Come l’Ucraina cerca di risolvere la lenta incorporazione di nuovi soldati in attesa di un’altra offensiva russa

Come l’Ucraina cerca di risolvere la lenta incorporazione di nuovi soldati in attesa di un’altra offensiva russa
Come l’Ucraina cerca di risolvere la lenta incorporazione di nuovi soldati in attesa di un’altra offensiva russa

04/03/2022 Un soldato dell’esercito ucraino punta un missile antiaereo. POLITICA Diego Herrera – Europa Press

Con la firma di tre leggi sulla mobilitazione, il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj reagisce alle informazioni sulla lentezza nell’arruolamento di nuovi soldatimentre il Parlamento continua a discutere altre misure chiave per trovare un equilibrio tra le esigenze dell’esercito e considerazioni politiche.

Decine di migliaia di uomini ucraini potranno mobilitarsi dopo che Zelenskyj ha ratificato martedì una legge che abbassa l’età minima da 27 a 25 anni.

Questo è solo il primo passo per risolvere il problema della mobilitazione, ritengono gli analisti militari.

“Questo è senza dubbio positivo, un passo nella giusta direzione, ma non è né sufficiente né decisivo”, ha detto l’analista e veterano Yevgen Diki in dichiarazioni televisive.

Secondo varie fonti dell’esercito ucraino consultate da EFEmolte unità soffrono di carenza di personale, nonché di nuove reclute di “bassa qualità”.

Lo aveva stimato lo scorso dicembre l’ex comandante in capo delle forze armate L’Ucraina avrebbe bisogno di 500.000 nuovi soldati nel 2024 per sostituire coloro che combattono da più di due anni, coprire le vittime e formare nuove unità.

Entrambi il nuovo capo militare Oleskandr Sirski come Zelenskyj hanno poi insistito sul fatto che i bisogni reali sono inferiori.

FILE – Soldati appena reclutati celebrano la fine del loro addestramento in una base militare vicino a Kiev, in Ucraina, il 25 settembre 2023. L’Ucraina ha abbassato l’età di reclutamento da 27 a 25 mercoledì 3 aprile 2024, nel tentativo di coprire la mancanza di truppe per combattere la Russia. (AP Photo/Efrem Lukatsky, file)

Alcuni soldati verranno trasferiti al fronte dalle unità delle retrovie, mentre si prevede che più volontari si arruoleranno come risultato di un processo di mobilitazione più trasparente.

Ma questo non basterà di fronte alla prevista mobilitazione di 300.000 soldati da parte della Russia, lo confermano analisti e militari.

“Il numero dei difensori ucraini diminuisce ogni giorno. Se la situazione con la mobilitazione non cambia in questo momento, le forze di difesa non saranno pronte per la prossima offensiva russa”, ha avvertito Diki.

“Non so cos’altro dobbiamo dire a coloro che evitano la mobilitazione”, dice EFE A condividere la sua frustrazione è Oleksandr, un soldato volontario di 30 anni di Odessa (sud).

Secondo una recente analisi dei media ucraini Testo, circa cinque milioni di uomini in Ucraina sarebbero suscettibili al servizio militarementre l’80% degli uomini tra i 18 ei 55 anni ritiene che la mobilitazione sia necessaria a condizione che sia giusta.

Tuttavia, molti rimangono “invisibili” evitando di aggiornare le proprie informazioni di contatto presso i centri di reclutamento o di trovare scappatoie tra le condizioni che li esentano dal servizio militare.

Un soldato ucraino riposa in una trincea al fronte, vicino a Liman, nella regione ucraina di Donetsk, il 29 marzo 2024. (Iryna Rybakova via AP)

Mentre molti citano il rischio di morte o invalidità come motivo principale per evitare la mobilitazione, due terzi citano anche l’insufficienza di armi a causa dei ritardi nella consegna degli aiuti militari da parte degli alleati, secondo Testo.

Inoltre, molti temono di non ricevere una formazione sufficiente, di finire sotto il comando di un ufficiale “cattivo” o di dover combattere per molti anni.

Una delle leggi firmate martedì da Zelenskyj consente all’esercito di ricevere dati personali su milioni di uomini da vari sistemi di registrazione statali.

Il progetto di nuova legge sulla mobilitazione, dibattuto in Parlamento da gennaio, mira a ridurre al minimo le lacune esistenti e a trovare un equilibrio tra punire coloro che sfuggono alla mobilitazione e dissipare i timori delle potenziali reclute, limitando la durata del loro servizio e garantendo adeguati formazione.

La settimana scorsa, la commissione parlamentare competente ha terminato l’esame di oltre 4.000 emendamentima si prevede che il dibattito continui e non è chiaro quando verrà adottata la nuova legge.

Questo ritardo costituisce “una situazione estremamente strana e pericolosa”, ha lamentato il vice comandante della Terza Brigata d’assalto, Maxim Zhorin, sul suo canale Telegram.

Zhorin è tra coloro che criticano la “politicizzazione” del problema e accusano i politici di temere la perdita di consensi.

Qualsiasi decisione in questo senso sarà impopolare tra alcune fasce della popolazione, dice Anton Muraveinik, analista della fondazione “Vuelve a Casa Vivo”.

“Da un lato, abbiamo un Paese democratico in cui la vita e la libertà di espressione sono valorizzate. D’altra parte, la mobilitazione è necessaria”, ha riflettuto in dichiarazioni alla rete. Sospeso.

(Con informazioni da EFE)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Cattive e buone abitudini quando si guida un’auto con cambio automatico
NEXT Questo era “Zio Paulo”, l’uomo che è stato portato morto in banca per firmare un prestito – Metro Ecuador