“Missione di pace”: Viktor Orban, l’inaspettato possibile conciliatore tra Russia e Ucraina sulla guerra

Da quando ha assunto la presidenza pro tempore del Consiglio europeo dell’Unione europea (UE) il 1° luglio, Viktor Orban, primo ministro ungherese, ha già effettuato viaggi in Ucraina, Russia, Cina e inizierà gli incontri negli Stati Uniti.

Gli incontri diretti con i leader dei rispettivi paesi, ad eccezione di Joe Biden poiché la sua agenda ufficiale non è stata presentata, posizionano Orban come l’unica figura che si è seduta formalmente per dialogare con entrambe le parti dall’invasione del 24 febbraio 2022.

Xi Jinping, presidente della Cina, ha ricevuto Viktor Orban questo lunedì a Pechino, in Cina. Credito: China Daily

Il leader ungherese non ha il sostegno dell’Ue, che da Bruxelles ha criticato il suo incontro con Vladimir Putin, ma la sua presenza come primo ministro dal 2010 e la replica di percorsi che potrebbero emulare quelli di Donald Trump (salvando le distanze), lo dimostrano come figura politica capace di gettare le basi per un accordo.

La sua intenzione di espandere la sua ala d’influenza ha avuto uno degli esempi più chiari in Argentina, quando è diventato l’ospite più “esotico” all’inaugurazione di Javier Milei.

Visita in Ucraina

Il 2 luglio era presente a Kiev insieme al presidente ucraino Volodimir Zelenskyj. Lì ha sollevato la possibilità di accelerare un eventuale processo di pace fissando una scadenza e ponendo al primo posto il cessate il fuoco.

Volodymyr Zelenskiy, presidente dell’Ucraina, ha ricevuto Viktor Orban il 2 luglio. Credito: Servizio stampa presidenziale ucraino

“Ho chiesto al presidente di riflettere sulla possibilità di invertire l’ordine e accelerare i colloqui di pace stabilendo innanzitutto un cessate il fuoco. Un cessate il fuoco legato a una scadenza darebbe l’opportunità di accelerare i colloqui di pace. Ho esplorato questa possibilità con il presidente e io Sono grato per le loro risposte oneste e per la loro negoziazione”, ha detto Orban.

I rapporti tra i due sono rimasti tesi da quando l’Ungheria si è ripetutamente astenuta dall’ampliamento dei pacchetti di aiuti europei per la guerra, situazione che ha provocato una discussione tra i due nel Congresso della Nazione argentina.

643a18f61d.jpgGuarda ancheIl vertice europeo per il finanziamento dell’Ucraina è iniziato nel Congresso argentino

Ore prima dell’incontro, Zelenskyj aveva chiesto all’Ungheria “l’efficacia nel promuovere i nostri valori, obiettivi e interessi europei condivisi”.

La vecchia rivendicazione di Budapest risiede in alcune repressioni sociali contro l’importante comunità ungherese presente in Ucraina.

Visita in Russia

Il 5 luglio Orban si è recato a Mosca per incontrare il presidente Vladimir Putin, già veterano, annunciandosi come rappresentante dell’Unione, ma senza il suo appoggio.

Orban è stato sistematicamente accusato di essere un “alleato” del Cremlino in Europa, concordando varie politiche sociali, nazionaliste e di genere, oltre ad ammiccare al Parlamento europeo.

Viktor Orban è stato ricevuto da Vladimir Putin a Mosca il 5 luglio. Credito: Evgenia Novozhenina/Reuters

È qui che il portavoce del governo ungherese Bertalan Havasi ha definito il tour proprio come una “missione di pace”.

“Spero che avremo l’opportunità di scambiare opinioni sulle relazioni bilaterali in questa difficile situazione. E, naturalmente, parliamo delle prospettive per lo sviluppo della più grande crisi europea, intendo l’Ucraina”, ha detto Putin all’apertura ufficiale dell’incontro.

Va ricordato che l’attuale proposta russa di cessate il fuoco prevede l’annessione di quattro regioni ucraine, il ritiro delle truppe di Kiev dall’est e dal sud del paese e la rinuncia dell’Ucraina al progetto di aderire alla NATO.

Questo lunedì, 48 ore prima dell’incontro di “pace”, la Russia ha lanciato 40 missili contro la città di Kiev, provocando almeno sette morti.

Visita in Cina

Quello di lunedì mattina presto a Pechino con Xi Jiping è stato sorprendente e non era stato annunciato.

Lo stesso Orban sui suoi social network ha definito il presidente cinese e la sua nazione “una potenza chiave per creare le condizioni di pace”, in relazione al conflitto bellico in Eurasia.

Il presidente cinese Xi Jinping incontra il primo ministro ungherese Viktor Orban alla Diaoyutai State Guesthouse a Pechino, Cina, 8 luglio 2024. China Daily tramite REUTERS ATTENZIONE REDATTORI - QUESTA FOTO È STATA FORNITA DA UNA TERZA PARTE. CINA FUORI. NESSUNA VENDITA COMMERCIALE O EDITORIALE IN CINA.Xi Jinping, presidente della Cina, ha ricevuto Viktor Orban questo lunedì a Pechino, in Cina. Credito: China Daily

Dall’agenzia di stampa del governo della Repubblica popolare cinese hanno precisato che “un tempestivo cessate il fuoco e un accordo politico sono nell’interesse di tutte le parti, precisando che la priorità è raffreddare la situazione rispettando i tre principi di non espansione del campo di battaglia, nessuna escalation dei combattimenti e nessun soffio di fiamme da entrambe le parti.

Xi ha poi affermato: “La Cina ha promosso attivamente i colloqui di pace a modo suo e ha incoraggiato e sostenuto tutti gli sforzi che portano a una soluzione pacifica della crisi”.

Vertice della NATO

Questo martedì si svolgerà a Washington il vertice dell’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico e la celebrazione del 75° anniversario, dove Orban dovrebbe essere presente come uno dei 32 membri.

Le sue reti ufficiali hanno indicato che la sua prossima destinazione è Washington, ma senza dettagliare la sua agenda o se sarà con Biden, appeso a un filo negli Stati Uniti.

Donald Trump riceve Viktor Orban alla Casa Bianca il 13 maggio 2019. Credit: Leah Millis/Reuters

“Più che festeggiare, prenderemo decisioni decisive”, ha affermato Jens Stoltenberg, segretario generale dell’Alleanza.

Si stima che verranno compiuti progressi nella preparazione di un piano annuale di 40 miliardi di dollari, che verrebbe integrato da aiuti militari internazionali a Kiev e da compiti di addestramento per i soldati ucraini.

Sarà, soprattutto, il punto focale più vicino nel tempo delle ripercussioni dei controversi incontri dell’altrettanto controverso primo ministro ungherese.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Javier Milei aggiunge miglia, ma rompe i rapporti con i principali partner commerciali dell’Argentina
NEXT A Rafah abbiamo visto la distruzione e i limiti della strategia israeliana per Gaza