Voleva dimagrire prima del matrimonio utilizzando un palloncino gastrico, ma è morta

Voleva dimagrire prima del matrimonio utilizzando un palloncino gastrico, ma è morta
Voleva dimagrire prima del matrimonio utilizzando un palloncino gastrico, ma è morta

L’ingegnere brasiliano Laura Fernandes Costa31 anni, è morto dopo aver subito un intervento chirurgico per posizionare un palloncino gastrico nello stomaco, con l’obiettivo di perdere peso.

La donna avrebbe dovuto sposare il suo compagno il 7 settembre, Matteo Turchete27 anni.

Vai alla nota successiva

“Volevo essere una principessa”

È stato il fidanzato della defunta a dire che Laura aveva deciso di sottoporsi a questo intervento per perdere peso prima del matrimonio.

È così che il 26 aprile è stata operata in una clinica nella regione di Barreiro, in Brasile. Giorni dopo ha accusato forti dolori e il 2 maggio ha chiesto che gli fosse rimosso il palloncino gastrico.

Laura Fernandes Costa (in prestito al G1)

Poiché continuava a non sentirsi bene, il 6 maggio è arrivata all’ospedale Nossa Senhora de Lourdes, dove le hanno trovato una perforazione allo stomaco, diagnosi che l’ha costretta a sottoporsi ad un intervento chirurgico il giorno successivo. non è sopravvissuto all’operazione.

“In realtà non ne aveva bisogno. Non era obesa, era una persona sana. Penso che volesse avere un “corpo da principessa” per il suo matrimonio e alla fine ha preso questa decisione.“, ha confessato il suo fidanzato a G1.

La famiglia ora accusa la negligenza medica e sostiene che l’ingegnere ha ricevuto cure postoperatorie inadeguate.

“La clinica non solo avrebbe potuto sostenerla meglio, ma anche prevenirla. Gli specialisti hanno detto che non avrebbe potuto sottoporsi a questa procedura, a causa del suo indice di massa corporea (BMI), che non supportava l’intervento. Pesava 70 chili ” ha spiegato Matheus.

Riguardo alla perforazione allo stomaco, il fidanzato della vittima ha spiegato che “ho cercato il medico che ha eseguito l’intervento e ha trattato la situazione normalmente. Mi ha detto che se ci fosse stata una perforazione non sarebbe riuscito a vederla. Nessun paziente lo farebbe” che se conoscesse il rischio.”

Laura e Matheus (prestato a G1)

Lunedì scorso, 13 maggio, la Polizia Civile di Minas Gerais ha annunciato l’apertura di un’indagine per determinare le circostanze e la causa della morte della donna di 31 anni.

Il medico assicura che il paziente non si è presentato ai controlli

In un comunicato il medico Mauro Lucio Jácomesocio amministratore della Clínica Cronos, dove è stato eseguito l’intervento, ha dichiarato che tutti i requisiti per eseguire l’intervento erano soddisfatti.

“La procedura di posizionamento del palloncino intragastrico è indicata per pazienti in sovrappeso o obesi, secondo la letteratura medica (BMI 25/consenso del palloncino intragastrico brasiliano) e nel caso in questione erano soddisfatti tutti i requisiti per tale procedura“Lui ha spiegato.

Il medico ha accusato il paziente non si è presentato ai controlli postoperatori che era stato programmato dopo il primo intervento. Dopo essere stata dimessa, aveva fissato un appuntamento «per il giorno successivo, per il controllo», ma, precisa, non si è presentata e che «non ha risposto alle chiamate della clinica per il rientro».

Ha anche indicato che il 2 maggio, quando il palloncino intragastrico è stato rimosso “senza complicazioni”, il paziente non è tornato alla visita prevista per il giorno successivo.

“Nonostante l’insistenza nella comunicazione, la paziente non ci ha più contattato, né si è recata in clinica. Dopo 5 giorni, sono arrivate informazioni sull’intervento chirurgico a cui è stata sottoposta la paziente, presso l’Ospedale Nova Lima, e, successivamente, che lo stesso giorno si è avuta la notizia del decesso del paziente”, ha riferito il medico.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV India: il primo ordine di Modi nel terzo mandato va a vantaggio degli agricoltori
NEXT L’antica scoperta di un popolo preistorico che paralizzò l’Europa