“Erano spaventati, non avrebbero potuto abbracciare Baby Yoda.” James Mangold rivela perché la Disney ha cancellato il suo film su Boba Fett

“Erano spaventati, non avrebbero potuto abbracciare Baby Yoda.” James Mangold rivela perché la Disney ha cancellato il suo film su Boba Fett
“Erano spaventati, non avrebbero potuto abbracciare Baby Yoda.” James Mangold rivela perché la Disney ha cancellato il suo film su Boba Fett

Il regista aveva tra le mani uno spaghetti western per un pubblico adulto

Giacomo Mangold Ha un film della saga di “Star Wars” all’orizzonte dopo aver centrato il bersaglio con “Indiana Jones e il quadrante del destino”, ma questa non sarà la sua prima incursione nel franchise di Lucasfilm. Nel 2018 si è appreso che Mangold era stato assunto per dirigere un film sul cacciatore di taglie Boba Fett. Era anche disposto a co-scrivere il progetto con Simon Kinberg, scrittore e produttore dei film “X-Men”, ma alla fine è finito per diventare una serie Disney+: “Il libro di Boba Fett”.

Tuttavia, Il film Boba Fett di Mangold non è mai decollatoe il regista ha dichiarato nel podcast ‘Happy Sad Confused’ di non essere sorpreso, visto il tono generale della sua proposta.

“All’epoca lo stavo preparando, probabilmente tutti si sono spaventati. Stavo realizzando più che altro uno spaghetti western sullo stesso pianeta con una valutazione al limite della “R”. [para adultos]. Probabilmente non sarebbero mai riusciti ad abbracciare Baby Yoda se lo avesse fatto. “Non apparteneva davvero al mondo che stavo immaginando.”

Il riferimento a Baby Yoda di Mangold fa emergere il tono più familiare delle serie di “Star Wars” come “The Mandalorian” e “Il libro di Boba Fett”, ed è così che Lucasfilm e Disney hanno deciso di continuare la storia del cacciatore di taglie, invece di un film indipendente. . Mangold sapeva che il suo approccio più oscuro avrebbe probabilmente spaventato i dirigenti della Lucasfilm, ma in realtà lo era il fallimento al botteghino “Han Solo” che ha messo il suo film Boba Fett nel canyon.

“In un momento di riallineamento aziendale o qualunque cosa sia accaduta con il film ‘Han Solo’, improvvisamente hanno deciso che non avrebbero più realizzato film come questo, e le opportunità sulla piattaforma si sono presentate. Ascoltavo Ennio Morricone tutto il giorno, tutta la notte e scrivevo. Non sono sicuro che sarebbe mai potuto succedere. “Non sono sicuro che quello che stavo pensando fosse nei piani di qualcuno.”

James Mangold ha ora una seconda possibilità in ‘Star Wars’ con un nuovo film che ripercorrerà le origini della forza. Lo ha detto il regista Il suo nuovo progetto è ispirato a poemi epici biblici come ‘I Dieci Comandamenti’, come ha raccontato a io9.

“Quando ho parlato al presidente della Lucasfilm, Kathleen Kennedy, dell’idea che avevo di tornare indietro, molto indietro, sono rimasto sorpreso dal fatto che abbia entusiasmato lei e le altre persone meravigliose con cui lavora alla Lucasfilm. Per me, voglio essere un parte della saga, ma non voglio nemmeno avere nell’aria così tanto peso di eventi ravvicinati da rendere difficile raccontare una storia e quello che volevo davvero fare. Quello che gli ho detto è se possiamo creare una sorta di “Dieci Comandamenti” della Forza, Sai? Una sorta di storia delle origini di come la Forza venne conosciuta, compresa, maneggiata e imbrigliata.”

In Espinof | Come James Mangold è riuscito a riflettere il lato migliore dei “sequel legacy” in “Indiana Jones e il quadrante del destino”

In Espinof | ‘The Acolyte’ evita la nostalgia di ‘Star Wars’ e questo lo rende affascinante, anche se non sempre significa aria fresca per la saga

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV È su Prime Video ed è uno dei film di fantascienza più acclamati ed emozionanti del 21° secolo: “Irresistibile”
NEXT I 5 migliori film horror Netflix che devi guardare se vuoi rimanere sorpreso