Giovane brasiliana si è fatta fare un palloncino gastrico per sembrare più magra il giorno del suo matrimonio ed è morta: “Volevo essere una principessa”

La brasiliana Laura Fernandes Costa ha riportato un’infezione generalizzata causata da una perforazione allo stomaco. La sua famiglia ha denunciato un atto illecito.

Laura Fernandes Costa, un’ingegnere di 31 anni, è morta dopo che il suo corpo si è riempito di feci. Tratto da internet / VANGUARDIA

Una donna brasiliana è morta dopo essersi sottoposta a un palloncino gastrico per perdere circa otto chili prima del suo matrimonio.

Oltretutto: Rebecca Joynes, l’insegnante britannica che ha avuto un bambino con uno studente, è stata giudicata colpevole

Laura Fernandes Costa, Un’ingegnere di 31 anni ha riportato un’infezione generalizzata a causa di una perforazione allo stomaco, e la sua famiglia sospetta si tratti di una complicazione dell’intervento chirurgico a cui è stata sottoposta, denunciando una presunta negligenza medica.

Il matrimonio era previsto per il 7 settembre e il suo fidanzato, Matteo Turchete27 anni, ha dichiarato che Laura ha deciso di sottoporsi all’intervento per dimagrire prima della cerimonia.

“In realtà, non ne aveva bisogno. Non era obesa, era una persona sana. “Volevo avere un ‘corpo da principessa’ per il matrimonio e alla fine ho preso questa decisione,” Matheus ha detto al sito g1.

Laura Fernandes Costa è morta undici giorni dopo l’intervento.

La procedura è stata eseguita in una clinica a Belo Horizonte il 26 aprile. Il dispositivo inserito all’interno dello stomaco è destinato a occupare spazio in modo che il paziente riduca la quantità di cibo ingerito e, di conseguenza, dimagrisca.

Leggi anche: Video sensibile: uno scontro con il machete lascia un uomo senza una mano nella Repubblica Dominicana

Secondo il giornale Stato delle miniereLaura ha avvertito i primi sintomi il giorno dopo, quando cominciò a vomitare sangue. Il 30 aprile contattò il medico responsabile, Mauro Lucio Jácome, rimuovere la palla nella stessa clinica in cui è stata curata, ma non è riuscita a trovare il professionista.

Il 1 maggio lo cercò di nuovo in un altro punto della clinica e finalmente riuscì a rimuoverlo il 2 maggio.

L’ingegnere continuava a soffrire forti dolori e, il 6 maggio, è stata ricoverata in ospedale. Durante un intervento d’urgenza, hanno scoperto che aveva una perforazione allo stomaco che aveva causato un’infezione generalizzata. Laura morì il giorno successivo.

“La clinica non solo avrebbe potuto fornire un supporto migliore, ma anche prevenirlo. Gli specialisti hanno detto che non avrebbe potuto sottoporsi a questa procedura, a causa del suo indice di massa corporea (BMI), che non supportava l’intervento. Pesava 70 chili “, ha detto il fidanzato della vittima.

Laura e Matheus si sarebbero sposati il ​​7 settembre.
Laura e Matheus si sarebbero sposati il ​​7 settembre.

Il giovane ha sottolineato che la sua ragazza ha dovuto addirittura insistere affinché il medico rimuovesse l’apparecchio. “La mia vita vale più di un palloncino.”“, disse al chirurgo.

Guarda questo: La commovente storia del bambino di 10 anni che si è tolto la vita negli Stati Uniti dopo aver subito episodi di bullismo a scuola

La famiglia ha inoltre assicurato che il medico ha lasciato solo il numero di telefono di un’infermiera come numero di contatto e non ha seguito adeguatamente lo stato di salute di Laura.

La polizia di Minas Gerais ha aperto un’indagine per determinare le circostanze e la causa della morte della donna di 31 anni.

“L’istituzione condurrà interviste con testimoni e persone coinvolte, richiederà la storia medica del paziente ed effettuerà tutta la due diligence”, ha indicato la Polizia.

La donna di 31 anni è morta dopo aver subito un palloncino gastrico mesi prima del suo matrimonio. Tratto da internet / VANGUARDIA
La donna di 31 anni è morta dopo aver subito un palloncino gastrico mesi prima del suo matrimonio. Tratto da internet / VANGUARDIA

Cosa dice la clinica?

Il dottore Mauro Lucio Jácome È il socio amministratore della Clínica Cronos, dove è stato eseguito l’intervento. In un comunicato, il centro medico ha dichiarato di solidarizzare con il dolore della famiglia e che il paziente soddisfaceva i requisiti per l’intervento, che è stato eseguito “senza complicazioni”:

“In relazione ai fatti, va chiarito che la procedura di posizionamento del palloncino intragastrico è indicata per pazienti in sovrappeso o obesi, secondo la letteratura medica (BMI 25/consenso brasiliano del palloncino intragastrico), e tutti i requisiti per tale procedura sono stati soddisfatti. nel caso in questione. La clinica è stata incaricata di eseguire il suddetto intervento in data 26/04/2024, che è stato eseguito da un medico specializzato in endoscopia e chirurgia con oltre 20 anni di esperienza, riconosciuto professionalmente nella zona..

Il palloncino gastrico è una sfera di silicone flessibile e morbida, che viene introdotta nello stomaco del paziente, attraverso un'endoscopia, per ridurre il peso nelle persone con obesità patologica. Tratto da X/VANGUARDIA
Il palloncino gastrico è una sfera di silicone flessibile e morbida, che viene introdotta nello stomaco del paziente, attraverso un’endoscopia, per ridurre il peso nelle persone con obesità patologica. Tratto da X/VANGUARDIA

È importante sottolineare che il modulo di consenso firmato per questa procedura descrive dettagliatamente i possibili rischi descritti nella letteratura medica, comprese le complicanze, e tutte le linee guida e le spiegazioni sono state fornite al paziente.

In altre notizie: Forti tempeste a Houston provocano almeno quattro morti nel sud-est del Texas

«L’intervento si è svolto senza complicazioni e il paziente è stato dimesso con un compagno, senza presentare sintomi, con la visita di controllo fissata per il giorno successivo. Tuttavia, il paziente non si è presentato all’appuntamento e non ha risposto alle chiamate della clinica per riprogrammarlo. Successivamente, su richiesta della paziente, il palloncino intragastrico è stato rimosso in data 02/05/2024, anche questo senza complicazioni. “La paziente avrebbe dovuto ritornare in clinica il giorno successivo, 03/05/2024, come previsto, ma non è tornata” ha osservato il portavoce.

“Risulta che, nonostante l’insistenza sulla comunicazione, la paziente non ci ha più contattato, né si è recata in Clinica. Dopo cinque giorni, c’erano informazioni sull’intervento chirurgico a cui il paziente era stato sottoposto presso l’Ospedale Nova Lima e, più tardi, lo stesso giorno, c’erano informazioni sulla morte del paziente,” concluso Mauro Lucio Jácome.

Con riepilogo dell’agenzia.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il Servizio immigrazione americano intende “effettuare il numero massimo di voli di rimpatrio settimanali”
NEXT David Knezevich, marito di Ana María Henao, si è dichiarato non colpevole della scomparsa della colombiana nel bel mezzo del processo di divorzio