Carolina Papaleo ha raccontato le divertenti “battute” che la mamma le fa dall’aldilà: “Mi è caduto un libro in testa”

Carolina Papaleo ha raccontato le divertenti “battute” che la mamma le fa dall’aldilà: “Mi è caduto un libro in testa”
Carolina Papaleo ha raccontato le divertenti “battute” che la mamma le fa dall’aldilà: “Mi è caduto un libro in testa”

Durante una visita a Notte Al Dente (America), Carolina Papaleo ha ricordato la madre Irma Roy, che era una famosa attrice e politica argentina. È morta il 14 giugno 2016.

Per rompere il ghiaccio, Fernando Dentel’autista, gli chiese: “Com’è la biblioteca nella casa della tua infanzia?” “Ora è molto buono“rispose tra le risate Papaleo.

Prossimo, Dente Le chiese di ricordare l’aneddoto e lei rispose con buon umore: “Quello che è successo è che stavo smontando la casa di mia madre e la sua biblioteca era enorme. C’erano libri ovunque. Avevo già tirato fuori tutto quello che c’era dentro una vetrinetta e avevo cominciato a metterci dentro i libri. Ho voluto classificare ciò che ho conservato, ciò che ho donato. “Anche nel ripostiglio c’erano dei libri.”

“Quindi avevo messo tutti i libri in quel posto per organizzarli. Ero seduto per terra, stavo controllando e all’improvviso uno mi è caduto in testa. Lì dico: “Oh, Dio”. Mia madre disse, dopo la morte del suo primo marito: “Smettila di lanciarmi i tuoi libri”“aggiunse misteriosamente.

Curioso, Dente chiesto a lui: “Tua madre ha detto che il fantasma del suo primo marito le ha lanciato dei libri?“Ha detto che, energicamente, le ha lanciato i libri. E allora ho cominciato a urlare proprio come lei e a dire: ‘Oh, basta, mamma!’ Lì ho aperto il libro e ho trovato una sua foto. Ma quello che seguì fu peggio.“.

Raccontando quest’altro episodio, aggiunge: “Il giorno in cui tiravamo fuori i mobili. Mia madre aveva una poltrona gigante nel soggiorno. Lì comincio a vedere che trasportavano tantissime bottiglie d’acqua per il lato delle scale e per l’ascensore. Arrivano e i traslocatori mi dicono che avrebbero dovuto smontare la sedia perché gli operai già soffocavano dal caldo e non passava attraverso la curva delle scale.“.

Lì dico loro: “Non preoccupatevi, è la mamma che non vuole che glielo portino via”. Lì ho cominciato a dire: ‘Mamma, smettila di fare cazzate, devono portarlo via’. Dopo dieci minuti il ​​ragazzo diventa pallido e mi dice: “La sedia è già passata”. ‘Te l’avevo detto che era mia madre,’ risposi. Ancora oggi parlo molto con lui”, ha concluso. Papaleo.

Potrebbe piacerti anche: Carolina Papaleo ha parlato della movimentata scena hot avuta con Sebastián Estevanez e ha smentito l’attore

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV quando il cervello non riconosce che qualcosa non va
NEXT Libri specializzati, innovazioni e consigli degli chef in DPAS Book