Con la ricezione di un nuovo KC-130J da parte del Corpo dei Marines degli Stati Uniti, Lockheed Martin ha completato la consegna del 2.700esimo Hercules

Con la ricezione di un nuovo KC-130J Super Hercules da parte del Corpo dei Marines degli Stati Uniti (USMC), Lockheed Martin ha confermato che questo velivolo rappresenta il 2.700esimo velivolo consegnato da quando il primo Hercules prese il volo quasi 70 anni fa. Il traguardo è stato segnalato dalla compagnia americana il 18 giugno.

Lockheed Martin Fotografia di David L. Key

Nel corso di quasi 70 anni, e dopo essere stati incorporati nell’aeronautica degli Stati Uniti nel 1957, un totale di 2.700 C-130 Hercules sono stati consegnati in molteplici varianti a 70 nazioni in tutto il mondo operando sia in versione militare che civile. L’eredità degli aerei è ampia poiché hanno assistito all’azione in varie parti del mondo e hanno partecipato a una moltitudine di conflitti, come in missioni di supporto e assistenza umanitaria.

Questa eredità continua nell’enorme numero di C-130 legacy ancora in servizio, nonché attraverso l’introduzione della versione più moderna dell’aereo denominata C-130J Super Hercules, come quella recentemente ricevuta dallo Squadrone da trasporto del Corpo dei Marines Rifornimento aereo 252; il trattamento di un aereo da rifornimento in volo KC-130J.

Dalla società Rod McLean, vicepresidente e direttore generale della linea di business Missioni marittime e mobilità aerea di Lockheed Martin. ha dichiarato: “Il team Lockheed Martin è onorato di consegnare questo storico Super Hercules al Corpo dei Marines degli Stati Uniti, dove farà parte della più grande flotta di KC-130J al mondo e fornirà una vera amplificazione della forza globale. Questo Hercules non rappresenta solo il 2.700esimo C-130 consegnato, ma riflette anche l’intrinseca adattabilità della missione e delle prestazioni che alimentano la continua rilevanza del C-130.“.

È necessario ricordare che il Corpo dei Marines ha fatto progressi nell’incorporare il nuovo Super Hercules per sostituire le varianti Legacy del KC-130 e omogeneizzare la flotta attorno al K/C-130J. Questo processo si è concluso nel 2021 con il ritiro dell’ultimo KC-130T appartenente al 452nd Air Refuelling Transport Squadron (VMGR-452). In totale, la forza prevede di incorporare un totale di 86 unità.

Fonte: Royal New Zealand Air Force

Infine, soffermandosi sul nuovo C-130J, Lockheed Martin ha sottolineato che: “La flotta globale di C-130J comprende 26 operatori in 22 nazioni con più di 20 certificazioni di aeronavigabilità. Con quasi 3 milioni di ore di volo registrate nella flotta globale di oltre 540 C-130J, le preziose informazioni acquisite dalle missioni in tutti i teatri preparano il C-130J per qualunque cosa accada dopo.“. Uno dei nuovi operatori del Super Hercules è la Royal New Zealand Air Force, che incorporerà cinque unità della variante a fusoliera estesa C-130J-30, registrando l’inizio dei voli di prova del primo esemplare durante lo scorso mese di aprile.

*Foto di copertina utilizzata a scopo illustrativo.

Potrebbe interessarti: l’aeronautica tedesca riceve il suo ultimo KC-130J Super Hercules acquistato dagli Stati Uniti.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Gli Stati Uniti hanno condannato la “schiacciante repressione” di Kim Jong-un: “Non sorprende che le persone che vogliono fuggire dalla Corea del Nord”
NEXT Chi è Mazzi Dumato, il miliardario finito in povertà dopo aver donato l’intero suo patrimonio per una causa nobile