Qual è il santo che si festeggia il 16 maggio?

Qual è il santo che si festeggia il 16 maggio?
Qual è il santo che si festeggia il 16 maggio?

L’elenco dei santi cambia ogni giorno e ricorda coloro che si sono distinti per le loro buone azioni. (Immagine illustrativa Infobae)

Buone azioni, sacrifici mortali ed eventi anche inspiegabili derivanti da un’apparente divinità, sono le ragioni per cui diversi individui furono beatificato e canonizzato dal Vaticano portare con sé il nome di santo.

Ogni giornosegnato sul calendario, commemora la vita e la morte di questi esseri, uomini e donne, che hanno dedicato la loro esistenza alla stessa Chiesa cattolica che ha valso loro la nomina.

Questo è il giorno del santo Giovedì 16 maggio.

Nacque nella contea del Kent (Inghilterra) nell’anno 1165. Il suo cognome Stock si riferisce ad una “buca del tronco” dove, da bambino e da giovane, Simone trascorreva lunghe ore in preghiera come un eremita.

Quando il primo Carmelitano arriva in Inghilterra entra nell’Ordine. Vi conduce una vita esemplare e pia.

Durante una riunione del capitolo generale ad Aylesford fu nominato generale dell’Ordine del Carmelo. Effettuerà questo servizio fino alla sua morte.

Era molto devoto alla Vergine Maria, per questo è stato chiamato “l’amato di Maria”. Compose inni per Ella, che poi recitò.

Una delle sue maggiori preoccupazioni era la diffusione dei Carmelitani in Inghilterra e in tutta Europa; Per questo fondò diversi conventi nelle principali città universitarie come Oxford (Inghilterra), Cambridge (Inghilterra), Bologna (Italia) e Parigi (Francia).

La Vergine (allora Superiora dell’Ordine del Carmelo) gli appare il 16 luglio 1251 e gli dona uno scapolare dicendogli: “Prendi questo abito, chi muore con esso non soffrirà il fuoco eterno. Indossare lo scapolare costituisce una promessa”. morire in grazia e lasciare il purgatorio il prima possibile (non oltre il sabato successivo alla morte). Non è un amuleto o un protettore magico ma piuttosto un impegno a vivere in modo mariano, imitando cioè le virtù della Beata Vergine. Questa devozione si diffuse rapidamente.

Morì a Bordeaux (Francia) il 16 maggio 1265, compiendo una visita pastorale. È sepolto lì. Nel 1951 fu trasferito ad Aylesford.

Sebbene sia venerato dai Carmelitani almeno dal 1564, non è mai stato canonizzato ufficialmente, sebbene il Vaticano approvi che i Carmelitani celebrino questa festa.

Insieme a questo personaggio c’è altri santi e martiri che si celebrano anche questo giovedì, 16 maggio, come segue:

Sant’Abdas, vescovo e martire

Sant’Abieso, vescovo e martire

Sant’Adamo da Fermo

Sant’Andrea Bobola

San Brandano

San Carentoco

San Fidolo

San Germerio di Tolosa

Sant’Onorato d’Amiens

San Pellegrino d’Auxerre

San Posidio di Calama

Sant’Ubaldo di Gubbio

Beato Vidal Vladimir Bajrak

Canonizzazione del sacerdote José Gabriel Brochero. (Reuters/Tony Gentile)

La Chiesa cattolica e ortodossa utilizza la canonizzazione per dichiarare santa una persona deceduta.il che implica l’inserimento del suo nome nel canone (elenco dei santi riconosciuti) e il permesso di venerarla, riconoscendone la potenza davanti a Dio.

Durante il cristianesimo le persone venivano riconosciute come sante senza bisogno di un processo formale; Tuttavia, la situazione cambiò nel Medioevo.

Nel caso del cattolicesimo, la Chiesa deve svolgere un’indagine approfondita sulla vita della persona da santificare e ci sono quattro modi per ottenere la nomina: la via delle virtù eroiche; il cammino del martirio; quello delle cause eccezionali, confermato da un culto antico e da fonti scritte; e quello dell’offerta della vita.

Inoltre è un requisito essenziale che ha compiuto almeno due miracoli (o uno nel caso di martire). La canonizzazione viene fatta con una solenne dichiarazione papale e viene assegnato un giorno festivo alla venerazione liturgica.

Non esiste un periodo stabilito per effettuare la canonizzazione di un personaggio, poiché ce ne sono addirittura casi come quello di San Pier Damiani che fu canonizzato fino a 756 anni dopo la sua morte o, al contrario, il caso di Sant’Antonio da Padova che venne nominato fino a 352 giorni dopo la sua morte.

L’ultima canonizzazione è avvenuta nell’ottobre 2019, quando il Papa ha dichiarato santi il ​​cardinale John Henry Newman e suor Dulce, brasiliana.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Pancake senza TACC e senza latte: l’opzione perfetta per iniziare il weekend con una buona colazione
NEXT Africa: cos’è l’Alleanza degli Stati del Sahel e perché mette a dura prova le relazioni tra Stati Uniti e Russia