Progressi evidenziati dalla Corte Internazionale di Giustizia nel caso Messico-Ecuador

Progressi evidenziati dalla Corte Internazionale di Giustizia nel caso Messico-Ecuador
Progressi evidenziati dalla Corte Internazionale di Giustizia nel caso Messico-Ecuador

Innanzitutto, ha osservato nel suo profilo sulla rete X, la Corte Internazionale di Giustizia ha stabilito che le dichiarazioni dell’Ecuador di rispettare l’inviolabilità dell’Ambasciata sono giuridicamente vincolanti.

Allo stesso modo, ha ribadito che l’inviolabilità delle ambasciate è un elemento centrale nelle relazioni diplomatiche, ha sottolineato il giurista del Ministero degli Affari Esteri.

Questo pomeriggio, in un comunicato, il governo messicano ha sottolineato che il processo continua e che nelle fasi successive la Corte Suprema riceverà argomenti sul merito della questione, cioè sulla portata delle violazioni della Convenzione di Vienna sulle relazioni diplomatiche. dall’Ecuador

L’11 aprile, il Messico ha presentato una denuncia alla Corte internazionale di giustizia contro l’Ecuador, in seguito al violento raid della polizia di quel paese contro l’ambasciata messicana e all’attacco al personale diplomatico, compiuti il ​​5 aprile.

“Oggi, la Corte ha ribadito l’importanza dei principi sanciti dalla Convenzione di Vienna, e ha sottolineato che ‘non esiste presupposto più fondamentale per lo sviluppo delle relazioni tra gli Stati dell’inviolabilità degli inviati diplomatici e delle ambasciate. », sottolinea il testo.

“(…) in particolare, l’istituzione della diplomazia (…) per consentire agli Stati, qualunque siano i loro diversi sistemi costituzionali e sociali, di raggiungere una comprensione reciproca e risolvere le loro differenze con mezzi pacifici”, ha aggiunto.

Il governo ha sottolineato che, poiché l’Ecuador ha offerto al Messico garanzie, sia per iscritto che durante udienze pubbliche, per assicurare il rispetto e la protezione delle sedi diplomatiche, dei suoi beni e archivi, come richiesto dal Messico, la Corte internazionale di giustizia ha stabilito che le garanzie offerte, incondizionatamente e ripetutamente , sono giuridicamente vincolanti.

Pertanto, l’Ecuador è obbligato a garantire al Messico la piena protezione e sicurezza delle strutture, dei beni e degli archivi della missione diplomatica messicana a Quito per prevenire qualsiasi forma di intrusione.

Inoltre, il Paese sudamericano deve consentire lo sgombero dei locali e delle residenze private dei suoi agenti diplomatici.

Allo stesso modo, Quito deve astenersi da qualsiasi azione che possa aggravare o espandere la controversia davanti alla Corte e, invece, cercare la risoluzione pacifica delle controversie.

“La decisione della Corte in questa fase rappresenta un progresso nella protezione degli interessi del Messico”, ha osservato.

“Il Messico, attraverso il Ministero degli Affari Esteri, continuerà a lavorare nella difesa del caso e a promuovere la risoluzione pacifica delle controversie come parte del suo continuo impegno nei confronti del diritto internazionale”, ha affermato nella nota.

lam/otf

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Putin annuncia l’inizio di esercitazioni nucleari e lascia l’Europa con il fiato sospeso
NEXT Il frutto che rafforza il sistema immunitario e aiuta a migliorare la digestione