“La sceneggiatura era spazzatura”: questo dramma storico ha regalato un Oscar al suo protagonista e sarà sempre ricordato per lui, ma è stato un disastro – Novità sul film

“La sceneggiatura era spazzatura”: questo dramma storico ha regalato un Oscar al suo protagonista e sarà sempre ricordato per lui, ma è stato un disastro – Novità sul film
“La sceneggiatura era spazzatura”: questo dramma storico ha regalato un Oscar al suo protagonista e sarà sempre ricordato per lui, ma è stato un disastro – Novità sul film

Il film è stato uno dei grandi titoli degli anni 2000, ma il suo attore principale ha addirittura pensato di abbandonarlo

Russell Crowe ha dato vita a diversi personaggi che hanno segnato la sua filmografia, ma sarà sempre ricordato per uno in particolare: quello di Decimo Meridio Massimo. Questo ruolo, quello del protagonista di Gladiatoregli diede il Oscar all’interprete.

Diretto da Ridley Scott, il film ha vinto anche l’Hollywood Film Academy Award Miglior film nel 2001. Ma per arrivare al nocciolo della questione Gladiatore C’è stato molto lavoro da fare sul progetto perché Crowe ha ammesso che, all’inizio, aveva dei dubbi.

Come ha detto l’attore in Fiera della vanità:

Alla base di ciò che stavamo facendo c’era un’idea grandiosa, ma la sceneggiatura era spazzatura, assolutamente spazzatura.

Crowe, che nel film ha condiviso il cast con Joaquin Phoenix, Connie Nielsen e Djimon Hounsou, afferma che inizialmente c’erano strane sequenze nella sceneggiatura. “Ci sono stati tutti i tipi di momenti strani. Uno di questi riguardava i carri e come i famosi gladiatori, e questo è tutto vero, usavano certi tipi di carri e avevano accordi di sponsorizzazione per l’olio d’oliva e cose del genere. È tutto vero, ma non avrebbe avuto risonanza con il pubblico moderno. Penseranno: ‘Che diavolo è tutto questo?“Ha aggiunto.

Ridley Scott ripete con ‘Il Gladiatore 2’ lo stesso errore di ‘Napoleone’: la battaglia spettacolare che non sarebbe potuta accadere

Sebbene Crowe ammetta di aver pensato di smettere più di una volta, le sue conversazioni con Scott lo hanno mantenuto nel progetto. “L’energia che circondava ciò che stavamo facendo era molto fratturata”, Egli afferma. “Ho pensato un paio di volte che forse la soluzione migliore fosse salire su un aereo e partire. Sono state le continue conversazioni con Ridley a darmi fiducia. Ad un certo punto mi ha detto: ‘Amico, non ci impegniamo a fare nulla davanti alla telecamera in cui non credi al 100%’.

Crowe ha ricordato che, quando hanno iniziato a girare il film, avevano “21 pagine di sceneggiatura” su cui si erano accordati:

Una sceneggiatura di solito è composta da 103 o 110 pagine o qualcosa del genere, quindi c’era molta strada da fare e sostanzialmente abbiamo utilizzato quelle pagine nella prima sezione del film. Quando siamo arrivati ​​alla nostra seconda location, il Marocco, stavamo recuperando terreno, conclude

Anche se all’inizio tutto sembrava un po’ un disastro, il risultato finale è stato molto buono: 12 nomination agli Oscar, di cui 5 diventate premi. Al botteghino ha incassato più di 503 milioni di dollari In tutto il mondo.

Ora, più di due decenni dopo, Scott ha tutto pronto per il debutto Gladiatore 2 il 22 novembre. Il sequel vedrà Paul Mescal nel ruolo principale. La storia continuerà Lucioil figlio adulto di Lucilla.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV il punk non è morto, lo sono le madri
NEXT La Marvel potrebbe finalmente separare Hulk e Bruce Banner per sempre