Il giorno in cui il record mondiale di 1,5 miliardi di palloncini si trasformò in un disastro

Il giorno in cui il record mondiale di 1,5 miliardi di palloncini si trasformò in un disastro
Il giorno in cui il record mondiale di 1,5 miliardi di palloncini si trasformò in un disastro

Molte persone sognano di battere un record. La pubblicazione del libro “Guinness World Records” iniziò nel 1955 e da quel momento in poi è diventato un fenomeno annuale venduto in tutto il mondo e che raccoglie le grandi conquiste dell’uomo e della natura.

Tuttavia, Nel 1986, un innocente tentativo di far parte della grande lista di imprese si trasformò in un disastro. L’obiettivo era raggiungere il record mondiale di lanci simultanei di palloncini, ma le cose non andarono come previsto e l’evento si è concluso con incidenti stradali, cavalli feriti, problemi all’aeroporto e un ritardo nelle operazioni della Guardia Costierache stava cercando due marinai dispersi.

Nell’ambito della celebrazione di quello che sarebbe stato l’84esimo compleanno di Walt Disney, il 5 dicembre 1985, più di un milione di palloncini gonfiati a elio furono rilasciati al Disneyland Park di Anaheim, in California. Pochi mesi dopo, Cleveland, Ohio, decise che avrebbe superato quel traguardo.

Si chiamava Balloonfest ’86 e si tenne il 27 settembre 1986. Lo scopo di questo festival era raccogliere fondi e promuovere l’immagine della cittàpoiché era stato a lungo oggetto di scherno e critiche in programmi televisivi e film.

Nel 1967 fu lanciata la serie “Rowan e Martin’s Laugh-In”. Era piuttosto popolare, raggiungendo più di 40 milioni di spettatori settimanali, ma iniziò l’eredità di battute nei confronti di una delle città più popolate dello stato americano dell’Ohio.

Il responsabile degli scherzi era Jack Hanrahan, uno scrittore televisivo di Cleveland. Il programma aveva scelto la sua città natale come bersaglio di scherno, dopo che la NBC aveva chiesto agli autori di non fare così tante battute etniche.

In un’intervista del 1976 con la rivista locale “Cleveland Magazine”, Hanrahan descrisse come lui e gli altri scrittori di “Laugh-In” avessero bisogno di una città per le loro battute piuttosto che di uno specifico gruppo etnico o razziale. Ha detto che inizialmente si trovavano tra il lago Schroon a New York e il lago Titicaca sulle Ande. Tuttavia, uno dei suoi colleghi improvvisamente urlò: “Non prestare attenzione alle sciocchezze di Hanrahan, è di Cleveland”.

Anni dopo l’inizio della presa in giro, stanca della cattiva reputazione, la città decise di pianificare un lancio di mongolfiere che avrebbe battuto il record che Disneyland aveva stabilito nove mesi prima. L’evento è stato organizzato dalla United Way of Cleveland Foundation in collaborazione con un’azienda di decorazione con queste sfere in lattice chiamata Balloonart by Treb.

Il festival aveva lo scopo di raccogliere fondi, fornire pubblicità positiva all’organizzazione e alla città e incoraggiare i giovani a partecipare ad attività civiche e filantropiche. Alla fine i loro piani fallirono e dovettero pagare milioni di dollari per riparare il danno.

Lo sfondo del Balloonfest ’86

I preparativi durarono sei mesi e fu assegnata un’area della piazza pubblica di Cleveland per contenere i palloncini all’interno di una rete gigante che sarebbe stata rilasciata al momento del lancio.. Quel giorno, più di tremila studenti hanno gonfiato le sfere di elio insieme a 150 lavoratori della Pioneer Ballon Co., una fabbrica di questo prodotto situata a Willard, Ohio. Inizialmente volevano lanciare due milioni di sfere di elio, ma Hanno optato per 1,5 milioni.

Solo un giorno prima del grande evento, alle sette di sera, due uomini andarono al lago Erie a pescare. Quando Bernard Sulzer, 39 anni, e Raymond Broderick, 38 anni, non sono arrivati ​​alle rispettive case, i loro parenti hanno allertato le autorità. Il giorno successivo, la loro barca è stata ritrovata con segni di capovolgimento, ma dei soggetti non c’era traccia.

Il giorno del disastro

Il 27 settembre alle 14.30 avrebbe dovuto svolgersi l’evento, ma si stava avvicinando un temporale che avrebbe potuto annullare il Balloonfest. In questo modo gli organizzatori hanno deciso di farlo Rilasciare i palloncini 30 minuti prima dell’orario stabilito.

Tuttavia, il tempo ha giocato loro un brutto scherzo. In circostanze normali, un palloncino ad elio standard galleggerà fino a quando non sarà completamente sgonfio, a quel punto si abbasserà e ritornerà a terra. Anzi, I palloncini del festival si sono scontrati con l’aria fredda e la pioggia, facendoli cadere ancora gonfiati.

Il cielo si riempì di sfere colorate che scesero rapidamente e causarono il caos in città. Secondo Far Out Magazine, una donna della contea di Medina è entrata nel suo cortile e ha trovato i suoi cavalli feriti. Secondo la storia, erano rimasti sorpresi dal numero di palloncini. Quando si è scoperto che le lesioni erano permanenti, ha intentato una causa per danni e ha patteggiato per una somma sconosciuta.

D’altra parte, L’attività della Guardia Costiera è stata interrotta dall’accaduto e ha dovuto sospendere momentaneamente le ricerche degli uomini che la sera prima erano andati a pescare. Il lavoro delle autorità è diventato difficile e uno dei soccorritori ha detto che era simile a “cercare un ago in un pagliaio”.

In un’intervista per un telegiornale locale, la Guardia costiera ha detto che in queste situazioni si cerca di identificare le teste o i giubbotti di salvataggio arancioni che galleggiano nell’acqua. A causa del lancio dei palloncini, si trovavano di fronte ad un panorama di migliaia di sfere dello stesso colore che cercavano.

I rapporti indicavano che i corpi furono recuperati un mese dopo gli eventi. Inoltre, una delle mogli dei pescatori ha fatto causa per danni. Come nel caso dei cavalli, si accontentò di una cifra sconosciuta.

I palloncini non sono caduti solo nel lago, ma anche nelle strade della città. Lo ha indicato la Case Western Reserve University Si sono verificati molti incidenti stradali mentre gli automobilisti cercavano di evitare le sfere che cadevano dal cielo. Inoltre, l’accumulo di questo elemento ha costretto la pista dell’aeroporto Burke Lakefront a rimanere chiusa per mezz’ora.

Di conseguenza, il Guinness World Records eliminò la categoria e il Balloonfest fu definito un disastro ambientale che causò molto inquinamento. Molti dei palloncini sono finiti sulle spiagge dell’Ontario, in Canada.

Queste sono le imprese stravaganti realizzate durante il Guinness Record Day

Altre novità su EL TIEMPO

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT L’ONU e l’Unione Europea hanno manifestato il loro sostegno alla nuova proposta israeliana di cessate il fuoco a Gaza