Il Papa invita gli studenti a sognare un futuro basato sulla pace e sul dialogo

Questo venerdì, 19 aprile, il Santo Padre ha ricevuto in udienza, nell’Aula Paolo VI del Vaticano, più di seimila studenti della Rete Nazionale Italiana delle Scuole della Pace. Il Pontefice ha invitato i giovani a pregare per i loro coetanei dell’Ucraina e di Gaza, e li ha incoraggiati ad essere “artigiani di pace”.

Notizie dal Vaticano

Sono stati più di 6.000 i ragazzi e le ragazze, provenienti da 137 scuole e 94 città italiane, che aderiscono alla Rete Nazionale delle Scuole di Pace, impegnate nell’educare i giovani alla pace, alla giustizia, alla cittadinanza, ai diritti umani e alla responsabilità, che si sono incontrati la mattina di questo venerdì 19 aprile, nell’Aula Paolo VI del Vaticano, per incontrare Papa Francesco.

Ascolta e scarica il servizio con la voce del Papa

Nel corso di un vivace discorso nel quale ha più volte chiesto risposte agli studenti, il Santo Padre ha rivolto un appello speciale affinché sappiano ricordare i bambini colpiti dalla guerra e dai conflitti, soprattutto i bambini dell’Ucraina “che hanno dimenticato come si sorride”, come i bambini di Gaza, “uccisa a colpi di arma da fuoco” e affamata.




Il Papa nell’Aula Paolo VI del Vaticano

Un percorso ‘ricco di idee’

Papa Francesco ha aperto il suo discorso ringraziandoli per il loro percorso “pieno di idee” che mira a promuovere “una nuova visione del mondo”. Allo stesso modo, il Pontefice li ha ringraziati “per essere pieni di entusiasmo” e per il loro impegno appassionato e generoso nel lavorare per un futuro migliore.

Guardando al Future Summit del prossimo autunno, organizzato dalle Nazioni Unite a New York, il Santo Padre ha affermato che il contributo dei giovani è necessario affinché le risoluzioni prese sulla carta diventino “concrete e realizzate attraverso azioni per il cambiamento”.

E riferendosi all’iniziativa italiana “Trasformare il futuro: per la pace, con cura”, il Papa ha sfidato i ragazzi e le ragazze ad essere “protagonisti e non spettatori del futuro”. Ciò, ha affermato, richiede reti, connessioni e persone in grado di lavorare insieme in sinergia e armonia.

Studenti della Rete delle Scuole di Pace


Studenti della Rete delle Scuole di Pace


Studenti della Rete delle Scuole di Pace

Un sogno collettivo

Allo stesso modo, Papa Francesco ha avvertito che le sfide attuali sono veramente globali, riguardano tutti e richiedono “il coraggio e la creatività di un sogno collettivo che incoraggi un impegno continuo per affrontare insieme le crisi ambientali, economiche, politiche e sociali che il nostro pianeta sta attraversando. ”.

Di fronte a questa sfida, il Pontefice ha affermato che «è un sogno che richiede di essere svegli, e non di dormire», e ha insistito perché tali sogni si realizzino attraverso la preghiera, «cioè insieme a Dio, e non solo con i nostri sogni. .” proprie forze.”

Il Santo Padre, inoltre, ha sottolineato due parole chiave al centro del suo discorso: “pace” e “cura”. Queste due idee sono interconnesse, ha affermato, spiegando che la vera pace non è solo l’assenza di violenza ma un “clima di buona volontà, fiducia e amore che può maturare in una società basata su relazioni di cura”.



Udienza del Papa agli studenti delle Scuole della Pace


Udienza del Papa agli studenti delle Scuole della Pace

Artigiani della pace

E rivolgendosi ai giovani con profondo affetto, il Vescovo di Roma li ha invitati a fare la loro parte per promuovere la pace nel nostro mondo.

“In questo tempo ancora segnato dalla guerra, vi chiedo di essere artefici di pace; In una società ancora imprigionata dalla cultura dello scarto, vi chiedo di essere protagonisti dell’inclusione; In un mondo che attraversa crisi globali, vi chiedo di essere costruttori di futuro, affinché la nostra casa comune diventi luogo di fraternità”.

Papa Francesco ha infine invitato gli studenti ad opporre un atteggiamento di indifferenza a un atteggiamento di attenzione, invitandoli a «preoccuparsi sempre per la sorte del nostro pianeta e dei nostri simili» e «per il futuro che si apre davanti a noi, affinché sia è davvero ciò che Dio sogna per tutti: un futuro di pace e di bellezza per tutta l’umanità”.



Il Papa e gli studenti delle Scuole della Pace


Il Papa e gli studenti delle Scuole della Pace

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Esperimento sociale: 200 persone hanno ricevuto in regalo 10mila dollari e così hanno utilizzato il denaro
NEXT La Corte penale internazionale ha emesso un mandato di arresto contro i leader di Hamas e il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu