Girare questo film di James Bond è stato uno shock per una delle sue star: “Non potevo controllarlo” – Novità sul cinema

Girare questo film di James Bond è stato uno shock per una delle sue star: “Non potevo controllarlo” – Novità sul cinema
Girare questo film di James Bond è stato uno shock per una delle sue star: “Non potevo controllarlo” – Novità sul cinema

Potresti esserti trovato in una situazione in cui sei stato vicino a qualcuno famoso e vuoi avvicinarti, ma all’improvviso ti mancano le parole. È una situazione insolita ma plausibile, che si crede avvenga quando si è abituati ad affrontarli. Ma anche alcune star del cinema possono rimanere senza parole davanti ai colleghi professionisti.

Questo è un po’ quello che è successo durante le riprese di No Time to Die, film che potevamo vedere ieri sera nel programma Il film della settimana su La 1 della televisione spagnola. Le riprese dell’ultimo film di Daniel Craig come James Bond ha avuto i suoi classici aneddoti dietro le telecamere, con il cast impegnato a provare a realizzarli un addio in grande stile.

Ma la pressione ha in qualche modo avuto la meglio su uno dei suoi co-protagonisti. Quello era Rami Malek, incaricato di essere la nemesi di Bond nel film. L’attore voleva finalmente poter girare un film della serie, e per di più in un ruolo importante, ma Non poteva fare a meno di sentire il nervosismo nel dover affrontare Craig. personaggio caricaturale. “Quando lo vedi sul set, sul set di 007, ed è completamente James Bond.”

Avere Bond presente

Malek ha parlato dell’esperienza delle riprese durante una visita al talk show Lo spettacolo di Graham Norton, esprimere insicurezze e confusione: “Ci sono stati momenti in cui mi perdevo le battute e pensavo: ‘Oh, è perché sto guardando direttamente James Bond.’ “Non potevo controllarlo.”

Il secondo film di James Bond più costoso della saga è stato una delusione: è costato 300 milioni ed è uno dei peggiori

Sicuramente parla di come il ruolo di Bond si adatti a Craig in modo del tutto naturale e di come abbia solo bisogno di indossare bene l’abito per fare impressione. Lo shock finì per passare e fu portato a termine un film che, pur non avendo il successo sperato, costituì un più che doveroso addio per l’interprete di un ruolo che è ancora alla ricerca di un nuovo volto.

Se vuoi ricevere le nostre proposte e anteprime nella tua email, iscriviti alla nostra Newsletter

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Warner e DC confermano il sequel di Batman Ninja, il film anime diretto dal creatore di Afro Samurai