L’Italia condanna gli abusi della polizia contro un connazionale arrestato a Miami (+Foto)

L’Italia condanna gli abusi della polizia contro un connazionale arrestato a Miami (+Foto)
L’Italia condanna gli abusi della polizia contro un connazionale arrestato a Miami (+Foto)

In una nota pubblicata sul sito ufficiale della Farnesina si legge che in relazione a questi fatti, accaduti alla fine dello scorso febbraio, Tajani si è recentemente rivolto all’ambasciatore nordamericano, Jack Markell, al quale ha ricordato che “il governo italiano segue diligentemente ogni caso di detenzione”.

Il ministro ha avuto anche un colloquio telefonico con la madre di Matteo Falcinelli, studente italiano di 25 anni che dal 2021 frequenta un master alla Florida International University (FIU), alla quale ha espresso la sua solidarietà per “la violenza e le tipo di “trattamento che è stato applicato al nostro giovane connazionale”.

Secondo quanto riferito nelle ultime ore dai principali mezzi di informazione del Paese, nelle prime ore del 25 febbraio Falcinelli è stato arrestato fuori da un locale notturno dagli agenti della polizia di Miami, quando chiedeva aiuto per recuperare due cellulari smarriti in quel luogo .

Nonostante stesse solo cercando di rivendicare i suoi diritti, è stato brutalmente gettato a terra dagli agenti in divisa, che hanno eseguito la manovra di immobilizzazione premendogli un ginocchio sulla parte posteriore del collo, lo stesso che ha causato la morte di George Floyd, assassinato durante il suo arresto nel maggio 2020, nella città americana di Minneapolis.

I telefoni sono stati recuperati e restituiti pochi istanti dopo dal personale del locale, ma secondo le telecamere del corpo di polizia, le cui immagini sono state ottenute dagli avvocati il ​​12 aprile, dopo che il portiere del locale li ha consegnati alla polizia, la violenza contro il giovane italiano è diventata estremo.

Una volta in una cella stradale presso la stazione di polizia di North Miami Beach, è stato legato mani e piedi, dopo di che è stato sottoposto ad abusi per 13 minuti, secondo testimonianze e prove, comprese le riprese della telecamera della stazione di polizia.

Dopo aver pagato una cauzione di quattromila dollari, versata dai suoi compagni studenti della FIU, è riuscito a uscire di prigione due giorni dopo ed è stato trasferito in ospedale per curare le sue ferite e il suo disagio psicologico.

Il Consolato Generale a Miami è intervenuto immediatamente, perché oltre ad intervenire presso le autorità locali, ha fornito l’assistenza necessaria, ha fornito supporto legale alla famiglia di Falcinelli e ha sottolineato alle autorità locali l’inaccettabilità degli abusi a cui è stato sottoposto il giovane, si legge nella nota della cancelleria.

“La famiglia sta valutando come procedere”, ha detto in dichiarazioni alla stampa l’avvocato Francesco Maresca, responsabile del processo, il quale ha annunciato che probabilmente entro questa settimana il caso sarà portato all’attenzione della Procura di Roma. , responsabile della trattazione dei procedimenti contro i cittadini italiani all’estero.

kmg/ort

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La situazione interna brucia in Bolivia: Evo Morales è stato escluso dalla guida del MAS durante il Congresso promosso dai seguaci di Luis Arce
NEXT Come scalano l’Everest senza stancarsi?: Hanno studiato gli sherpa e hanno scoperto il loro segreto genetico