La Guyana ha alzato il livello di allerta a causa dello spiegamento militare del regime di Maduro sul confine conteso di Essequibo

La Guyana ha alzato il livello di allerta a causa dello spiegamento militare del regime di Maduro sul confine conteso di Essequibo
La Guyana ha alzato il livello di allerta a causa dello spiegamento militare del regime di Maduro sul confine conteso di Essequibo

La Guyana ha alzato il livello di allerta a causa dello spiegamento militare del regime di Maduro sul confine conteso di Essequibo (REUTERS/Ranu Abhelakh)

Il Vicepresidente della Guyana, Bharrat Jagdeoha dichiarato venerdì di essere “molto attento” e di mettere in allerta le autorità competenti per proteggere il loro territorio e sovranità dopo l’assunzione Dispiegamento militare venezuelano sul confine comune, nel quadro della disputa sulla regione di Essequibo.

Siamo molto attenti, osserviamo gli eventi, lavoriamo con i nostri alleati in questo senso e la nostra principale occupazione è mantenere la nostra integrità territoriale e la nostra sovranità”ha dichiarato Jagdeo in una conferenza stampa.

Il vicepresidente dopo aver confermato l’accumulo di truppe nel Isola di Ankoko e nella zona di Punta Barimavicino alla Guyana, che fa parte del confine tra i due paesi, lo ha denunciato Il Venezuela “l’ha preso con la forza”.

Informiamo le agenzie competenti dei continui tentativi del Venezuela di stabilire una presenza sul nostro confine in un atteggiamento minaccioso.”riferì Jadgeo.

A suo avviso, “questo non è coerente con ciò che abbiamo concordato, ovvero che vogliamo mantenere questa regione come zona di pace”.

Anche il Centro di Studi Strategici e Internazionali (CSIS), con sede negli Stati Uniti, ha pubblicato a metà febbraio diverse immagini satellitari che hanno rivelato che il Venezuela si stava espandendo base militare sull’isola di Ankoko e nella zona di Punta Barima, vicino alla Guyana.

Le autorità di Georgetown assicurano di aver già informato le agenzie competenti sui “costanti tentativi del Venezuela” di alterare la stabilità nella regione (REUTERS/Sabrina Valle)

In un incontro di fine gennaio, entrambi i paesi si sono impegnati a proseguire il dialogo sulla controversia che circonda la regione. di Essequibo e anche affrontare il Accordo di Ginevra del 1966.

I presidenti di entrambi i paesi si sono inoltre impegnati a portare avanti la strategia relazioni bilaterali a parte la controversia sui confini.

La disputa territoriale tra Guyana e Venezuela sull’Essequibo, un territorio di circa 160.000 chilometri quadrati, ha raggiunto il suo culmine dopo che il Venezuela ha tenuto, il 3 dicembre, un referendum unilaterale in cui ha approvato l’annessione del territorio in questione.

Nel 2018, la Guyana ha fatto ricorso Corte di giustizia Internazionale (CIJ) per ratificare un lodo del 1899 che stabilì i confini attuali e che il Venezuela respinge, protetto dalla Accordo di Ginevra del 1966che ha firmato con Gran Bretagna prima dell’indipendenza della Guyana e che ha annullato la precedente sentenza che stabiliva le basi per una soluzione negoziata.

Il 9 maggio, due aerei da caccia americani hanno sorvolato la Guyana come parte di un’operazione esercitazione militare coordinata tra i due paesi, che ha lanciato “allerta” nel vicino Venezuela, che ha denunciato “provocazioni” e “minacce”.

“Lui Governo della Guyana ha approvato il sorvolo di due Super Hornet F/A18F della Marina degli Stati Uniti a Georgetown (…) il 9 maggio 2024”, ha confermato il governo della Guyana in un comunicato, poco dopo che l’ambasciata americana aveva riferito dell’operazione.

Due aerei da combattimento americani hanno sorvolato la Guyana nell’ambito di un’esercitazione militare coordinata tra i due paesi, che ha lanciato “allarme” nel vicino Venezuela, che ha denunciato “provocazioni” e “minacce” (REUTERS)

Questa esercitazione viene effettuata come parte del patto di cooperazione in materia di difesa tra la Guyana e gli Stati Uniti d’America e mira ad approfondire la sicurezza nel programma di cooperazione in corso tra i nostri due paesi“Ha aggiunto.

Lo ha assicurato il regime venezuelano La Guyana “si presenta come una vittima” nel conflitto su Essequibo e ha affermato che garantirà l’integrità del suo territorio, nel quale Caracas comprende la zona contesa.

Il Ministro della Difesa venezuelano, Vladimir Padrino Lopezha espresso che, mentre il Comando meridionale degli Stati Uniti “aumenta la propria attività operativa” nell’area e la compagnia petrolifera nordamericana ExxonMobil “continua le sue attività illegali negli spazi marittimi che sono (in attesa) di essere delimitati”, il governo della Guyana “si presenta come una vittima e accusa il Venezuela di azioni belliche”.

Lo è, secondo il funzionario sul social network Forze Armate Nazionali Bolivariane (FANB) del “dovere di garantire la pace e l’integrità territoriale del Venezuela”.

“La FANB non cadrà in queste trappole esplosive”, ha aggiunto Padrino, anche vicepresidente del settore Sovranità politica, sicurezza e pace.

(Con informazioni da EFE e AFP)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT L’ONU e l’Unione Europea hanno manifestato il loro sostegno alla nuova proposta israeliana di cessate il fuoco a Gaza