Gli Stati Uniti hanno esortato il gruppo terroristico Hamas ad accettare una tregua a Gaza e Israele a non invadere Rafah

Gli Stati Uniti hanno esortato il gruppo terroristico Hamas ad accettare una tregua a Gaza e Israele a non invadere Rafah
Gli Stati Uniti hanno esortato il gruppo terroristico Hamas ad accettare una tregua a Gaza e Israele a non invadere Rafah

Il Segretario di Stato americano Antony Blinken cammina con il ministro della Difesa israeliano Yoav Gallant al valico di frontiera di Kerem Shalom, Israele, il 1 maggio 2024. REUTERS/Evelyn Hockstein/Pool

Il Segretario di Stato americano, Mercoledì Antony Blinken ha esortato il gruppo terroristico Hamas ad accettare la nuova proposta di tregua nella Striscia di Gaza e ha riaffermato la sua opposizione all’invasione israeliana di Rafah, nel sud del territorio palestinese devastato dalla guerra.

Blinken ha dichiarato a Tel Aviv che gli Stati Uniti sono determinati a raggiungere “un cessate il fuoco che riporti a casa gli ostaggi, e a farlo ora”, riferendosi alle decine di persone rapite che rimangono nelle mani di Hamas dall’inizio della guerra contro 7 ottobre.

IL proposta di treguamediato da Qatar, Egitto e Stati Uniti, è “straordinariamente generoso da parte di Israele”ha considerato il diplomatico, alla sua settima visita in Israele dallo scoppio del conflitto.

Se il movimento islamista, al potere a Gaza, “intende davvero prendersi cura del popolo palestinese e vuole vedere un sollievo immediato dalle sue sofferenze, dovrebbe accettare questo accordo”, ha aggiunto.

La proposta prevede una tregua di 40 giorni e uno scambio di ostaggi detenuti a Gaza con i palestinesi imprigionati in Israele.

Hamas darà la sua risposta “in un periodo di tempo molto breve”, ha detto AFP Suhail al Hindi, uno dei leader del movimento palestinese, ha sottolineato che il cessate il fuoco deve essere permanente.

Un alto funzionario israeliano ha indicato che il governo del primo ministro Benjamin Netanyahu attenderà fino a mercoledì sera la risposta di Hamas e poi deciderà se inviare una delegazione in Egitto in vista di un possibile accordo.

Un soldato israeliano si trova accanto a veicoli militari vicino al confine israeliano con Gaza, nel mezzo del conflitto in corso a Gaza tra Israele e Hamas, Israele meridionale, 1 maggio 2024. REUTERS/Ronen Zvulun

Blinken ha inoltre ribadito l’opposizione degli Stati Uniti ad un’operazione di terra israeliana a Rafah, dove 1,5 milioni di palestinesi, la maggior parte dei quali sfollati a causa del conflitto in altre aree della Striscia di Gaza, sopravvivono in condizioni estreme.

Esistono altri modi – e, a nostro avviso, migliori – per affrontare la vera sfida attuale di Hamas, che non richiedono un’operazione militare.” a Rafah, ha detto Blinken dopo l’incontro con Netanyahu a Gerusalemme.

Alcune ore prima dell’arrivo di Blinken in Israele, Netanyahu ha ribadito la sua intenzione di invadere Rafah, prima o dopo una tregua, considerando che questa città costituisce l’ultima roccaforte di Hamas.

“Entreremo a Rafah ed elimineremo i battaglioni di Hamas, con o senza un accordo [de tregua]per ottenere la vittoria totale”, ha dichiarato.

Il conflitto è scoppiato il 7 ottobre, quando i terroristi di Hamas hanno massacrato 1.170 persone, in maggioranza civili.e secondo un conteggio ne rapirono circa 250 nel sud di Israele AFP sulla base dei dati israeliani.

I palestinesi si riuniscono per ricevere i pasti cucinati dalla World Central Kitchen (WCK) dopo che l’organizzazione benefica ha ripreso le operazioni, in una scuola che ospita sfollati, nel mezzo del conflitto in corso tra Israele e Hamas, a Deir Al-Balah, nel centro della Striscia di Gaza, il 1 maggio 2024. REUTERS/Ramadan Abed

Una tregua di una settimana a novembre ha consentito lo scambio di cento ostaggi con 240 prigionieri palestinesi. Israele stima che 129 persone siano rimaste prigioniere, di cui 34 sarebbero morte.

Secondo il Ministero della Sanità di Gaza, controllato dal gruppo terroristico palestinese, l’offensiva aerea e terrestre lanciata da Israele come rappresaglia contro Hamas ha finora provocato 34.568 morti, la maggior parte civili.

Secondo la stessa fonte almeno 33 persone sono morte nelle ultime 24 ore nel territorio palestinese.

Nelle prime ore del mattino, l’esercito israeliano ha bombardato il nord e il centro di Gaza, compreso il campo profughi di Nuseirat, dove diversi testimoni hanno riferito di scontri tra combattenti palestinesi e soldati israeliani.

Oltre ai bombardamenti, i palestinesi di Gaza soffrono di carenza di cibo, poiché gli aiuti esteri, strettamente controllati da Israele, arrivano alla spicciolata, principalmente dall’Egitto.

Blinken ha fatto visita Kerem Shalomuno dei valichi di frontiera tra Gaza e Israele, e ha dichiarato che “il progresso è reale, ma considerati gli immensi bisogni di Gaza, deve essere accelerato”.

Secondo l’esercito israeliano, 30 camion che trasportavano cibo e forniture mediche dalla Giordania sono entrati mercoledì attraverso il valico di frontiera di Erez, che Israele ha recentemente aperto e fornisce l’accesso al nord di Gaza.

Inoltre, gli Stati Uniti stanno costruendo un bacino galleggiante sulla costa di Gaza per ricevere le spedizioni, che dovrebbe entrare in funzione giovedì.

(Con informazioni dall’AFP)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Hanno offerto a José Mujica di curare il suo tumore all’estero, ma lui ha detto che si fida dei medici uruguaiani
NEXT L’Argentina cerca di rinnovare la sua flotta della Marina nonostante i limiti di budget