Le inondazioni in Afghanistan provocano oltre 200 morti e provocano una crisi umanitaria

(CNN) — Le improvvise inondazioni che hanno devastato il nord dell’Afghanistan negli ultimi giorni hanno causato la morte di almeno 200 persone, ha riferito sabato alla CNN l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (IOM), un’agenzia delle Nazioni Unite.

Le province settentrionali di Badakhshan, Ghor, Baghlan e Herat hanno subito gravi inondazioni, che hanno danneggiato anche quasi 2.000 case, ha detto in una nota un funzionario delle comunicazioni dell’OIM, citando l’Autorità nazionale per la gestione dei disastri dell’Afghanistan.

L’OIM, che sta fornendo aiuti di emergenza sul posto, ha affermato di aspettarsi che il bilancio delle vittime aumenterà.

L’International Rescue Committee (IRC), che sta preparando la risposta d’emergenza alle inondazioni che si stanno diffondendo in sette province, ha aumentato il bilancio stimato delle vittime. Più di 250 vite sono andate perse e “migliaia” di persone sono rimaste bloccate senza accesso ai servizi, ha affermato sabato l’IRC in una nota.

Un uomo afghano cammina vicino alla sua casa danneggiata a seguito delle forti inondazioni nella provincia di Baghlan sabato. (Mehrab Ibrahimi/AP)

“Queste ultime inondazioni hanno causato una grave emergenza umanitaria in Afghanistan, che si sta ancora riprendendo da una serie di terremoti all’inizio di quest’anno, nonché dalle gravi inondazioni di marzo”, ha affermato il direttore dell’IRC Afghanistan, Salma Ben Aissa.

“Le comunità hanno perso intere famiglie, mentre i mezzi di sussistenza sono stati di conseguenza decimati”, ha aggiunto.

Sabato, un video catturato dall’agenzia di stampa Reuters mostrava persone in lutto che seppellivano i morti nella provincia di Baghlan. Un uomo di nome Gulbudeen ha descritto la perdita di diversi membri della sua famiglia a causa delle inondazioni.

“Ho perso cinque membri della mia famiglia, due figli, due figlie e la loro madre, a causa di queste devastanti inondazioni improvvise. Eravamo dall’altra parte dell’alluvione, ma non potevamo aiutarli, e alla fine l’alluvione ha preso il sopravvento vita dei nostri cari”, ha detto.

Sabato, secondo un video girato dall’agenzia di stampa AFP, gli abitanti del villaggio di Laqayi, sempre nella provincia di Baghlan, hanno tentato di pulire fiumi di fango davanti alle loro case. Si sono potuti vedere gli abitanti dei villaggi guadare profonde pozzanghere di fango che sembravano aver causato ingenti danni alle case.

Uomini afghani rimuovono il fango da una casa dopo un'alluvione. (Atif Aryan/AFP/Getty Images)

Uomini afghani rimuovono il fango da una casa dopo un’alluvione. (Atif Aryan/AFP/Getty Images)

In una dichiarazione pubblicata sabato dal portavoce talebano Zabihullah Mujahid, i talebani al potere hanno riconosciuto il “doloroso bilancio” causato dalle inondazioni.

“Sfortunatamente, centinaia di nostri concittadini sono morti a causa di queste calamitose inondazioni, mentre un numero considerevole ha riportato ferite. Inoltre, il diluvio ha causato un grande caos alle proprietà residenziali, con conseguenti notevoli perdite economiche”, ha affermato Mujahid.

I Talebani hanno incaricato il Ministero degli Interni, il Ministero per la Gestione dei Disastri e i funzionari locali di “utilizzare tutte le risorse disponibili” per salvare le persone bloccate, recuperare i corpi e fornire cure mediche ai feriti, ha aggiunto Mujahid.
Le inondazioni improvvise si aggiungono a una serie di recenti disastri naturali che la regione ha dovuto sopportare.

Secondo le autorità, ad aprile piogge e inondazioni fuori stagione hanno ucciso più di 100 persone in Afghanistan e Pakistan. Morirono anche più di 600 animali.

Inondazioni improvvise hanno spazzato via dozzine di persone anche in Afghanistan a luglio, meno di tre mesi prima che migliaia venissero uccise da un potente terremoto di magnitudo 6,3 che colpì la parte occidentale del paese.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Le migliori offerte dei ristoranti negli Stati Uniti per la Festa della Mamma
NEXT Dollaro: la pianta portamonete che non può mancare nella vostra casa se volete attirare la buona sorte