9 ¾: una libreria che ha fatto la storia

9 ¾: una libreria che ha fatto la storia
9 ¾: una libreria che ha fatto la storia

Da qui sono passati scrittori pluripremiati, giovani autori, illustratori e lettori di tutti gli stili. Dopo aver attraversato Plaza Pakita (un luogo scomparso ed era vicino al casello che porta a El Retiro) e il Mall La Reserva, il 9 ¾ è arrivato a Viva Palmas con l’obiettivo di continuare con il suo desiderio di portare storie divertenti e belle ai suoi lettori.

Susana Pérez, la sua ideatrice, racconta come è stato questo periodo: “Sono 10 anni che pensiamo al progetto 9 ¾; le librerie indipendenti chiudevano, tutti ci dicevano che eravamo pazzi. Oggi vediamo che aprono sempre più librerie e c’è più interesse per la lettura”.

E aggiunge: “Le librerie di Medellín erano uno spazio di sola vendita; Volevamo che fosse un’esperienza, uno spazio di incontro. Fortunatamente, quasi tutte le librerie ora hanno programmi culturali molto interessanti”.

La libreria festeggerà i 10 anni della creazione 9 ¾.

Nei mesi successivi alla sua apertura, le persone venivano qui interessate a conoscere i mobili e i libri per bambini che avevano portato da molte destinazioni. Sono venute anche persone che hanno preso parte alle conversazioni, al club di lettura o alle attività dei bambini.

Oltre a un design innovativo che invita a restare, qui c’è un messaggio implicito nell’ambiente, grazie alla selezione di libri: puoi viaggiare ovunque, stare accanto ai personaggi, credere di essere un’altra persona, provare paura, gioia o iniziare una spedizione.

Susana Pérez è la creatrice di questa libreria dove i bambini sono inclusi in tutto ciò che fanno. Eccolo con la figlia Matilda.

Una libreria interessata ai bambini e ai ragazzi

Fin dall’inizio questa libreria si è interessata ad avere un’attraente offerta di libri per bambini e ragazzi. Può persino diventare così affascinante che molti adulti diventano i principali lettori di queste pubblicazioni.

Per quanto riguarda le tendenze, Susana Pérez spiega: “Fumetti e graphic novel Ora hanno più importanza nei preadolescenti e negli adolescenti. Esistono sempre più pubblicazioni per bambini di qualità superiore. Prima, le cose per bambini erano quasi tutte legate al marketing del film o del programma televisivo di tendenza. Esiste già un’offerta più varia e più interessante”.

In questa sede di Viva Palmas, quella “magia dei libri” di cui parlano continuerà ad essere presente. Anche se c’è il caffè, i tavoli sono pochi perché c’è un’intenzione: che i libri siano i protagonisti. Che questo posto possa essere una libreria marrone e non il contrario, conclude Susana Pérez.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Leggi libri vietati | LO SPETTATORE
NEXT Perché l’iPad è ancora la mia invenzione preferita per leggere libri e non lo scambierei mai con un eReader (né tornerei alla carta)