Qualificazioni: i tifosi arrivano all’hotel di concentrazione della Nazionale per esprimere il loro sostegno


Il tuo browser non supporta l’audio HTML5

“Non possiamo permettere che saremo visitatori a casa”, ha avvertito il popolare israelita Fan. | Fonte: RPP

Nonostante il brutto momento della Nazionale Peruviana (ultimo nella classifica delle qualificazioni), i veri tifosi continuano a far sentire il loro sostegno. È così che un gruppo di tifosi si è recato all’hotel di concentramento “Bicolor”, a San Isidro, per far sentire il proprio sostegno a coloro che sono guidati da Juan Reinoso.

Tra i presenti c’è David Chauca, il popolare ‘Ventilatore israelitache si è incatenato per – ha detto – provare la sofferenza di trovarsi in fondo alle qualificazioni sudamericane.

“Oggi le catene si spezzano, altrimenti rimarrò con la catena a camminare fino a settembre (quando riprenderanno le Qualificazioni)”, ha ironizzato il noto personaggio.

“Giochiamo come sappiamo giocare, al delizioso ‘cioccolato’, e oggi sì o sì ci deve essere un gol. “Mi accontento dell’1 a zero, i tre punti restano a casa”, ha aggiunto.

A questo proposito, il “Tifoso israeliano” Ha invitato i peruviani a riempire lo Stadio Nazionale e, così, a far sentire il Venezuela a casa.

“Invito tutti i tifosi ad andare allo stadio, dobbiamo riempire quello stadio. Non possiamo permettere che saremo visitatori a casa”, ha detto.

--

Un altro personaggio che è andato all’hotel di concentramento è ‘Tifoso di Chuto, che si è anche incatenato per dimostrare il suo sostegno al ‘Bicolor’. “Speriamo che la nostra Nazionale ci liberi, ci dia quella gioia di stare insieme come una famiglia, di vedere il calcio come lo vedevamo una volta”, ha detto.

Entrambi i personaggi portavano uno striscione su cui si leggeva il messaggio “Fedeli alla punizione”, in riferimento al loro sostegno incondizionato alla Selezione, nonostante il brutto momento. Si prevede che, con il passare delle ore, sempre più tifosi accorreranno a esprimere il loro sostegno al ‘Blanquirroja’, che partirà per lo Stadio Nazionale intorno alle 19:00.

Sicurezza garantita

PNP generale Jorge Angulocomandante generale della Polizia Nazionale, ha assicurato che vi sarà un controllo d’identità a tutti gli accessi all’edificio stadio nazionaledove stasera si giocherà la partita tra la Nazionale peruviana e quella venezuelana, per le Qualificazioni ai Mondiali 2026.

In dialogo con RPPl’alto comando ha indicato che agli ingressi sarà presente personale di polizia che effettuerà gli opportuni controlli sui precedenti dei partecipanti, siano essi nazionali o stranieri.

“Tutte (le persone) che entrano devono farlo con il proprio documento di identità. Se, in queste circostanze, i soggetti che potrebbero avere qualche debito verso la giustizia saranno pienamente identificati, saranno immediatamente detenuti”, ha indicato.

Jorge Angulo ha riferito che saranno impiegati 1.792 agenti di polizia per garantire la sicurezza prima, durante e dopo la partita, cosa che ha suscitato grandi aspettative tra i cittadini venezuelani che vivono nel nostro Paese.

“Abbiamo una grande comunità straniera venezuelana nel nostro Paese ed è ovvio che ci siano manifestazioni di sostegno alla loro squadra. Dobbiamo avvertire che dobbiamo rispettare il risultato, sia dei nazionali che degli stranieri, e quindi evitare qualsiasi tipo di manifestazione violenta”, ha detto.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

-

PREV L’assassino del prete di Alta Gracia è stato trovato morto e un’indagine è aperta
NEXT Commemorano un anno dall’assassinio del ministro Rojas