Il Brasile chiede la partecipazione della Russia agli incontri di pace in Ucraina – DW – 06.11.2024

Il Brasile chiede la partecipazione della Russia agli incontri di pace in Ucraina – DW – 06.11.2024
Il Brasile chiede la partecipazione della Russia agli incontri di pace in Ucraina – DW – 06.11.2024

Il presidente del Brasile, Luiz Inácio Lula da Silva, ha ribadito questo lunedì (06/10/2024) di essere favorevole alla partecipazione della Russia ai negoziati di pace in Ucraina, durante una conversazione telefonica con il suo omologo russo, Vladimir Putin.

Il Brasile sarà assente al vertice sull’Ucraina che si terrà il 15 e 16 giugno a Burgenstok (Svizzera), su iniziativa di Kiev e senza Mosca. “Sull’Ucraina, il presidente Lula ha ribadito la sua difesa dei negoziati di pace che coinvolgono entrambe le parti del conflitto”, ha affermato la presidenza brasiliana in un comunicato, in cui precisa che il presidente ha ricevuto “una chiamata” da Putin in mattinata.

Il presidente brasiliano, di sinistra, ha ricordato che questa posizione è “in linea con il documento firmato” dal suo consigliere per gli affari esteri, Celso Amorim, con le autorità cinesi a Pechino il 23 maggio. In quella dichiarazione congiunta, Cina e Brasile affermano di “sostenere una conferenza internazionale di pace, da tenersi al momento opportuno, riconosciuta sia dalla Russia che dall’Ucraina, con la partecipazione paritaria di tutte le parti interessate, nonché una discussione equa di tutti i piani. ” di pace”.

Lula si recherà in Europa per una riunione dell’Organizzazione internazionale del lavoro (ILO) il 13 giugno a Ginevra, prima di partecipare al vertice del G7 in Italia, ma non parteciperà al vertice sull’Ucraina.

“La nostra posizione è che ogni discussione di pace deve coinvolgere entrambe le parti. Questo modello che include una sola parte è già stato sperimentato in questo conflitto e non ha dato alcun risultato”, ha detto all’agenzia. AFP una fonte diplomatica brasiliana.

Il presidente del più grande Paese dell’America Latina ha più volte suscitato polemiche assicurando la condivisione della responsabilità del conflitto in Ucraina, anche se ha condannato l’invasione russa. Pechino e Brasilia cercano di posizionarsi come mediatori nella guerra ucraina. A differenza delle nazioni occidentali, non hanno imposto sanzioni alla Russia per la sua invasione.

ama (afp, efe, reuters)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il Papa invita la Chiesa ad ‘accogliere’ gli omosessuali nei seminari
NEXT La Commissione d’inchiesta dell’ONU accusa Israele di crimini contro l’umanità e Hamas di crimini di guerra