Gunn ricorda di aver scelto David Corenswet e Rachel Brosnahan per interpretare Superman e Lois Lane