i più grandi fallimenti che il cinema ci lascia nel 2024

Il mercato fieristico sta attraversando uno dei suoi momenti peggiori.


  • Francisco-Eme
  • Sono un laureato in Comunicazione Audiovisiva e Pubblicità, che scrive per passione per e per il cinema, dove cerco anche di ritagliarmi uno spazio come sceneggiatore. “Tutto ciò che si può immaginare è reale”, Pablo Picasso.

Dopo l’usura più che evidente dei film sui supereroi, sembrava che l’arrivo di Barbie E Oppenheimer potrebbe rappresentare un alone di speranza tra i grandi produzioni. Un box office estivo sostenuto dal fenomeno virale della bambola Mattel e dal film biografico sul padre della bomba atomica, che unisce più di 2 miliardi di dollari tra entrambi sul cartellone pubblicitario mondiale. Tuttavia, quel “momento evento” ha solo mascherato una realtà latente in un mercato pieno di fallimenti economici: il tempo di quelli grandi successo sembra essere giunto al termine.

Meme di Barbenheimer
Barbenheimer (mashup Youtube BARBENHEIMER di Joel Phillips).

E anche se ricordavamo con evidente positivismo i successi di Warner Bros e Universal Pictures, l’anno scorso abbiamo riscontrato diversi disastri economici che presagiscono questo pauroso cambio di paradigma nel consumo audiovisivo. Per esempio, Indiana Jones e il quadrante del destino Ha incassato solo 384 milioni di dollari, con una perdita di 143 milioni di dollari per la Disney. La Mouse House è una delle grandi vittime nel campo della mostra, poiché è anche il caso di Le Meraviglie. Un film Marvel che ha lasciato perdite per la compagnia cinematografica Bob Iger del valore di 237 milioni. La cosa peggiore di tutto questo? I risultati del 2024 in corso ci mostrano che l’incapacità di attrarre spettatori nelle sale è in aumento, ad eccezione dei magnifici Duna: seconda parte.

Dune 2 in streaming
“Dune: seconda parte” (Warner Bros).

Fallimenti nel blockbuster 2024

“Madame Web”

Dakota Johnson
Dakota Johnson in “Madame Web” (Sony Pictures).

Forse gli unici a non prevedere un simile colpo al botteghino sono stati i dirigenti della Sony Pictures. Determinato a continuare a creare il proprio universo di supereroi Personaggi dell’Uomo Ragno, l’azienda ha ottenuto buoni risultati solo con il trattamento economico di successo di Venom. Tuttavia, lungo la strada hanno avuto prodotti imbarazzanti come Morbiusun film che pensavamo fosse impossibile peggiorare finché non abbiamo incontrato la storia di Casandra Web.

Signora Web
“Madame Web” (Sony Pictures).

Il lungometraggio interpretato da Dakota Johnson Verrà ricordato, oltre che per una pessima promozione, per tutta una serie di critiche voraci sulla qualità della sua storia. Con un budget di 100 milioni di dollari, Signora Web Ha raccolto la stessa cifra della sua voce di bilancio, generando evidenti perdite milionarie per lo studio e l’eliminazione di ogni possibile continuità cinematografica con il franchise.

‘Argylle’

Argylle
“Argylle” (Apple TV).

Con assoluta segretezza sulla sua trama, Argylle era diverso Signora Web, uno dei blockbuster più attesi della stagione. 200 milioni del budget Apple nelle mani dell’uomo che ci ha regalato successi del genere Calci nel sedere O re. Inoltre, il regista Matteo Vaughn Presentava un cast che includeva Henry Cavill, Dua Lipa, John Cena, Bryce Dallas Howard, Sam Rockwell e Bryan Cranston.

Argylle
“Argylle” (Apple TV).

Sappiamo ancora come gli inglesi abbiano ancora fiducia nel dirigere un sequel, perché Argylle Ha raccolto 96 milioni di dollari. Al momento, è il più grande pozzo economico del settore botteghino, anche se non crediamo che ciò possa incidere seriamente sulla società tecnologica. Ora, l’idea di usare Cavill e Lipa sui manifesti c’è una spudorata trappola commercialeperché appaiono molto poco nel film.

‘Lo specialista’

specialista
“Lo specialista” (Universal Pictures).

Anche la Universal Pictures non è esente dalla sconfitta di un blockbuster a causa della scarsa partecipazione in platea. Tanto che negli Stati Uniti L’hanno rimosso presto dalle sale, mettendo un bel pareggio per lo streaming a noleggio on demand e un futuro approdo sulla piattaforma streaming. SkyShowtime.

successo
“Lo specialista” (Universal Pictures).

Partendo da un budget finanziario di 125 milioni di dollari, nulla faceva pensare che il film d’azione di David Leitch con Ryan Gosling potesse avere uno scarso rendimento in termini di impatto nelle sale. Soprattutto, tenendo conto la buona campagna di marketing promozionale e che proveniva dal fatto di essere un co-protagonista Barbie.

“Amici immaginari”

successo
“Amici immaginari” (Paramount Pictures).

Sembra incredibile che una commedia abbia come protagonista Ryan Reynolds non finisce per funzionare economicamente. L’attore canadese, come il suo connazionale Gosling, sono sempre stati i re del botteghino e anche in termini di visualizzazioni, nello streaming. Purtroppo per la Paramount Pictures, il film diretto da John Krasinski non è riuscita a recuperare l’investimento iniziale, raccogliendo soltanto 140 milioni di dollari.

‘Furioso’

successo
“Furioso” (Warner Bros).

Le previsioni erano troppo lusinghiero per quanto effettivamente generato in cartellone dalla puntata precedente. Con i critici dalla loro parte che lo acclamano come un capolavoro del cinema d’azione, Mad Max: Furia Strada è riuscito a raccogliere 380 milioni, mentre Furioso Al momento ha un budget di 119 milioni di dollari 168 milioni di dollari. Uno degli ultimi esempi di come il blockbuster come lo conosciamo potrebbe scomparire.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Lasciando Netflix: il film più costoso di un’iconica saga di fantascienza – Notizie sul cinema
NEXT 5 film con coppie fantastiche se ti è piaciuto “Bad Boys: Ride or Die”