La controversa scena della 2×04 di ‘La casa del drago’ che cambia radicalmente un dettaglio essenziale del libro su cui si basa la serie HBO


La fine della 2×04 de ‘La Casa del Drago’, l’episodio più scioccante della seconda stagione della serie HBO su Max, ci ha lasciato a bocca aperta dopo averci regalato quello che per molti è già la migliore battaglia tra draghi dell’intero universo di “Il Trono di Spade”., con un cliffhanger che ci sta facendo strappare i capelli. E ciò che accade nell’episodio di questa settimana, il quarto della seconda stagione di ‘La casa del drago’, non se lo aspettavano nemmeno i lettori dei romanzi di George RR Martin, dal momento che Ci sono diversi cambiamenti sostanziali tra gli eventi narrati nel libro ‘Blood and Fire’ e ciò che abbiamo potuto vedere nella serie da HBO su Max. Ma, per parlarne, dobbiamo avvertire che ci saranno…

La HBO

Spoiler per l’episodio 2×04 di ‘La Casa del Drago’ qui sotto!

Dopo due anni di attesa, Finalmente inizia la guerra civile dei Targaryen, la cosiddetta Danza dei Draghi. Criston Cole e Aemond Targaryen orchestrano un’imboscata a Rook’s Rest, la sede di Lord Staunton, per costringere i Neri a inviare uno dei loro draghi. La prescelta è Rhaenys, che si offre volontaria per impedire all’erede Lucerys di andare al fronte. Tuttavia, nessuno dei due si aspettava che Re Aegon in persona sarebbe apparso in sella al suo drago, e il risultato è uno scontro mortale tra i tre cavalieri e le loro cavalcature: Sunfire, Vhagar e Meleys. Rhaenys Targaryen muore, ma il destino di Aegon è attualmente un mistero per i fan della serie.

Differenze tra il libro ‘Fire and Blood’ e l’episodio 2×04 di ‘La casa del drago’

PLAZA & JANES ‘Fire and Blood’: 300 anni prima di ‘Il Trono di Spade’

In ‘Fire and Blood’, il libro di George RR Martin da cui è tratto ‘La casa del drago’, Re Aegon Targaryen fa parte del piano di Cole e Aemond fin dall’inizio, a differenza di quanto accade nella serie. Nel romanzo, i due fratelli volano mano nella mano, insieme ai loro draghi, per tendere un’imboscata a Rhaenys durante la battaglia di Rook’s Rest. Rhaenys e il suo drago Meleys, noto anche come Regina Rossa, riescono comunque a sferrare un colpo quasi fatale a re Aegon e Sunfire, alias quello d’oro (da cui il titolo dell’episodio, il drago rosso e quello d’oro), ma alla fine cadono. ad Aemond e al gigantesco drago Vhagar.

Ma il cambiamento più grande tra il libro e il capitolo di questa settimana de “La casa del drago” è questo nella serie Aemond tradisce suo fratello vendicarsi delle loro offese e rivendicarsi come legittimo erede, nella speranza di impossessarsi della corona, Nei libri la pugnalata alle spalle non avviene, ed entrambi combattono fianco a fianco contro Rhaenys e il suo drago Meleys.

La HBO

Nella serie è Aemond ad abbattere suo fratello Aegon, mentre nel romanzo è Rhaenys. Chiunque sia, in entrambi i casi Aegon cade bruciato insieme a Sole. Ma la grande domanda è…E’ vivo o morto??

Aegon è morto ne “La casa del drago”? Questo è ciò che accade nei libri

Possibili spoiler per i prossimi capitoli de ‘La Casa del Drago’!

Mentre Aemond si avvicina al corpo di suo fratello, sembra voler finirlo brandendo la sua spada, ma viene interrotto dalla presenza di Criston Cole. Questo ci fa pensare che Aegon sia ancora vivo, ma… Cosa succede nei libri?

In “Fire and Blood”, Aegon sopravvive effettivamente alla battaglia di Rook’s Rest, anche se è gravemente ferito. Ciò farà sì che Aemond lo sostituisca sul trono come reggente per un anno, mentre suo fratello guarisce dalle sue ferite.

La HBO

Quindi, che Aegon sia vivo o morto, l’unica cosa di cui possiamo essere sicuri è questo vedremo Aemond seduto sul Trono di Spade il prima possibile nei prossimi capitoli de ‘La Casa del Drago’.

La HBO
Primo piano di Fran Chico

Fran Chico è un esperto di cinema e serie, specializzato in divulgazione culturale e critica cinematografica. È un critico riconosciuto di Rotten Tomatoes e Filmaffinity. Sebbene il suo genere preferito sia l’horror, la stessa cosa te lo racconta del nuovo blockbuster del MCU della Marvel e di un film d’autore da rivendicare nel circuito dei festival. Non c’è serie Netflix, HBO Max, Amazon Prime Video o Disney+ che sfugga al suo radar, che scava nel catalogo di ciascuna piattaforma per consigliare e analizzare i suoi migliori contenuti.

Fran scrive su Fotogramas da più di un anno, ma i suoi esordi risalgono a quasi vent’anni fa in cineforum e blog come Planeta Claqueta o Moviementarios. È stato fondatore e membro del consiglio di amministrazione della pubblicazione digitale di critica e analisi cinematografica Revista Mutaciones e membro dell’Associazione degli informatori cinematografici di Spagna (AICE), l’organizzazione che assegna i Premi Feroz, nonché elettore del i Blogos de Oro al film indie. Dopo aver completato il Master in Critica Cinematografica presso la Scuola di Cinema di Madrid (ECAM) tenuto da Caimán Cuadernos de Cine, ha collaborato e/o seguito festival cinematografici come San Sebastián, Sitges e Filmadrid come editore specializzato per più di 10 anni, insieme a il modo in cui intervista registi, attori e attrici rilevanti dell’industria nazionale come Penélope Cruz, Carlos Saura, Ana de Armas, José Luis Cuerda o José Sacristán e internazionale come James Wan, Edgar Wright o Dario Argento.

La sua conoscenza ed esperienza lo hanno portato a essere un video blogger cinematografico per la Fnac Spagna e regista e conduttore del podcast Holocausto Zinéfago, con più di 150 programmi trasmessi e disponibili in cui cinema e umorismo si mescolano in modo unico e originale.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Le borse di studio materiali diminuiscono nuovamente in Aragona di quasi il 4% a causa della crescita della banca del libro
NEXT María José Lorenzo presenta il suo libro sugli Zapatones, icona degli Xacobeo