dall’estasi alla schizofrenia – DW – 22/05/2024

dall’estasi alla schizofrenia – DW – 22/05/2024
dall’estasi alla schizofrenia – DW – 22/05/2024

La psicosi non è uno stato di estasi, ma una malattia psicologica. Le persone colpite hanno allucinazioni e disturbi del pensiero, perdono il contatto con la realtà e smettono di essere se stesse.

Diversi studi dimostrano che la cannabis può danneggiare il cervello in via di sviluppo di un adolescente. Tuttavia, un recente studio canadese, pubblicato sulla rivista specializzata Medicina psicologicaLo sostiene La relazione tra uso di marijuana e disturbi psicotici è molto più ampia di quanto si credesse in precedenza.

Sfocato, insensibile e sovrastimolato

Gli adolescenti non possono soffrire solo di allucinazioni visive e acustiche, afferma Rainer Thomasius, direttore del Centro tedesco per le dipendenze dei bambini e degli adolescenti (DZSKJ). La cannabis limita anche la capacità di concentrazione e di apprendimento e attenua la sensibilità. Inoltre, i consumatori spesso si sentono sovrastimolati dal loro ambiente.

Mentre l’astinenza dal farmaco può curare un disturbo psicotico in poche settimane, esiste un rischio maggiore di scivolare nella psicosi per tutta la vita, nel caso in cui l’uso dovesse ripetersi. Lo psicoterapeuta Thomasius indica che, nel peggiore dei casi, la psicosi può trasformarsi in schizofrenia. Se ciò accade, le persone colpite si sentono minacciate anche dai parenti più stretti e in situazioni estreme possono verificarsi attacchi mortali.

Cervelli giovani, particolarmente vulnerabili

Nell’adolescenza, il cervello è una sorta di grande cantiere e sostanze come il tetraidrocannabinolo (THC) influenzano, ad esempio, le sinapsi delle fibre nervose e lo sviluppo della sostanza bianca del cervello.

L’uso di marijuana durante l’adolescenza può distruggere fino a un terzo delle connessioni ben funzionanti nel lobo frontale. Questa parte del cervello è responsabile di funzioni come il pensiero, il ragionamento e la regolazione delle emozioni.

Thomasius spiega in un’intervista a DW che il QI può diminuire fino a dieci punti. “Se un QI già basso scende da 90 a 80 punti, ciò significa un disturbo dell’apprendimento”, afferma.

Lo psicoterapeuta tedesco aggiunge che può anche aumentare il rischio di soffrire di depressione e disturbi d’ansia.

Allo stesso modo, una capacità di guida limitata rappresenta un serio rischio per altre persone. “Dalla legalizzazione della cannabis negli Stati Uniti, il numero di incidenti stradali gravi sotto l’influenza della cannabis è raddoppiato fino a dieci volte”, afferma il direttore del Centro tedesco per le dipendenze dei bambini e degli adolescenti.

Tuttavia, il medico sottolinea che gli adolescenti non sono consapevoli di questi rischi. “Finora non hanno comunicato correttamente”, dice.

La marijuana è ora legale in Germania

Questo browser non supporta l’elemento video.

La legalizzazione invia un segnale fatale

In molti paesi si discute sulla legalizzazione della marijuana. In Germania, il suo consumo è legale per gli adulti dall’aprile 2024. Gli esperti temono che ora sarà più facile che mai per gli adolescenti procurarsi la cannabis.

Secondo Thomasius la legalizzazione minimizza il pericolo e invia segnali sbagliati. “Possiamo prevedere che l’incidenza della psicosi aumenterà”, aggiunge.

Percentuale più alta di THC

La quantità di consumo di cannabis non è cambiata molto negli ultimi decenni, ma il livello di THC è aumentato notevolmente.

In Canada, ad esempio, il livello medio annuo di THC della cannabis illegale è aumentato da circa l’1% nel 1980 al 20% nel 2018.

Thomasius assicura che attualmente esistono addirittura estratti di cannabis che possono raggiungere una percentuale di THC superiore al 95%. Questi tipi di prodotti non sono ancora in vendita in Germania, dove la percentuale è di circa il 15% di marijuana illegale.

Minoranza in pericolo

La maggior parte dei giovani che fanno uso di cannabis non sviluppano un disturbo psicotico, questo è un dato di fatto. Tuttavia, con il consumo, il rischio di sviluppare un disturbo è undici volte maggiore.

(vt/ms)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT L’ONU e l’Unione Europea hanno manifestato il loro sostegno alla nuova proposta israeliana di cessate il fuoco a Gaza