Creatura Editorial: un’ampia varietà di nuovi libri di diversi autori

Creatura Editorial: un’ampia varietà di nuovi libri di diversi autori
Creatura Editorial: un’ampia varietà di nuovi libri di diversi autori

Oggi presentiamo solo una piccola parte del vasto e diversificato materiale di Creatura editoriale dando un riconoscimento agli autori e agli illustratori che presentano questi libri:

La casa di fronte

Il primo romanzo di Alicia Migdal fonda l’universo di tutta la sua opera. Una voce potente che costruisce con la sua unica materia “una storia senza trama”, un luogo in cui soggiornare, un insieme di parole. La casa è il luogo del delitto e della riparazione. Pur essendo un racconto in prima persona, c’è una distanza dal racconto, una condizione di outsider, di chi guarda dritto davanti a sé, al centro della casa che è la famiglia, il cuore torbido di ogni famiglia. La casa di fronte inaugura il tema della madre morta in un paese lontano, che viene rivisitato nei romanzi successivi, mentre un autentico artista ritorna ai misteri che la svelano. Quella di Migdal è una letteratura di domande, senza scorciatoie e senza facili risposte. Un’essenza di dosi piccole e distanziate che, quando fanno effetto, si rinnovano e hanno un impatto duraturo. «Abbiamo paura che qualcosa ci freni. Desideriamo che qualcosa ci fermi. La donna legata alla terra che vola verso la follia.

L’autore: Alicia Migdal (Montevideo, 1947).

Scrittore, traduttore, insegnante di lettere e critico cinematografico. Ha lavorato presso le case editrici Arca e Biblioteca Ayacucho e, come giornalista culturale, in diversi media a Montevideo.

Ha pubblicato il libro di prosa poetica Maschere (1981) e la raccolta di poesie Storie di corpo (1986). Al romanzo breve La casa di fronte (1988) seguì storia tranquilla (1993), vincitore del Premio Bartolomé Hidalgo e tradotto in francese, e Ragazze estive nei giorni di marzo (1999). Nel 2010 ha ricevuto il Premio Nazionale della Narrativa del Ministero dell’Istruzione e della Cultura per in una lingua straniera (2008), che raccoglieva i suoi ultimi tre lavori e uno inedito, Astratto. Coperto da: Fidel Sclavo.

Un altro dei suoi nuovi libri è:

Il Portiere e l’altro

Levrero presenta ancora una volta una raccolta di racconti dalla creatività esplosiva in cui unisce le sue narrazioni fantastiche – quelle che tolgono immagini inaspettate dalle ombre più piatte della vita quotidiana – con l’aspetto autofiction, che sfida magistralmente il suo stesso postulato «Niente è reale». I grandi temi e le risorse che saranno presenti in tutta l’opera dell’autore (l’umorismo, l’onirico, lo Spirito, il diario, il ricorso al fumetto o alla polizia) sono esposti in Il portiere e l’altrooriginariamente pubblicato nel 1992, una cartella colori di uno dei più straordinari scrittori uruguaiani di tutti i tempi.

“Il portiere e quell’altro hanno fatto sul serio e poi ho dovuto scappare da loro, con il portiere è stato facile perché voleva solo che scappassi, con l’altro è stato più difficile perché voleva uccidermi e viveva alle mie calcagna.”

L’autore: Mario Levrero (Montevideo, 1940-2004)

Uno degli autori più rilevanti della narrativa uruguaiana contemporanea, la sua opera, ancora tutta da scoprire, ha conquistato un posto di rilievo anche oltre confine.

Ha lavorato come libraio, scrittore di fumetti, comico, ideatore di giochi puzzle e cruciverba, oltre ad essere autore di un’ampia opera letteraria che comprende racconti, romanzi e anche questo Manuale di parapsicologia. Nel 2000 ha ottenuto una borsa di studio Guggenheim, che ha portato alla pubblicazione postuma del suo lavoro fondamentale, Il romanzo luminoso (2005).

Illustrato da: Matías Acosta.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Consegnati 1.500 libri “Giunte Invincibili per adolescenti”.