Scomparsa di Madeleine McCann: un messaggio in segreteria ha cambiato il corso delle indagini

La bambina di tre anni è improvvisamente scomparsa dall’albergo dove dormiva, nel 2007, mentre i suoi genitori stavano mangiando in un ristorante nello stesso complesso, a Praia da Luz, nel sud del Portogallo. In questo senso, il detective Mark Draycott, coinvolto nella perquisizione, si è presentato giovedì 2 maggio davanti al tribunale di Braunschweig, che sta indagando su questo caso, per fornire la sua testimonianza al riguardo. A cambiare il corso delle ricerche è stato il messaggio della segreteria telefonica di un ex amico del presunto autore del crimine, Christian Brueckner, attualmente processato dalla giustizia.

La scomparsa di Madeleine è uno dei misteri irrisolti più scioccanti del mondo. Tutto accadde il 3 maggio 2007, quando la famiglia composta da Kate e Gerry McCann era in vacanza a Praia da Luz e la ragazza, che dormiva in albergo, scomparve senza lasciare indizi. Allora gli investigatori di Scotland Yard e la polizia tedesca seguirono le poche tracce che c’erano e, negli anni, indicarono chi oggi è il principale sospettato di averla rapita: Christian Brueckner.

Brueckner è in custodia per un altro abuso.

Nuova informazione

A 17 anni dalla sua scomparsa, il tribunale di Braunschweig sta indagando sul caso e sta processando in questi giorni Christian Brueckner, anche se per un caso precedente. Il primo degli agenti di polizia ad essere chiamato a testimoniare è stato il detective Mark Draycott, che sembrava rispondere alle domande sulla scomparsa di Madeleine perché si era dedicato alle indagini sul caso nell’ambito della ricerca nota come Operazione Grange, iniziata nel 2011.

Nella sua testimonianza ha fornito un dettaglio che potrebbe essere fondamentale per le indagini. Secondo lui, Helge Busching, un ex amico di Brueckner che lo incontrò in Algarve (una località di villeggiatura dove soggiornava la famiglia) negli anni 2000, contattò la polizia britannica nel 2017.

“Allora avevamo ancora un numero telefonico pubblico pubblicizzato in tutto il mondo. Il pubblico potrebbe chiamare per denunciare l’Operazione Grange, l’indagine per trovare Madeleine McCann. Uno dei miei compiti era controllare i messaggi della segreteria telefonica. Il 18 maggio ho controllato la segreteria telefonica e c’era un messaggio”, ha spiegato l’investigatore.

I genitori di Madeleine

Poi ha aggiunto: “Ha detto di avere informazioni e ha lasciato un numero di cellulare greco. Ho quindi chiamato questo numero e ho parlato con un uomo che ora so essere Helge Lars Busching. “Si è presentato come ‘Lars’ e mi ha dato informazioni su Madeleine.” La cosa sorprendente è che, in una dichiarazione poi diventata virale sui media, Bursching ha detto che Brueckner gli aveva chiarito, senza ulteriori dettagli, che “lei non ha urlato”.

Il detective ha detto che hanno parlato per due giorni prima che lui si mettesse in viaggio per rilasciare la sua deposizione. “Mentre l’indagine proseguiva, sono stato felice di rilasciare una dichiarazione alla polizia britannica. “Ha detto di aver avuto una conversazione con Christian all’Orgiva Festival nel 2008. Quella conversazione era in relazione all’Operazione Grange”, ha continuato.

Il giudice gli chiese se avesse prestato giuramento e l’investigatore rispose: “Non facciamo giurare i testimoni. Non paghiamo mai testimoni per avere informazioni. Potremmo essere in grado di pagare alcune spese (e lo facciamo). Gli abbiamo pagato 35 euro per viaggiare in autobus fino ad Atene per incontrarci e abbiamo pagato le sue spese per tornare dove viveva in Grecia. “Abbiamo anche prenotato un albergo economico per fargli soggiornare nella capitale.”

Attualmente Christian Brueckner sta scontando una condanna a sette anni per lo stupro di un’anziana nel 2019 ed è accusato di una serie di aggressioni sessuali avvenute in Portogallo tra il 2000 e il 2017. Inoltre, l’imputato nega le accuse in relazione alla Madeleine Il caso McCann.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Consigli per pulire a fondo il frigorifero: mantieni la tua cucina fresca e ordinata
NEXT Consigli per pulire a fondo il frigorifero: mantieni la tua cucina fresca e ordinata