l’opera di due fratellini di Almirante Brown

l’opera di due fratellini di Almirante Brown
l’opera di due fratellini di Almirante Brown

Il libro è stato scritto durante la pandemia ed entrambi hanno unito i loro talenti per creare il loro lavoro: Valentín si è occupato della scrittura e Ámbar dei disegni.

“Un giorno, dopo la scuola, Valentín venne e ci disse che stavano studiando animali mitologici e che voleva fare una storia su di loro”, ha detto a El Diario Andrés Leguizamón, che ha 42 anni ed è padre di Valentín e Ámbar. Sur.

E ha continuato: “Dopo è arrivata la pandemia. Io e mia moglie non abbiamo pubblicazioni, quindi lo abbiamo aiutato come potevamo e nostra figlia, che all’epoca aveva 7 anni, ha fatto i disegni a matita”.

sciolto (6).jpg

Valentín e Ámbar, i due fratelli di Almirante Brown.

Il completamento del libro ha richiesto sei mesi. “Abbiamo realizzato la prima edizione con copertine in cartone e l’abbiamo inanellata in una libreria. Era qualcosa di molto fatto in casa. “Abbiamo fatto dieci copie da regalare ai nostri parenti”.

Inoltre, decisero di portare uno dei libri a Pedro, un ragazzo che lavorava presso la Fondazione Soldi di Almirante Brown. “Quando siamo andati lui non c’era, ma abbiamo incontrato la regista, Zulema Ozón. Ha visto il libro e ci ha detto che era un peccato che fosse rimasto così, e mi ha dato il contatto di uno scrittore per guidarci su come continuare”, ha detto Andrés.

«Gabriela Salvini, la scrittrice in questione, ne è rimasta entusiasta e mi ha dato il contatto di una casa editrice della zona, che si chiama ‘Ediciones Findnos’», ha ricordato il padre dei bambini. E aggiunge: «Abbiamo chiesto un prestito e abbiamo realizzato un primo lotto di 200 copie, che sono state vendute nel giro di due mesi. Abbiamo donato quei soldi alla Fondazione Soldi”.

Successivamente la famiglia ha deciso di farne altre 100 copie che sono state nuovamente vendute, e ora ne hanno richieste altre 50.

Il prossimo libro, sui Labirinti Giganti

“All’epoca volevano solo raccontare una storia, non pensavamo che sarebbe saltata fuori una cosa del genere”, ha rimarcato Andrés, precisando che nel 2022 sono stati invitati alla Fiera del Libro Marrone Almirante.

Da qui iniziarono a ricevere inviti a presentare il libro in diversi luoghi, soprattutto nelle scuole. “Abbiamo deciso di fermarci perché erano stanchi e stressati dal parlare sempre della stessa cosa, sono bambini e vogliamo che facciano le cose perché gli piacciono”, ha spiegato.

Tuttavia, Valentín attualmente ha intenzione di scrivere un nuovo libro: “Siamo andati in vacanza a Las Toninas ed eravamo in un gigantesco labirinto. Ora vuole raccontare la storia di un labirinto dal quale puoi tornare al passato e tornare all’infanzia dei tuoi parenti”.

Il discorso alla Fiera del Libro

Lo scorso fine settimana, Valentín e Ámbar si sono presentati con i loro genitori alla Fiera del Libro, dove sono stati invitati a parlare del loro libro “Jazmín, Fermín, el libro que no ha fin” a La Rural.

“Per la prima volta si è parlato di ‘mini autori’”, ha commentato Andrés Leguizamón, padre di Valentín e Ámbar, in dialogo con El Diario Sur.

“Il messaggio principale che volevano trasmettere agli altri ragazzi è che siano incoraggiati, che si possa scrivere un libro”, ha detto. E ha aggiunto: “È importante incentivare la lettura, cosa che si è persa molto con la questione dei cellulari”.

Leggi anche: Pensioni, riforma del lavoro e imposta sul reddito: le modifiche sensibili proposte dalla Legge Milei Bases

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La fiera diventa alternativa
NEXT La guida di un agente di polizia locale di Priego che insegna la sicurezza stradale agli scolari