Il Parlamento britannico ha approvato il piano del governo di deportare i richiedenti asilo in Ruanda

Il Parlamento britannico ha approvato il piano del governo di deportare i richiedenti asilo in Ruanda
Il Parlamento britannico ha approvato il piano del governo di deportare i richiedenti asilo in Ruanda

Il primo ministro britannico Rishi Sunak parla durante una conferenza stampa a Downing Street a Londra, Gran Bretagna, il 22 aprile 2024. REUTERS/Toby Melville/Pool

Il controverso disegno di legge del governo britannico espellere gli immigrati regolari Ruanda è stato approvato lunedì quasi a mezzanotte in Parlamento dopo a maratona tra le due camere legislative.

Il primo Ministro Rishi Sunak e il suo partito conservatore spingevano per l’adozione di questo testo costringerà i giudici a considerare la nazione dell’Africa orientale un paese sicuro per i migranti espulsi.

Concederà inoltre il potere di farlo alle autorità incaricate di decidere sulle domande di asilo ignorare sezioni del diritto internazionale umanitario e britannici ed evitare una decisione del Alta Corte di Giustizia che consideravano il progetto illegale.

Il piano, varato nel maggio 2022 dal precedente governo del Boris Johnsonha affrontato a forte opposizione alla Camera dei Lordun organo consultivo responsabile dell’esame delle leggi approvate dalla Camera dei Comuni.

I membri del La Camera alta ha criticato il disegno di legge definendolo inadeguato e hanno restituito più volte il testo con emendamenti alla Camera.

I signori richiedevano, ad esempio, che a un osservatore indipendente per determinare se il Ruanda è davvero un paese sicuro oppure chiedevano esenzioni dalla deportazione per le persone che lavoravano con l’esercito britannico all’estero, come gli interpreti afghani.

Un manifestante tiene uno striscione mentre manifesta davanti all’Alta Corte contro la politica del governo di deportare gli immigrati clandestini in Ruanda. (REUTERS/Peter Nicholls/Foto d’archivio)

Ma il membri della Camera dei Comunidove i conservatori hanno la maggioranza, Hanno respinto ciascuno degli emendamenti e ha trasmesso il testo originale all’altra camera in un processo noto come “ping pong” parlamentare.

Alla fine, la Camera dei Lord, i cui membri non sono eletti, ha ceduto e poco prima di mezzanotte ha annunciato che non presenterà più emendamenti, il che significa che la legge sarà approvata definitivamente una volta ottenuto il consenso reale.

Il governo Sunak è sotto pressione affinché riduca il numero record di richiedenti asilo che attraversano la Manica su piccole imbarcazioni provenienti dal nord della Francia.

Il governo di Sunak è sotto pressione affinché riduca il numero record di richiedenti asilo che attraversano la Manica su piccole imbarcazioni dal nord della Francia. (REUTERS/Pascal Rossignol/file)

Ore prima che il progetto superasse l’ultimo ostacolo parlamentare, il leader conservatore aveva annunciato che il suo Il piano sarebbe stato applicato “qualunque cosa accada”.

“Decolleranno, qualunque cosa accada”ha affermato Sunak, che ha fatto della lotta all’immigrazione irregolare una delle sue priorità in vista delle elezioni legislative britanniche di quest’anno.

IL i voli per il Paese africano inizieranno tra “dieci o dodici settimane”ha insistito in una conferenza stampa volta a presentare i mezzi utilizzati dal governo per organizzare queste espulsioni.

IL Ufficio nazionale dei contil, un controllore della spesa pubblica, stimato che costerà circa 540 milioni di sterline (circa 665 milioni di dollari) deportano i primi 300 migranti.

Questo piano di deportazione Ruanda ha affrontato numerose sfide legali da allora presentazione nel 2022.

Quest’anno, i primi espulsi furono fatti scendere da un aereo all’ultimo momento a seguito di un intervento del Corte europea dei diritti dell’uomo. Da allora nessun migrante è stato inviato lì.

Il progetto, al quale potrebbero ancora essere soggetti nuove risorse giuridiche, È stato fortemente criticato dall’opposizione laburista, dalle associazioni di aiuto agli immigrati, dalla Chiesa anglicana e dall’ONU.

Rishi Sunak e il presidente del Ruanda Paul Kagame (Alberto Pezzali/REUTERS/file)

Il suo alto commissario per i diritti umani, l’austriaco Volker Turkha dichiarato che se ne andrà “contro i principi fondamentali dei diritti umani”.

Gli esperti delle Nazioni Unite hanno suggerito che le compagnie aeree e le autorità di regolamentazione dell’aviazione potrebbero essere “complici” nella violazione dei diritti umani protetti a livello internazionale se partecipano a voli di espulsione dell’immigrazione.

Con 13 milioni di abitanti, il Ruanda sostiene di essere uno dei paesi più stabili dell’Africa. Ma gruppi per i diritti umani accusano il presidente Paolo Kagame governare in a clima di paura e di reprimere il dissenso E la libertà di espressione.

Più di 120.000 persone hanno attraversato la Manica in imbarcazioni rudimentali dal 2018quando il governo ha iniziato a contare il numero di immigrati irregolari che arrivavano attraverso questa rotta.

Sunak è fiducioso che questa politica di “Rallentare le barche” scoraggia i migranti e rilanciare elettoralmente il suo partito conservatore, in netto svantaggio rispetto al partito laburista dopo quattordici anni al potere.

IL elezioni deve svolgersi entro la fine di gennaio 2025, ma Sunak ha detto che si svolgeranno nel 2024 in una data non ancora annunciata.

(Con informazioni dall’AFP)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT 50 frasi stimolanti per la Festa del Lavoro da inviare ai clienti questo 1 maggio | MESCOLARE