Il deputato nordamericano che idolatra Milei e chiede a Biden di darle più risalto

Il deputato nordamericano che idolatra Milei e chiede a Biden di darle più risalto
Il deputato nordamericano che idolatra Milei e chiede a Biden di darle più risalto

Ascoltare

WASHINGTON.- In un infuocato discorso al Congresso, accompagnato da una lettera indirizzata al presidente Joe Biden, il rappresentante repubblicano Maria Elvira Salazartifoso dichiarato del presidente Javier Milei, definiva il presidente argentino come “un riferimento morale per l’emisfero occidentale”e riteneva che l’Argentina dovesse essere inclusa nell’Alleanza per la Prosperità Economica nelle Americhe (APEP, secondo il suo acronimo in inglese).

“Oggi non c’è nessun presidente in America Latina con un’agenda più pro-libertà di Javier Milei. Sta lavorando per rimediare ad anni di errori economici, in un paese con un potenziale enorme ma sprecato.“, per questo la deputata ed ex conduttrice delle reti CNN e Telemundo, figlia di cubani, ha esortato il presidente nordamericano a incorporare l’Argentina nell’APEP, richiesta che aveva già avanzato lo scorso ottobre per il Paraguay.

L’APEP è una delle eredità tangibili lasciate dal Vertice delle Americhe avvenuto due anni fa a Los Angeles, un incontro segnato dalla polemica che scatenò il assenza di Venezuela, Nicaragua e Venezuela, i tre regimi dittatoriali della regione, agli occhi di Washington e di diversi paesi dell’emisfero. Biden ha promosso due grandi consensi in quel vertice, uno incarnato in una dichiarazione sulla migrazione, e un altro nel lancio di questo nuova piattaforma di partenariato economico che cerca di fornire un quadro e seppellire i fallimenti del passato, come quello dell’Area di libero scambio delle Americhe (ALCA) promossa all’epoca da George W. Bush.

All’incontro tenutosi lo scorso novembre alla Casa Bianca sono stati invitati 11 Paesi: Canada, Cile, Colombia, Repubblica Dominicana, Costa Rica, Ecuador, Perù, Uruguay, Messico, Barbados e Panama. Ma Biden ha detto che spera che più paesi aderiscano all’iniziativa.

Nel suo discorso al Congresso davanti al segretario di Stato Antony Blinken, Salazar – che la scorsa settimana ha incontrato a Washington il ministro degli Esteri Diana Mondino – ha definito Milei “il presidente più filoamericano della storia argentina”, e ha citato come esempio il presidente argentino il sostegno del presidente all’agenda di Blinken: “Ucraina, Israele, anti-Cina, Venezuela, Cuba, Taiwan, mercati aperti”.

Blinken ha risposto che era stato in Argentina lo scorso febbraio e che lo sarebbe stato “Contento” prendere in considerazione la lettera del legislatore, alla quale Salazar ha risposto: “Abbiamo bisogno di più Milei in America Latina”.

Nella lettera a Biden, il legislatore ha sottolineato che il presidente argentino lo è “lottare per sfuggire alla maledizione socialista”. “Milei regala l’Argentina la dura medicina di cui hai bisogno adesso mettere l’inflazione sotto controllo e ripercorrere decenni di cattiva gestione socialista. “Ciò di cui l’Argentina ha disperatamente bisogno ora è l’aiuto dei suoi alleati che la pensano allo stesso modo, come gli Stati Uniti”.

Come riportato sul suo sito web, Salazar è nato a Little Havana, a Miami, da genitori esiliati da Cuba. Ha studiato alla Deerborne School di Coral Gables e si è laureato al Miami-Dade College. Ha conseguito una laurea in Comunicazioni presso l’Università di Miami e un master in Amministrazione pubblica presso la John F. Kennedy School of Government, Università di Harvard.

Prima di lanciarsi in politica, è diventata famosa come giornalista e conduttrice televisiva. Ha lavorato, tra gli altri, alla CNN, Telemundo e Mega. È rappresentante della Florida dal 2021.

Agenzia AP

LA NAZIONE

Conosci il progetto Trust
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Confine tra Messico e Stati Uniti: tra migrazione e morte
NEXT Come la madre di Marine Le Pen arrivò a posare nuda su Playboy e scandalizzò tutta la Francia