“Il Congresso degli Stati Uniti non riconoscerà Maduro se le elezioni verranno rubate”, ha sottolineato la risoluzione bipartisan

Il Campidoglio degli Stati Uniti a Washington, DC. (Foto di Mandel NGAN/AFP)

I senatori degli Stati Uniti Lindsey Graham (R-South Carolina) e Marco Rubio (R-Florida), insieme ai rappresentanti degli Stati Uniti Carlos Giménez (R-Florida-28), María Salazar (R-Florida-27) e Jared Moskowitz (D-Florida -23) ha presentato questa settimana una risoluzione bipartisan e bicamerale per condannare il regime illegittimo di Nicolás Maduro in Venezuela.

Questa risoluzione è in risposta alla commissione di numerosi atti criminali, antidemocratici, incostituzionali e corrotti da parte del regime illegittimo di Nicolás Maduro e alla violazione dei diritti umani fondamentali, tra cui:

– Appropriazione indebita di miliardi di dollari da parte del popolo venezuelano attraverso l’estrazione illecita di oro dalla Banca Centrale del Venezuela;

– Dichiarare che circa il 12% del paese fa parte di un “Arco Minerario dell’Orinoco” e utilizzare la propria posizione per supervisionare lo sfruttamento di risorse vitali per guadagno personale; E

– Istituire nel 2017 la Forza d’azione speciale della polizia nazionale (FAES) e utilizzarla per effettuare raid illegali ed esecuzioni extragiudiziali.

“Spero che gli Stati Uniti condannino pubblicamente gli sforzi di Maduro per indebolire ancora una volta elezioni libere ed eque in Venezuela”, ha affermato il senatore Graham. Ha adottato misure incompatibili con elezioni libere ed eque e sta emarginando l’opposizione. Esorto l’amministrazione Biden ad alzare il tiro quando si tratta di scoraggiare il tentativo di Maduro di distruggere ancora una volta le imminenti elezioni venezuelane. “Il popolo venezuelano merita di meglio”.

“Il narcoregime criminale di Maduro non si fermerà davanti a nulla pur di mantenere la sua presa illegittima sul potere, continuando ad attaccare i membri dell’opposizione e a minare elezioni libere ed eque in Venezuela”, ha affermato il senatore Rubio. “I nostri partner in tutto il mondo devono rimanere fermi nella loro richiesta di rilascio di tutti i prigionieri politici che sono attualmente torturati da questa dittatura illegittima”.

“Sono orgoglioso di unirmi ai miei colleghi senatori Graham (R-SC) e Rubio (R-FL) e ai rappresentanti Salazar (R-FL) e Moskowitz (D-FL) nell’introdurre questa risoluzione per sostenere la democrazia dell’opposizione in Venezuela e i suoi lottare per la libertà”, ha affermato il deputato Giménez. “Il regime illegittimo di Maduro ha minacciato, intimidito e messo a tacere il suo popolo. A solo un mese dalle elezioni nazionali, dobbiamo condannare il loro palese attacco alla democrazia. “Il popolo venezuelano è determinato a vivere in un Venezuela libero e gli Stati Uniti devono aiutarlo nella sua lotta per la libertà”.

“Mentre il regime di Maduro fa tutto ciò che è in suo potere per rubare le elezioni presidenziali a María Corina Machado e Edmundo González, noi del Congresso degli Stati Uniti restiamo fermi contro la loro tirannia”, ha detto il deputato Salazar. “Sono orgoglioso di sostenere questa risoluzione che denuncia come Maduro stia cercando di mentire, ingannare e rubare la sua strada per restare al potere. “Prego che i venezuelani riprendano Miraflores a luglio”.

“Il popolo venezuelano soffre sotto il regime illegittimo di Maduro. Se ci fossero prove schiaccianti di frode nelle prossime elezioni venezuelane, l’amministrazione Biden dovrà condannare e ritenere Maduro responsabile. “Questo regime non può utilizzare le istituzioni come armi per tenere elezioni fraudolente e togliere i diritti fondamentali al popolo venezuelano”, ha affermato il deputato Moskowitz.

Questa risoluzione:

– respinge il tentativo del regime illegittimo di Maduro di organizzare elezioni fraudolente e di consolidare il potere attraverso la militarizzazione delle istituzioni, in particolare del comitato elettorale e del sistema giudiziario;

– Chiede che la Repubblica Bolivariana del Venezuela tenga elezioni libere ed eque il 28 luglio 2024 e permetta a tutti i candidati dell’opposizione, compreso Edmundo González Urrutia, di iscriversi alle schede elettorali e di partecipare alle elezioni in conformità con l’Accordo Parziale sulla Promozione della Politica Diritti e garanzie elettorali per tutti (comunemente noto come “Accordo di Barbados”);

– denuncia qualsiasi tentativo da parte del regime illegittimo di Maduro di intimidire e reprimere il popolo venezuelano e i suoi candidati democratici attraverso qualsiasi tipo di violenza;

– condanna il regime illegittimo di Nicolás Maduro per i flagranti e ripetuti atti di corruzione, la profanazione dello Stato di diritto e la commissione di atti antidemocratici e criminali; E

– Incoraggia l’amministrazione a condannare i risultati delle elezioni venezuelane del 28 luglio 2024, in caso di frode, e a imporre successivamente ulteriori sanzioni a Maduro e ai cospiratori del suo regime illegittimo per garantire che non possano trarre profitto dalle loro attività illegali e corrotto.

Comunicato stampa di Lindsey Graham

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV María Corina Machado, leader politica e spirituale della campagna di opposizione in Venezuela
NEXT Un camion investe e uccide un ladro in Brasile