Denunciano un caso di xenofobia da parte dell’esercito peruviano contro cittadini venezuelani che giocavano a softball

Denunciano un caso di xenofobia da parte dell’esercito peruviano contro cittadini venezuelani che giocavano a softball
Denunciano un caso di xenofobia da parte dell’esercito peruviano contro cittadini venezuelani che giocavano a softball

Cittadini denunciano un presunto caso di xenofobia durante un’operazione militare contro la criminalità ad Arequipa (Perù)dove l’esercito è entrato in un campo da softball dove stavano giocando diversi adulti e bambini venezuelani.

Secondo i video diffusi sui social network, Le truppe militari hanno preso d’assalto il campo e, puntando le armi, costrinsero tutti gli atleti a sdraiarsi a terra, provocando disagio nella detta popolazione.

L’atto è stato classificato come xenofobo perché, secondo quanto riferito, tutti i presenti erano cittadini venezuelani che stavano giocando una partita lì.

In uno dei video si sente una donna dire che sua figlia, che era presente, era “nervosa” a causa della presenza armata degli agenti in uniforme.

Sebbene i detenuti apparissero calmi nelle loro posizioni e nell’obbedire agli ordini, I soldati apparentemente audaci hanno gridato ai presenti.

Detto questo, una donna chiede loro di mantenere la sanità mentale e di non alzare la voce: “Ma non gridate perché non stiamo facendo niente di male, stiamo giocando”.implora una voce femminile.

Secondo resoconti successivi, le donne furono costrette a stare di lato mentre gli uomini, vestiti in modo sportivo, furono costretti a rimanere seduti.

Durante il momento di tensione, Alcuni dei presenti hanno affermato di non essere privi di documenti e di essere lavoratori che si stavano godendo un evento sportivo senza colpire nessuno.: “Qui non viviamo gratis”.

Il caso sta attirando l’attenzione delle organizzazioni per i diritti umani considerandolo un atto di xenofobia contro la popolazione venezuelana, e per il modo in cui i militari sono entrati in gioco.

Secondo i dati dell’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR), la diaspora dei venezuelani nel mondo sfiora gli otto milioni di persone. Nel caso del Perù, ci sono circa 1,5 milioni di persone, il che lo rende il secondo paese ospitante, dopo la Colombia.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Di’ addio alle cimici dei letti: ecco la trappola fatta in casa per eliminarle per sempre dal tuo letto
NEXT Giovane brasiliana si è fatta fare un palloncino gastrico per sembrare più magra il giorno del suo matrimonio ed è morta: “Volevo essere una principessa”