Nel racconto di Viganò X l’annuncio di un processo per scisma

Nel racconto di Viganò X l’annuncio di un processo per scisma
Nel racconto di Viganò X l’annuncio di un processo per scisma

È stata pubblicata sui social la copia del decreto che convoca l’ex nunzio per oggi alle 15.30 al Palazzo del Sant’Uffizio per un processo penale extragiudiziale.

Notizie dal Vaticano

Sul social network

Secondo la pubblicazione, che riproduce copia di un decreto attribuito al Dicastero per la Dottrina della Fede, Viganò sarebbe dovuto comparire questo pomeriggio (o nominare un difensore) alle 15,30 per “prendere atto delle accuse e delle prove relative al delitto di scisma di cui è accusato (dichiarazioni pubbliche che portano alla negazione degli elementi necessari per mantenere la comunione con la Chiesa cattolica: negazione della legittimità di Papa Francesco, rottura con lui e rigetto del Concilio Vaticano II)”. Se non si presenterà o non presenterà una memoria di difesa prima del 28 giugno, si legge inoltre nel documento divulgato in X, l’arcivescovo “sarà giudicato in sua assenza”.

Come si ricorderà, Viganò era stato protagonista della controversa lettera del settembre 2018 sul caso del cardinale americano Theodore McCarrick, che si concludeva chiedendo le dimissioni del Papa. Tale vicenda, che è stata pienamente chiarita dalla Santa Sede con la pubblicazione di un approfondito rapporto nel novembre 2020 che smentisce esaustivamente l’ex nunzio, non costituisce oggetto, nel documento pubblicato in relazione, di non riconoscere la legittimità del Pontefice né quella di l’ultimo Concilio. Il Dicastero per la Dottrina della Fede non ha rilasciato alcun commento all’annuncio pubblicato sui social network.

Nel pubblicare il decreto, il profilo social intestato a Viganò attribuisce all’ex nunzio queste parole: “Considero un onore le accuse contro di me” e definisce il Concilio Vaticano II un “cancro ideologico, teologico, morale e liturgico”, e la Chiesa sinodale come “metastasi”.

Il cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin, ha commentato la vicenda: “Monsignor Viganò ha assunto degli atteggiamenti e dei gesti di cui deve rispondere”, ha detto il porporato, a margine di un convegno alla Pontificia Università Urbaniana, spiegando che non esistono è stata per l’ex nunzio l’occasione per difendersi.

Sul piano personale, ha detto il cardinale, ricordando – su richiesta dei giornalisti – i momenti in cui condividevano il lavoro, “mi dispiace molto perché l’ho sempre apprezzato come un grande lavoratore, molto fedele alla Santa Sede, che in un anche certo senso era un esempio. Quando era nunzio apostolico lavorava bene. “Che cosa sia successo”, ha concluso il segretario di Stato, “non lo so”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Donald Trump afferma di aver parlato con Volodymyr Zelenskyj e di aver promesso di porre fine alla guerra in Ucraina
NEXT Hanno rivelato nuovi dettagli sul profilo della persona accusata dell’omicidio di Catalina Gutiérrez: “È macabro”