È il regista delle migliori saghe d’azione che esistano e questo è il film che lo ha segnato: “Ho pensato: ‘Questo è quello che voglio fare'” – Novità sul cinema

È il regista delle migliori saghe d’azione che esistano e questo è il film che lo ha segnato: “Ho pensato: ‘Questo è quello che voglio fare'” – Novità sul cinema
È il regista delle migliori saghe d’azione che esistano e questo è il film che lo ha segnato: “Ho pensato: ‘Questo è quello che voglio fare'” – Novità sul cinema

Michael Bay è un genio del genere e uno dei suoi franchise più famosi, “Bad Boys” – noto anche come “Bad Boys” – sta tornando nei cinema

Si parla di Michael Bay e si pensa subito a quegli scatti impossibili, alle esplosioni, agli inseguimenti, alle macchine e occasionalmente alla donna oggettivata. Si tratta, insomma, del cinema d’azione più noto e di uno dei geni del genere.

Uno dei suoi franchise più conosciuti, Due agenti di polizia ribellista per espandersi con un nuovo film, Cattivi ragazzi: cavalca o muori. Il film, diretto questa volta dal duo composto da Adil El Arbi e Bilall Fallah, uscirà nelle sale il 7 giugno ed è il momento perfetto per ricordare il cinema che ha influenzato il suo creatore.

In un’intervista con Joesecondo LontanoBay ha riconosciuto che il film che lo ha fatto diventare regista non era altro che la prima rata di indiana Jonesintitolato in Spagna Predatori dell’arca perduta. Il futuro regista l’ha visto quando era adolescente e ha lasciato un profondo impatto su di lui.

I predatori dell’arca perduta contiene alcune scene d’azione che amavo davvero da bambino perché le vidi quando avevo 16 anni. Ho detto ai miei amici che pensavo che quel film sarebbe stato orribile. Storia vera. Quando finalmente l’ho visto ho pensato: “Oh mio Dio, questo è quello che voglio fare”.

“Quando è appeso sotto la finestra e sotto il camion… gravito davvero verso l’azione”, continua a spiegare il regista.

Intrattenimento Amblin

Michael Bay ha rifiutato Steven Spielberg per un famoso film d’azione: sarebbe stato il suo debutto ma gli hanno rovinato il sogno scegliendo qualcun altro

E deve aver davvero pensato che le avventure di Indy sarebbero state molto brutte perché Bay lo ha ripetuto in più di un’occasione e ha avuto modo di dirlo anche allo stesso Steven Spielberg.

In un’intervista con Settimanale di intrattenimento, ricorda che all’epoca lavorava alla Lucasfilm. Quando aveva 27 anni ed era un noto regista pubblicitario, Spielberg chiese di vederlo di persona: “Sono andato al suo ufficio. Storia vera. Ho detto: ‘Sai? Quando avevo 15 anni lavoravo alla Lucasfilm e ho archiviato i tuoi storyboard Predatori dell’arca perduta. Ho visto il film completo [en forma de guión gráfico] e onestamente pensavo che avrebbe fatto schifo‘. E cominciò a ridere”.

Spielberg lo ha influenzato quando era adolescente – come tanti altri registi famosi oggi, come Denis Villeneuve – e, anni dopo, ha continuato a essere fondamentale nella sua carriera. Fu Spielberg, infatti, a incoraggiarlo a dirigere Trasformatori. Non era sicuro di assumersi la responsabilità perché gli sembrava un “film giocattolo”, ma sapeva come ribaltare la situazione e creare un’altra delle saghe d’azione più popolari di Hollywood.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Warner e DC confermano il sequel di Batman Ninja, il film anime diretto dal creatore di Afro Samurai