È il potente membro libanese del gruppo Wisa, proprietario del principale negozio di profumi

La Riviera e La Hora sono marchi che appartengono al Gruppo Wisa, nato sull’isola di San Andrés con un negozio diventato un’icona dei prodotti di lusso, grazie alla visione della nazionalizzata panamense Adbul Waked Fares, che ha approfittato della situazione di porto franco, senza tasse, decide di commercializzare marchi di moda riconosciuti dall’Europa e dagli Stati Uniti.

Conosceva bene l’isola colombiana, perché nel 1949, all’età di 10 anni, vi emigrò insieme alla sua famiglia dal Libano, dove suo padre, Mohamed Waked, aprì il famoso negozio “El Paisa”. Fin dalla tenera età, Abdul e i suoi sei fratelli aiutavano nell’azienda di famiglia, trasportando scatoloni e svolgendo altri semplici compiti.

Waked è stato uno dei primi commercianti arabi a credere nel potenziale commerciale della Zona Franca di Colon nell’Atlantico panamense, dove decise di andare a vivere con la sua famiglia e di fondare l’azienda nel 1968. Da lì portava i prodotti ogni mese . che ha venduto a San Andrés.

Locale di La Rivera sull’isola di San Andrés

Inizialmente, le attività del Gruppo erano concentrate nel mercato colombiano, sia all’ingrosso che al dettaglio Duty freema dagli anni ’90 inizia un processo di espansione verso il Centro America con l’apertura di negozi e punti vendita Duty free. A Panama è cresciuto in altri settori, come quello immobiliare, con Soho Mall Panamá (un lussuoso centro commerciale nel centro di Panama City), Plaza Mileno (Millenium Plaza) e Gestión Millenium Plaza, oltre ai giornali panamensi. La stella E Il secolo.

Entro la fine del 2015 ha continuato con grandi progetti di crescita, prevedendo l’apertura di 25 nuovi stabilimenti in Colombia. Il suo portafoglio di marchi internazionali comprendeva, tra gli altri, Mac, Tous, Burberry e Benetton. E ha operato in Bolivia, Colombia, Costa Rica, El Salvador, Nicaragua e Panama.

La debacle avvenne otto anni fa, nel maggio 2016, quando Abdul, le sue imprese, le sue società e alcuni membri della sua famiglia furono inclusi nell’elenco delle entità sanzionate dal suo Office of Foreign Assets Control (OFAC), noto anche come elenco Clinton elaborato da il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti sulle attività legate al riciclaggio di denaro, come pubblicato dalla riscossione delle commissioni per il contrabbando di contanti sui voli commerciali per i trafficanti di droga.

Tra le società menzionate nell’inchiesta figurano Vida Panamá (Zona Libre) SA, una società di import/export nella zona franca di Panama; Grupo Wisa SA, una holding di società coinvolte nel settore immobiliare, edilizia, vendita al dettaglio, ospitalità e media, inclusa la catena di negozi duty-free La Riviera che opera in tutta l’America Latina; Soho Panamá SA ed entità correlate, tra cui un centro commerciale di lusso e uno sviluppo immobiliare nel centro di Panama City; Balboa Bank & Trust, una banca panamense; e lo strategico Investors Group Inc.

Vita PanamaVita Panama
Almacén Vida Panamá nella zona franca di Colón a Panama

Apparire nella Lista Clinton impedisce a qualsiasi cittadino o azienda di fare affari con le persone e le aziende che vi figurano, per questo motivo nello stesso mese sono stati cancellati i pagamenti con carta di credito nei negozi La Rivera e La Hora.

La situazione ha portato alla chiusura di tutto Duty free di La Riviera in Colombia e Panama, poi si è verificato lo scioglimento commerciale del gruppo panamense con il conglomerato spagnolo Grupo Fa, proprietario di Mango, che in Colombia era rappresentato ancora una volta dal Gruppo Uribe; l’annullamento degli accordi con i marchi di profumeria e trucco LVMH, Shiseido e Clinique, tra gli altri. A Panama ha perso i negozi Félix B. Maduro e il centro commerciale Soho Mall.

In coordinamento con il Dipartimento per il Controllo della Droga degli Stati Uniti, la Polizia Nazionale della Colombia, quello stesso maggio 2016, suo nipote Nidal Waked, 44 anni, è stato arrestato all’aeroporto El Dorado, ed è stato estradato negli Stati Uniti. Lo United dovrà comparire davanti al tribunale del distretto meridionale della Florida per il reato di riciclaggio di denaro.

Nidal si è dichiarato colpevole in tribunale e ha ammesso di aver commesso una frode per riciclare denaro a Panama e in Florida dal 2007 al 2009. Condannato a 27 mesi per crimini finanziari, ha scontato la pena in prigione e ha restituito denaro agli Stati Uniti. È stato rilasciato nell’aprile 2018.

Nido risvegliatoNido risvegliato
Nidal Waked, è stato arrestato a Bogotá con l’accusa di riciclaggio di denaro

Abdul ha chiarito che suo nipote non ha alcuna partecipazione nei suoi conglomerati, né un amministratore, rappresentante o collaboratore delle suddette società, comprese le loro filiali colombiane. Adbul si è dedicato a difendersi davanti al governo nordamericano e a difendere i suoi affari, ne ha liquidati alcuni e ha chiesto risarcimenti ad altri, come alla Banca Nazionale di Panama per 1.268,7 milioni di dollari, per presunti danni legati al suo trasferimento, e alla Aeroporto di Tocumen 40,3 milioni di dollari per presunti danni economici, dopo la tardiva consegna di due locali nel Duty free premiato nel 2007.

Nell’ottobre 2017, il Tesoro americano ha revocato le sanzioni sui giornali La stella E Il secolo di Panama dopo che Abdul Waked ha ceduto irrevocabilmente il 51% delle azioni dei giornali ad una fondazione panamense. Nell’aprile 2021 ha deciso di cancellare dal listino diverse società del Gruppo che erano state sciolte, ma ha mantenuto il blocco dei negozi La Rivera.

In Colombia, La Rivera e La Hora continuano ad operare con la vendita in contanti in 36 negozi del Paese, principalmente nei centri commerciali, oltre alla vendita online. La Hora vende orologi online e dispone di un laboratorio nel centro commerciale El Retiro a Bogotá, dove operano anche gli uffici La Rivera. Adbul Waked e i suoi negozi sono riusciti a continuare a essere presenti nel settore del lusso colombiano, contro tutte le previsioni iniziali.

Potrebbe interessarti:

Segui Las2orillas.co su Google News

-.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Gli eventi che celebrano il 10° anniversario del regno di Filippo VI: il glamour e la complicità di Letizia e delle sue figlie e un commosso omaggio
NEXT “nessun posto sarebbe sicuro”