Israele rimprovera i paesi che riconosceranno lo Stato palestinese – DW – 23/05/2024

Israele rimprovera i paesi che riconosceranno lo Stato palestinese – DW – 23/05/2024
Israele rimprovera i paesi che riconosceranno lo Stato palestinese – DW – 23/05/2024

Il direttore generale del Ministero degli Affari Esteri israeliano, Jacob Blitstein, ha rimproverato questo giovedì (23/05/2024) gli ambasciatori di Spagna, Irlanda e Norvegia, il giorno dopo che questi paesi hanno annunciato la loro decisione di riconoscere lo Stato palestinese, che riconosceranno formalizzare il 28 maggio.

“La decisione distorta dei loro governi è una ricompensa per Hamas e Hamas si congratula con loro per questo”, ha detto Blitstein durante l’incontro tenutosi presso la sede del Ministero degli Affari Esteri israeliano a Gerusalemme, ha riferito l’istituzione in un comunicato.

“Avrà conseguenze più gravi per le nostre relazioni con i vostri paesi”, hanno avvertito la spagnola Ana Salomón, l’irlandese Sonya McGuiness e il norvegese Per Egil Selvaag.

Ai tre ambasciatori europei è stato mostrato un video reso pubblico ieri che mostra come i militanti di Hamas, un gruppo classificato come terrorista dall’Unione Europea (UE), entrano in una base di osservazione militare a Nahal Oz, vicino alla Striscia di Gaza, e sequestrano e portano via diversi soldati.

“Il riconoscimento dei loro governi non promuove la pace, dà impulso ad Hamas e rende ancora più difficile promuovere un accordo per il rilascio degli ostaggi”, ha insistito il diplomatico israeliano.

Blitstein ha sottolineato che Israele non ha intenzione di porre fine alla guerra a Gaza finché non avrà raggiunto i suoi obiettivi: “la fine di Hamas, il ritorno di tutti i rapiti e il ritorno della sicurezza per tutti i suoi cittadini”.

Israele ha convocato ieri i tre ambasciatori per un “colloquio di rimprovero”, oltre ad aver convocato per consultazioni i suoi inviati a Madrid, Dublino e Oslo, dopo che questi esecutivi avevano annunciato quasi contemporaneamente ieri la loro intenzione di riconoscere lo Stato palestinese.

Il ministro degli Esteri Israel Katz ha considerato la decisione una “ricompensa ai terroristi di Hamas”, mentre il primo ministro Benjamin Netanyahu ha affermato che “non si può dare uno Stato al male”.

ct (efe, afp)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La scoperta che mette in discussione ciò che sappiamo sulla teoria dell’evoluzione
NEXT Gli Stati Uniti sono impegnati a proteggere le elezioni presidenziali in Venezuela, condannando la dittatura in Nicaragua e sostenendo la transizione ad Haiti